Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di A. Pezzotta

La critica cinematografica

di Alberto Pezzotta

editore: Carocci

pagine: 142

Come ragionano i critici? Quali sono le premesse in base alle quali emettono i loro verdetti? Il giudizio di valore (magari si
12,00

Il western italiano

di Pezzotta Alberto

editore: Il Castoro

pagine: 176

15,50

Ridere civilmente

Il cinema di Luigi Zampa. Con DVD

di Pezzotta Alberto

editore: Cineteca di bologna

pagine: 344

Popolare ma non populista, Luigi Zampa ha attraversato il neorealismo, ha anticipato la commedia all'italiana, ha scontentato
15,00

Mario Bava

di Alberto Pezzotta

editore: Il Castoro

pagine: 164

Mario Bava (Sanremo, 1914 - Roma, 1980) in vita fu considerato solo un abile artigiano specializzato nell'horror
13,50

I cattolici e la politica

di Pezzotta Savino

editore: La scuola

pagine: 128

9,00

Milano d'Italia

editore: Bompiani

Partendo dal Risorgimento sino alla Seconda repubblica, siamo andati alla ricerca di 150 luoghi milanesi legati ad altrettanti
14,00

Clint Eastwood

di Alberto Pezzotta

editore: Il Castoro

pagine: 207

Interprete e creatore di eroi solitari e disincantati, Clint Eastwood è l'erede riconosciuto del cinema classico americano. Tra i suoi film: Il cavaliere pallido (1985), Bird (1988), Gli spietati (1992), premio Oscar, e Un mondo perfetto (1993).
12,90

La critica cinematografica

di Alberto Pezzotta

editore: Carocci

pagine: 128

Come ragionano i critici? Quali sono le premesse su cui fondano i loro giudizi? Il libro analizza la critica cinematografica con gli strumenti della retorica e della teoria dell'argomentazione, per fare chiarezza e smontare tanti miti mai discussi: dal primato dell'autore al concetto di autoriflessività. E ne traccia una sintetica storia, dalle origini all'era del trash, approfondendo i momenti in cui si è aperto uno iato tra specialisti, quotidianisti, accademici.
12,00

Martin Scorsese. Taxi Driver

di Alberto Pezzotta

editore: Lindau

pagine: 109

Taxi Driver è un nodo imprescindibile di forme e temi nell'opera di Scorsese. È un film rischioso, ambiguo, contraddittorio, che con l'imprevedibile evoluzione del suo intreccio e il suo finale sconcertante sfida non solo ogni interpretazione lineare, ma mette a dura prova le reazioni emotive dello spettatore. Secondo Francois Truffaut pochi film hanno suscitato più vocazioni al cinema di "La regola del gioco" di Renoir. È possibile che, per chi è nato tra il 1960 e il 1970, lo stesso si possa dire di Taxi Driver.
11,50

Mauro Bolognini

editore: Il Castoro

pagine: 208

Una rilettura radicale e appassionante di uno dei registi più scomodi, censurati e soprattutto meno compresi del nostro cinema
13,90

Cristalli. Capolavori della natura

editore: Giunti Editore

pagine: 240

Oltre 150 cristalli unici al mondo, da una collezione invidiata dai maggiori musei europei e americani per l'eccezionalità dei suoi reperti. Criterio guida nel presentare al lettore questi pezzi celebri, dalle forme e dai colori più imprevisti: la bellezza. Rifuggendo da un criterio scientifico-classificatorio, gli autori accompagnano le immagini con un breve testo, in cui si accenna all'origine e alla storia, spesso avventurosa, del cristallo che stiamo osservando.
8,90

Come esserci

editore: Rubbettino

pagine: 100

Ai credenti viene chiesto oggi il compito di non imporre la loro visione ma di fecondare di senso lo spazio della laicità
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento