Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

La scuola di Pitagora: Biblioteca Di Cultura Europea

La Bildung neoumanistica. Germania e Europa nell'Età di Goethe

di Mario Gennari

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 384

L'idea di Bildung, ossia la formazione armonica, intima e interiore dell'essere umano, costituisce la dimensione autentica del
35,00

L'altra metà del mondo. Scritti sul femminino

di madame de Lambert

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 128

Autrice importante e da noi poco conosciuta, la marchesa di Lambert non è solo una finissima penna, moralista, pedagogista, tr
15,00

Dante «poeta trascendentale». L'idealismo tedesco e la «Commedia»

di Gianluca Riccadonna

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 136

«Noioso», «ambiguo», «repellente»: gli aggettivi riservati alla Commedia da Goethe all'epoca del suo viaggio in Italia (1786-1
13,00

Dante ghibellino

di Enrico Fenzi

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 110

I due saggi che compongono il volume sono tra loro legati dal comune impegno a riconsiderare la scelta politica di Dante in fa
12,00

Esposizione, sviluppo e critica della filosofia di Leibniz

di Ludwig Feuerbach

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 329

Ludwig Andreas Feuerbach (1804-72) aveva trentadue anni quando, libero docente di filosofia all'università di Erlangen, finì d
25,00

Giulio Cesare Vanini nella cultura filosofica francese del Seicento e del Settecento. Dal «Libertinisme érudit» all'Illuminismo

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 375

Personaggio sfuggente alle categorie tradizionali della storiografia, il filosofo Salentino Giulio Cesare Vanini (1585-1619) è
30,00

Lettera a Fichte (1799, 1816). Ediz. italiana e tedesca

di Friedrich Heinrich Jacobi

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 351

La "Lettera a Fichte" di Jacobi è qui offerta nel testo tedesco e in traduzione italiana secondo la prima edizione (1799), con
25,00

Nel segno di Erasmo. Philologia perennis e identità culturale europea

di Simeone Eduardo

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 178

A conclusione della sua Gedenkschrift su Rudolf Pfeiffer J
19,00

Lettere veneziane. Ediz. italiana e inglese

di William Beckford

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 128

Agli inizi di aprile del 1783, Dreams Waking Thoughts and Incidents, il volume che raccoglie le memorie di viaggio di William Beckford, è pronto per la pubblicazione. Il giorno 15 dello stesso mese di aprile, però, cedendo alle pressioni familiari, Beckford ritira l'intera tiratura e la brucia. Delle cinquecento copie stampate ne salva appena sei, che custodisce nella biblioteca di famiglia, a Fonthill, a disposizione di pochi selezionati amici. Dreams vedrà la luce solo nel 1834, puntigliosamente revisionato da Beckford nella forma, nello stile e nel contenuto, come primo volume di Italy; with Sketches of Spain and Portugal, incontrando favore di pubblico e di critica. Qui si presentano in traduzione, tratte dall'edizione del 1834, le lettere relative al soggiorno a Venezia, la tappa iniziale del viaggio in Italia.
13,00

Il materialismo romantico di Leopardi

di Mario Andrea Rigoni

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 185

La critica intelligente o almeno onesta dovrebbe preoccuparsi di restituire fedelmente l'immagine di un autore o di un'opera,
18,00

L'utopia concreta di Ernst Bloch. Una biografia

di Arno Münster

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 410

L'oggetto di questa biografia filosofica e politica dedicata a Ernst Bloch è la ricostruzione della genesi del pensiero del "sognare in avanti", della speranza e dell'utopia concreta, sviluppatosi nell'opera di Bloch in una simbiosi molto originale con il materialismo storico. Bloch è stato senza dubbio il più produttivo eretico nel marxismo del XX secolo, la cui lotta per un mondo migliore, liberato dall'oppressione, dallo sfruttamento e dall'alienazione, si identificava con la lotta per la realizzazione dell'"utopia concreta", dell'emancipazione, della giustizia sociale e di un socialismo umano della "democrazia reale". Simultaneamente, questo pensiero "eretico" rappresentava anche una protesta contro le tendenze troppo dogmatiche del marxismo, contro l'identificazione troppo radicale dell'idea socialista con lo Stato e la sua burocrazia e contro tutte le forme di dominazione in cui l'uomo risulta sfruttato, disprezzato e umiliato. Uno sforzo ben riuscito di ricostruire la grande visione utopica-escatologica blochiana del mondo.
35,00

Il materialismo romantico di Leopardi

di Mario Andrea Rigoni

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 102

La critica intelligente o almeno onesta dovrebbe preoccuparsi di restituire fedelmente l'immagine di un autore o di un'opera a
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.