Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Johan & levi: Saggi d'arte

Louvre, mon amour. Undici grandi artisti in visita al museo più famoso del mondo

di Pierre Schneider

editore: Johan & levi

pagine: 192

È indispensabile dare fuoco al Louvre per affermarsi tra i maestri del proprio tempo? Per rispondere a questa provocazione, ne
20,00

Hitler e il potere dell'estetica

di Frederic Spotts

editore: Johan & levi

pagine: 480

Su Adolf Hitler sono stati scritti innumerevoli libri
25,00

Sul design

di Anni Albers

editore: Johan & levi

pagine: 128

Al Black Mountain College, la scuola sperimentale nel North Carolina che aveva accolto i coniugi Albers in fuga dal nazismo, A
18,00

Il paradigma dell'arte contemporanea. Strutture di una rivoluzione artistica

di Nathalie Heinich

editore: Johan & levi

pagine: 288

In un articolo del 1999 Nathalie Heinich proponeva di considerare l'arte contemporanea come un "genere" dell'arte, con precise
27,00

Il quadro che mi manca

di Giorgio Soavi

editore: Johan & levi

pagine: 320

Un'avidità famelica accompagna lo sguardo di Giorgio Soavi nelle sue ricognizioni artistiche
24,00

Il Novecento di Baudelaire. L'arte evanescente

di Adolfo Tura

editore: Johan & levi

pagine: 120

Fulcro di questo saggio è una particolare evoluzione della pittura a partire da quella modernità che Charles Baudelaire ha con
16,00

Lo strano posto della religione nell'arte contemporanea

di James Elkins

editore: Johan & levi

pagine: 160

A chi ama l'arte non sarà sfuggito un fatto tanto eclatante quanto poco dibattuto: l'assenza nelle gallerie e nei musei di art
24,00
28,00

Duchamp oltre la fotografia. Strategie dell'infrasottile

di Elio Grazioli

editore: Johan & levi

pagine: 88

Fin dagli esordi Duchamp ha intrecciato con la fotografia un rapporto fecondo che ha attraversato la sua opera a più livelli,
16,00

Cacciatori d'arte. I mercanti di ieri e di oggi

di Yann Kerlau

editore: Johan & levi

pagine: 250

Visionari, uomini d'affari, spericolati avventurieri con il pallino dell'arte e un'infatuazione infantile per il rischio. Stanare i van Gogh di domani è l'ossessione che da sempre spinge i mercanti più intrepidi a battere strade ignote rastrellando studi e scommettendo tutto su pittori incompresi o troppo in anticipo sui tempi. In anni recenti, tuttavia, la truffa dei falsi che ha mandato alla rovina una delle più rispettabili gallerie newyorkesi, Knoedler, ha messo allo scoperto il marcio di una professione che può presto degenerare in becera speculazione. Yann Kerlau narra la folgorante ascesa e le alterne vicende di alcuni fra i più celebri cacciatori di artisti dall'Ottocento ai giorni nostri: dal primo fervido sostenitore degli impressionisti, Théodore Duret, fautore di quel giapponismo cui Gauguin, van Gogh e Monet saranno tanto debitori, a Paul Durand-Ruel, che poco dopo spalanca ai "rifiutati" le porte del mercato americano; da un fuoriclasse nella tattica delle vendite come l'indolente Ambroise Vollard, allo scaltro Daniel-Henry Kahnweiler, divenuto il mercante di Picasso nonostante un esordio poco promettente, fino all'eccentrica Peggy Cuggenheim, l'ereditiera americana che con l'aiuto di consiglieri d'eccellenza scova gli artisti più all'avanguardia per la sua galleria newyorkese. Giunti ormai ai giorni nostri, è il turno di un pubblicitario consumato come Charles Saatchi, approdato all'olimpo dell'arte elevando l'artista a marchio di fabbrica...
25,00

L'arte non evolve. L'universo immobile di Gino De Dominicis

di Guercio Gabriele

editore: Johan & levi

pagine: 128

Priva di radici accertabili, sganciata dalla sequenzialità di un prima e un dopo, l'opera d'arte abbatte le barriere del tempo
15,00

Hybris. La fabbrica del mostro nell'arte moderna. Omuncoli, giganti e acefali

di Clair Jean

editore: Johan & levi

pagine: 165

Un tempo eccezione e curiosità, il mostruoso è diventato un oggetto comune dell'esperienza e ha finito per invadere tutto con
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.