Il tuo browser non supporta JavaScript!

Erickson: Media education: studi e proposte

Media, linguaggi, creatività. Un curriculo di media education per la scuola primaria di primo grado

editore: Erickson

pagine: 310

A qualche anno di distanza da "Primi passi nella media education", ecco il suo atteso seguito, dedicato alla scuola secondaria di primo grado. Il progetto curricolare continua raccogliendo una serie di percorsi che possono essere realizzati da educatori, ma soprattutto insegnanti, che hanno a cuore l'innovazione della propria didattica, l'uso intrecciato dei linguaggi espressivi e digitali e l'educazione ai media, uno degli aspetti più importanti nella formazione attuale dei ragazzi. Media, linguaggi, creatività nasce dalle esperienze concrete del MED, l'Associazione italiana per l'educazione ai media e alla comunicazione, e si articola in 10 percorsi autonomi ma complementari - che puntano soprattutto sull'aspetto creativo e ludico dell'uso degli strumenti mediali, dal videogioco ai format televisivi, dai cellulari (e smartphone) alla carta stampata, dal web ai fumetti e al teatro. Ciascun percorso, che comprende un'introduzione teorica al medium considerato, attività organizzate con metodi specifici e schede didattiche, consente agli insegnanti della "terra di mezzo" (i tre anni della secondaria di primo grado) di appropriarsi dei mezzi di comunicazione di massa e dei linguaggi espressivi e artistici, per guidare gli studenti a migliorare le competenze legate alle capacità di lettura e scrittura, al pensiero critico e alla cittadinanza digitale e a sviluppare una maggiore consapevolezza delle potenzialità e dei possibili rischi.
21,00

Primi passi nella media education. Curricolo di educazione ai media per la scuola primaria

editore: Erickson

pagine: 301

Nato da un progetto sulla media education nella scuola primaria che ha visto la partecipazione di una quindicina di istituti in tutta Italia, il libro propone un curricolo integrato per fornire una completa e progressiva competenza mediale ai bambini dai 5 agli 11 anni, sviluppandone le capacità di lettura, scrittura, fruizione, senso critico e cittadinanza, rispetto a tutti i principali linguaggi mediali: fotografia, fumetto, radio, televisione, cartone animato, ipermedia, internet e videogame. Frutto del lavoro di un gruppo di persone dalle esperienze variegate (insegnanti di scuola primaria, ricercatori e docenti universitari, esperti di comunicazione e produttori di media), il curricolo si presenta come una guida che spiega passo passo come procedere in classe nelle diverse attività, fornendo schede didattiche e consigli pratici. Al libro è allegato un DVD con i materiali di supporto per la realizzazione del curricolo, le indicazioni degli esperti e un repertorio di progetti e materiali che hanno fatto la storia del MENS e che possono servire di esemplificazione e di spunto all'attività degli insegnanti.
21,50

Cinema a scuola. 50 film per bambini e adolescenti

editore: Erickson

pagine: 240

Il volume dimostra come sia possibile progettare e realizzare un affascinante percorso educativo ponendo la comprensione estetica del film quale obiettivo pedagogico-didattico centrale. Offrire ai bambini e agli adolescenti la possibilità di godere delle immagini in sequenza, senza cercarne impliciti ed esclusivi significati didascalici, è un buon inizio per promuovere la creazione di un'identità di spettatore esigente e raffinato. La scuola non può perdere questa importante opportunità, contribuendo il più possibile allo sviluppo della capacità critica, dell'autonomia di pensiero e della crescita in umanità delle nuove generazioni, nel nome della poesia. A questo scopo viene presentato all'insegnante e all'operatore educativo, attraverso le pagine di cinema a scuola, un prezioso panorama di opere cinematografiche di indubbio valore artistico; ciascuno dei 50 film proposti è corredato di una scheda didattica contenente un'accurata analisi dei pregi dei titoli scelti, nonché una serie di spunti e indicazioni per il lavoro con gli allievi a scuola.
20,50

Video education. Guida teorico­pratica per la produzione di video in ambito educativo. Con DVD

editore: Erickson

pagine: 180

La produzione di video a scuola ha importanti ricadute in termini di apprendimento, non solo perché permette ai ragazzi di esp
20,50

Territori mediaeducativi. Scenari, sperimentazioni e progetti nella scuola e nell'extrascuola

di Parola Alberto

editore: Erickson

pagine: 440

Come sta cambiando l'educazione ai media? Come utilizzare la multimedialità per la formazione? Come organizzare attività media
22,00

Provaci ancora, scuola. Idee e proposte contro la svalutazione della scuola nel Tecnoevo

editore: Erickson

pagine: 232

Nel tempo in cui tutte le tradizionali agenzie di socializzazione - la famiglia, la formazione e persino il lavoro - subiscono una crisi che le rende sempre più liquide (secondo l'efficace espressione di Bauman), deboli e meno autorevoli, la scuola deve trovare la forza di rialimentare la propria identità. Gli interrogativi che gli insegnanti e l'istituzione sono chiamati a fronteggiare sono nuovi e radicali: che fare di fronte al crescente disagio giovanile, e come rispondere alla sempre più frequente appropriazione di linguaggi e autonomia espressiva proprie delle tecnologie nuove? Il problema posto dal libro è come recuperare il ruolo di mediazione, la funzione educativa e la capacità comunicativa della scuola, di fronte a una generazione sfuggente e fragile, nonostante le apparenze: una generazione qui interpretata alla luce di una scuola sempre più permeata di ricerca, relazione e riforma dal basso, dove la comunicazione e la media education possono rappresentare la sfida decisiva contro la tentazione del ripiegamento e dello "sconfittismo" che amareggia la scuola italiana. Il testo documenta anche una serie di progetti attivati sul territorio e l'analisi di un caso di studio che permettono al lettore di verificare che la scuola e le altre agenzie formative possono oggi fronteggiare la crisi della società post-moderna.
18,50

Media education tra organizzazione e fantasia. Esperienze creative in Italia, Austria e Germania

editore: Erickson

pagine: 194

L 'organizzazione e la fantasia sono il mix vincente per progettare e sostenere la media education con rigore metodologico e creatività. L'esperienza insegna, infatti, che la parte più difficile della media education non è tanto inventare percorsi didattici con i media, quanto coordinarli, sistematizzarli, fare lavoro di rete perché diventino patrimonio comune di una realtà scolastica o territoriale, piccola o grande che sia. Questo volume cerca di tracciare una radiografia di alcune esperienze significative attuate in Italia, Austria e Germania: idee, progetti, sperimentazioni, portati avanti da enti e organizzazioni che, nei rispettivi ambiti, sono riusciti a creare una media education innovativa. Frutto di un lavoro di ricerca comparativa promosso dalla Libera Università di Bolzano e finalizzato a studiare teoria e pratica della media education nei tre Paesi, il libro offre spunti e riflessioni a chi vuole pensare l'educazione ai media in modo nuovo, in termini di organizzazione, politiche formative e culturali, servizi e progetti educativi sul territorio.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.