Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di A. Amendola

Gli Orsini e le arti in età moderna. Collezionare opere, collezionare idee

di Adriano Amendola

editore: Skira

pagine: 352

Il legame degli Orsini con le arti è un tassello fondamentale degli studi sul collezionismo ed è qui ricostruito attraverso un
29,00

Sguardi sulla città moderna. Narrazioni e rappresentazioni di urbanisti, sociologi, scrittori e artisti

di Giandomenico Amendola

editore: Dedalo

pagine: 224

Il saggio affronta in maniera assolutamente innovativa e interdisciplinare il tema delle città - in particolare Parigi e Londr
17,00

L'altra faccia dell'universo. I segreti della materia e dell'energia oscura

di Luca Amendola

editore: Il mulino

pagine: 168

Alzando lo sguardo al cielo in una notte stellata, chi non si interroga su quanto grande sia l'universo, quale sia la sua orig
14,00

Adolescenti nella rete. Quando il web diventa una trappola

editore: L'Asino d'oro

pagine: 158

Il mondo digitale è sempre di più oggetto di analisi e discussioni, specialmente quando gli 'utenti' sono adolescenti e giovan
14,00

Carteggio 1925-1926

di Giovanni Amendola

editore: Rubbettino

Come finì la democrazia in Italia? Le lettere raccolte in questo volume del Carteggio di Giovanni Amendola si riferiscono, per
29,00

Le retoriche della città. Tra politica, marketing e diritti

di Giandomenico Amendola

editore: Dedalo

pagine: 168

Le città che hanno un futuro sono solo quelle che lo hanno già scelto: questa idea è ormai largamente condivisa in Europa e nel mondo. Il futuro non è più scontato ma va inventato e costruito. Ogni città migliore e possibile è stata sempre accompagnata, con diversa enfasi e intensità, da un discorso che la proponesse, la giustificasse e la esaltasse. Oggi, la retorica impera più che mai nello scontro che ha come oggetto il futuro della città e della sua gente. Impastata di linguaggio pubblicitario, di utopie e valori antichi, la retorica ha infatti ritrovato nella città il suo grande tema. Una narrazione appassionata e un'attenta e documentata analisi mostrano il carattere fortemente retorico di gran parte dei discorsi e delle promesse aventi come oggetto la città da costruire per il futuro prossimo, una città che si propone al passaggio del secolo come narrazione esemplare del progresso. L'autore ci propone un viaggio virtuale alla scoperta della città giusta, la città razionale, la città sostenibile, la città creativa, la smart city, la città come macchina per lo sviluppo, la città della cultura, la città evento, la città dell'accoglienza.
16,50

Il dispositivo segreto. La scena tra sperimentazione e consumi di massa. Scritti teatrali 1975-1980

di Alberto Abruzzese

editore: Meltemi

pagine: 464

Il volume raccoglie gli scritti di Alberto Abruzzese dedicati al teatro usciti su "Rinascita" nel periodo 1975-1980
28,00

Tra Dedalo e Icaro

La nuova domanda di città

di Amendola Giandomenico

editore: Laterza

pagine: 145

Parlare di città è come parlare del mondo quotidiano e dei nostri progetti
12,00

La città postmoderna

Magie e paure della metropoli contemporanea

di Amendola Giandomenico

editore: Laterza

Una città nuova sta nascendo negli spazi della città moderna tradizionale
24,00

Frammenti d'immagine. Scene, schermi, video per una sociologia della sperimentazione

di Amendola Alfonso

editore: Liguori

pagine: 248

Il cinema e il teatro finalmente assieme in una lettura ricca di esempi, racconti di spettacoli e suggestioni per chi ama la s
16,99

Intervista sull'antifascismo

di Giorgio Amendola

editore: Laterza

pagine: 227

"Errata. Ma non solo quella dei comunisti. L'analisi della situazione italiana nel '21 fatta da tutti i gruppi dirigenti socialisti era errata. Anche Turati, su cosa puntava? Puntava su un risanamento della borghesia, del gruppo dirigente della borghesia; puntava su una vittoria di Giolitti, su un ritorno al buon governo: qualche cosa che non soltanto non era accettabile dal movimento operaio, ma che era anche utopistico, perché ormai la borghesia aveva altri disegni, lo sono pronto ad accettare una critica che riguarda gli errori di prospettiva allora commessi dai comunisti; ma allargo questa critica a tutti i socialisti. Nessuno comprese questa critica a tutti i socialisti. Nessuno comprese che cosa era il fascismo, l'originalità di questo movimento di massa." In questo libro-intervista Giorgio Amendola fa un'analisi originale e spregiudicata dell'antifascismo, per coglierne meriti storici e debolezze politiche e culturali.
9,00

Storia fotografica del Partito Comunista Italiano

di Eva P. Amendola

editore: Editori Riuniti

pagine: 510

A quindici anni dallo scioglimento del Pci, questa riedizione della sua storia attraverso le immagini non è un'operazione nostalgia. Si tratta, all'opposto, di indirizzarsi all'Italia di oggi, alle tante cittadine e ai cittadini che hanno vissuto con passione le stagioni dell'antifascismo, e poi della lotta tra i partiti, delle manifestazioni sindacali, dei manifesti, delle piazze riempite, delle leggi nuove. Ma il volume vuole parlare, soprattutto, ai giovani che hanno conosciuto solo da qualche libro di testo l'Italia in cui i grandi partiti di massa erano protagonisti della scena politica, e il consenso era raccolto più che con le radio e la tv, attraverso la partecipazione di milioni di militanti. È a questa indispensabile conoscenza che si rivolge la straordinaria opera di documentazione e di scelta della curatrice. Ed è questo anche il senso della riproposizione delle belle pagine introduttive di Paolo Spriano, scritte venticinque anni fa. La collezione di immagini e il testo, naturalmente, sono aggiornati, rispetto alla prima edizione, fino alla morte di Enrico Berlinguer (1984) e poi al febbraio del 1991, anno in cui si svolse a Rimini l'ultimo congresso del Pci.
48,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.