Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di A. Ceccherelli

Figure del controllo. Jane Austen, Sherlock Holmes e Dracula nell'immaginario transmediale del XXI secolo

editore: Meltemi

pagine: 268

Tra le decine di classici ottocenteschi che oggi vengono riproposti o riutilizzati - in maniera spesso spregiudicata - per far
20,00

Szymborwska. Un alfabeto del mondo

editore: Donzelli

pagine: 283

"Ad alcuni piace la poesia", scriveva Wislawa Szymborska. Perfino oggi, in questo nostro tempo veloce e distratto, a qualcuno piace la poesia. Più di qualcuno, in realtà, considerando i tanti lettori della poetessa polacca premio Nobel nel 1996: le sue parole compaiono sui muri delle città e negli articoli di giornale, i suoi versi sono citati nelle aule universitarie e nei talk show televisivi. Uno straordinario fenomeno letterario e mediatico, al quale però non sempre si accompagna una vera comprensione della sua opera. A questo intendono rispondere gli autori del volume, adottando lo stesso sguardo di Szymborska. Se il suo "modo" poetico principale è il dialogo con un "tu", con un "altro" con cui confrontarsi - perfino una pietra - o nel quale immedesimarsi, indossando magari la pelliccia di un gatto, allora la strada giusta è quella di dialogare con la sua poesia, interrogarla, possibilmente con simile leggerezza e ironia; scegliere solo alcune delle chiavi tematiche del suo universo poetico, e farne le tappe di un viaggio fra il quotidiano e il sublime, "incanto e disperazione", "gioia e tristezza", il gusto del gioco e le sorprese del caso. Compagno di questo viaggio non può che essere lo stupore, un profondo senso di meraviglia, un'irresistibile attrazione per la vita, in ogni singola espressione: che sia una cipolla, un granello di sabbia, uno scarabeo; in ognuna di esse è celato un segreto che, impertinente, la poesia di Szymborska stuzzica perché esca allo scoperto.
26,00

L'intelligenza dei missili. L'educazione di oggi tra interiorità ed esteriorizzazione

di Ceccherelli Alessio

editore: Liguori

pagine: 132

Il mutato contesto economico, tecnologico e sociale degli ultimi venti anni, con la progressiva introduzione di logiche lavora
14,49

Oltre la morte. Per una mediologia del videogioco

di Alessio Ceccherelli

editore: Liguori

pagine: 264

Come viene concepita la morte nel videogioco? Quella che, sempre di più, appare come la grande assente nel panorama psichico dell'uomo occidentale contemporaneo sembra avere un rapporto privilegiato con la struttura e le peculiarità dei giochi elettronici, prima fra tutte la possibilità di salvare la partita e ricominciare da dove si è arrivati. Dopo aver fornito alcune coordinate semiotiche al fine di inquadrare tipologicamente il medium videoludico, il libro si propone di mostrare come esso debba essere inserito all'interno di un discorso antropologico che va molto al di là della sua nascita ufficiale nei primi anni 70. Il videogioco si pone dunque come la metafora più attuale e più "tecnologicamente avanzata" dell'inestinguibile ed ineliminabile impulso dell'uomo a sopravvivere e ad eternarsi, e in questo senso assurge ad emblema della cultura della simulazione.
20,99

Museo delle Mura. Guida-Museum of the Walls. Guide

editore: Mondadori Electa

pagine: 38

Delle Mura Aureliane, fatte costruire dall'imperatore omonimo nel 271 d.C. per dotare Roma di difese contro le possibili incursioni dei barbari, sono analizzate la tecnica e le modalità costruttive, la struttura e la forma e le vicende che le hanno rese protagoniste nei secoli fino a farle diventare uno dei simboli della capitale. Arricchiscono il volume, oltre a immagini di oggi, sorprendenti foto d'epoca a documentare la città che non c'è più.
8,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.