Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Il mulino: Laboratorio dei diritti fondamentali

Leggi e giudici di fronte alle nuove realtà. Nuove forme di filiazione e genitorialità

editore: Il mulino

pagine: 275

Il volume prende in esame il divario fra la realtà sociale vissuta concretamente dalle famiglie che hanno fatto ricorso alla p
24,00

Uso e abuso del richiamo alla natura

di Ilaria Bertini

editore: Il mulino

pagine: 130

Qual è il significato attribuito al termine «natura» nel dibattito sulle nuove forme di filiazione e genitorialità? A partire
16,00

Il consenso informato in ambito medico. Un'indagine antropologica e giuridica

editore: Il mulino

pagine: 255

Questo volume è l'esito del dialogo continuo fra due ricerche che si sono svolte parallelamente: la prima è stata condotta nei reparti della Città della salute e della scienza di Torino da Chiara Quagliariello, antropologa della salute. Si tratta di un'indagine realizzata per un intero anno sul campo, accanto ai medici, al personale ospedaliero, ai pazienti e ai loro familiari, arricchita dalla valutazione antropologica dell'ampio materiale raccolto. All'indagine antropologica si intreccia strettamente quella giuridica, curata da Camilla Fin. Le due diverse prospettive sono state coordinate con continui contatti e scambi di informazioni da parte delle due ricercatrici, entrambe sempre consapevoli del quadro concettuale entro il quale agiva la collega. In tal modo i materiali raccolti nel volume sono perfettamente integrati e non semplicemente giustapposti. Ne risulta una ricerca ricca di spunti di riflessione, che pone in evidenza come l'elaborazione giuridica, giurisprudenziale e dottrinale pecchi sovente di una eccessiva astrattezza, particolarmente evidente di fronte all'estrema varietà dei casi concreti che si trovano ad affrontare tutti i protagonisti del rapporto medico-paziente.
23,00

La salute come diritto fondamentale: una ricerca sui migranti a Torino

editore: Il mulino

pagine: 235

Questo rapporto, risultato di una ricerca condotta nell'ambito del Laboratorio dei Diritti Fondamentali (LDF), evidenzia i problemi di accesso e di fruizione dei servizi sanitari da parte della popolazione migrante nella città di Torino e analizza, alla luce dei diritti umani, le questioni che non hanno adeguata soluzione, partendo dal contenuto normativo del diritto alla salute così come articolato a livello internazionale. In sintonia con il metodo proprio di LDF, l'obiettivo è fornire, con ampio ricorso a interviste agli operatori del settore, una panoramica della realtà studiata, andando oltre gli aspetti teorici o astrattamente legali, per concentrarsi maggiormente sul grado di attuazione concreta del diritto alla salute, e soffermandosi in particolare sulle conseguenze che la realtà sociale produce sul godimento effettivo e non discriminante del diritto fondamentale alla salute da parte degli appartenenti a fasce sociali specialmente vulnerabili. Lo studio si propone così di stimolare il dibattito sulla necessità di un approccio fondato sui diritti umani sia nello sviluppo di politiche sanitarie, sia nelle iniziative legislative, attirando l'attenzione sulla responsabilità dell'Italia nei confronti degli obblighi internazionali in materia di diritti umani. Il Laboratorio dei Diritti Fondamentali (LDF) di Torino considera i diritti fondamentali delle persone nel concreto dei diversi momenti, luoghi e occasioni della vita.
22,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.