Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Guerini e associati: RIPENSARE IL `900

Comunità di lavoro. Le opere sociali delle imprese e degli imprenditori tra Ottocento e Novecento

editore: Guerini e associati

pagine: 287

La storia d'impresa italiana può essere raccontata anche attraverso le opere sociali realizzate dalle imprese e dagli imprenditori. Secondo questa prospettiva emerge difatti un fenomeno rilevante e diffuso, la cui consistenza e durata nel tempo induce a considerare tali esperienze come vere e proprie "comunità di lavoro", solidificate da valori condivisi e relazioni di reciprocità. Il risultato di questo indirizzo d'indagine è una panoramica di casi di studio, relativi in primo luogo a territori contraddistinti da peculiari realtà d'impresa, quali i cantieri navali nella Venezia Giulia, i cotonieri nell'Alta Lombardia o i tessili pugliesi. In quest'ottica, analogo interesse rivestono in area lombarda il ruolo delle scuole aziendali nella formazione professionale e le relazioni tra opere sociali e rappresentanze dei lavoratori. Accanto al focus sui territori si sono esaminati i casi di grandi aziende nazionali, come la Terni, la Pirelli e l'Alfa Romeo, le cui vicende hanno permesso di ripercorrere, anche temporalmente, l'evoluzione delle forme di welfare e di partecipazione dei lavoratori alle provvidenze delle imprese.
25,50

Un tetto a chi lavora. Mondi operai e migrazioni italiane nell'Europa degli anni Cinquanta

di Flavia Cumoli

editore: Guerini e associati

pagine: 270

Il volume analizza il rapporto tra pratiche sociali, modelli di insediamento e morfologia urbana in contesti diversi che si prestano a una stimolante comparazione: da un lato il polo industriale dell'area metropolitana milanese (Sesto San Giovanni), dall'altro il bacino minerario del Belgio (La Louvière). Si tratta di contesti di inserimento in aree industriali profondamente differenti dal punto di vista della morfologia socio-professionale e dell'organizzazione territoriale, che profilano spazi ibridi tra rurale e urbano in profonda e rapida trasformazione, a causa del massiccio afflusso di manodopera immigrata. Le profonde differenze tra le due aree consentono di mettere alla prova dell'analisi comparata concetti e percorsi storici dell'integrazione, della cittadinanza, della costruzione delle identità collettive, in modo da superare stereotipe dicotomie tra rurale/urbano, tradizione/modernità, integrazione/conflitto, movimento di popolazione interno/internazionale. Affiancando e confrontando fonti scritte e memorie orali, l'autrice affronta con ricchezza di informazioni la questione delle abitazioni e degli spazi di vita dei migranti, ed evidenzia le peculiarità di due esperienze sociali di migrazione profondamente diverse.
24,00

Macchine come fate

Gli operai italiani alle esposizioni universali (1851-1911)

di Pellegrino Anna

editore: Guerini e associati

pagine: 237

Luoghi di pellegrinaggio al feticcio merce secondo Benjamin; "stupide" secondo Marx ed Engels; soggetti di un vero e proprio "
23,50

Registri del personale e classe operaia italiana

 

editore: Guerini e associati

pagine: 200

I registri del personale si sono rivelati uno strumento di conoscenza di fondamentale importanza nello studio del mondo del la
20,80

Comunicare l'impresa

 

editore: Guerini e associati

pagine: 265

Nel periodo che va dalla ricostruzione postbellica alla fine degli anni Sessanta, la comunicazione di impresa in Italia, pur l
25,00

Storia di una fabbrica socialista

Saperi, lavoro, tecnologia e potere alla Skoda auto (1918-1968)

di Fava Valentina

editore: Guerini e associati

pagine: 276

Sulla base di fonti d'archivio in lingua ceca Valentina Fava affronta la questione del lavoro nell'economia di un Paese
25,00

Alle origini della scuola di Milano: Martinetti, Barié, Banfi

di Assael Davide

editore: Guerini e associati

pagine: 172

Il volume di Davide Assael, promosso dalla Fondazione ISEC nel quadro dei suoi interessi relativi alla cultura milanese tra le
18,00

Partire, tornare, restare? L'esperienza migratoria dei lavoratori italiani nella Repubblica Federale Tedesca nel secondo dopoguerra

di Prontera Grazia

editore: Guerini e associati

pagine: 281

Grazia Prontera racconta la vicenda dell'immigrazione italiana alla Volkswagen di Wolfsburg, uno dei luoghi di maggiore afflus
26,00

Il timbro e la penna

La «nazione» degli impiegati postali nella prima metà del Novecento

di Coglitore Mario

editore: Guerini e associati

pagine: 355

Questo libro ricostruisce la quotidianità professionale degli impiegati delle Poste nonché alcuni aspetti delle loro vicende p
28,00

Caro papà Di Vittorio

..». Lettere al segretario generale della CGIL

 

editore: Guerini e associati

pagine: 453

Squarci originali e inediti della vita italiana tra la fine della guerra e il 1957 ci sono offerti dalle lettere a Di Vittorio
32,00

Streikertransport

La deportazione politica nell'area industriale di Sesto San Giovanni (1943-1945)

di Valota Giuseppe

editore: Guerini e associati

pagine: 454

La ricerca di Giuseppe Valota sulla deportazione politica nell'area industriale di Sesto San Giovanni ha dato nome e volto a 5
35,00

Giorgio Amendola

La politica economica e il capitalismo italiano

 

editore: Guerini e associati

pagine: 198

Giorgio Amendola fu nel quadro della sinistra (e del Pci in particolare) una delle voci più autorevoli e significative: le sue
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.