Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Adalberto Piovano

Ira

di Adalberto Piovano

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 184

L'ira è un "pensiero malvagio", una suggestione del male che si insinua nella mente e nel cuore e ci porta a una vita più triste e difficile. È un sentimento oggi molto diffuso, che possiamo conoscere meglio e superare grazie all'esperienza dei grandi monaci. Dell'Ira un grande autore monastico come Evagrio Pontico scriveva: "rapina della prudenza, distruzione di una condizione, confusione della natura, un modo di fare da selvaggi, una fornace del cuore, una fiamma che erutta fuori, una legge della irascibilità, collera per le offese, madre di belve, un conflitto silenzioso, impedimento alla preghiera".
11,00

Avarizia

di Adalberto Piovano

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 158

"L'amore del denaro è la radice di tutti i mali" scrive san Paolo (1Tm 6,10) San Tommaso aggiunge: "L'avarizia è amore di possedere senza misura". E san Gregorio Magno conclude che essa, impedendo allo Spirito di agire nel cuore dell'uomo, si esprime in questi sette aspetti: durezza di cuore che trattiene dal dare ai bisognosi, ansia irrequieta nel ricercare nuova ricchezza, violenza, inganno, spergiuro, frode, tradimento: tutti mezzi illeciti per impossessarsi di ricchezze. Oggi l'avarizia ha assunto dimensioni mondiali con la crisi economica globale, prodotta dall'accumulo di denaro ad opera di avventurieri senza etica che hanno messo in ginocchio l'economia del mondo.
12,00

Accidia

di Adalberto Piovano

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 168

L'accidia è il male del nostro tempo! Ma per gli antichi monaci l'accidia penetra e si nasconde in un luogo molto più profondo - il cuore - e mira a distruggere la relazione con Dio tentando di soffocare quello Spirito di gioia e di pace che dimora in noi. Sotto la guida di alcuni autori monastici (in particolare Evagrio, Cassiano e Giovann Climaco), questo volume cerca di entrare nel complesso mondo che caratterizza la lotta contro l'accidia, uno dei più temibili mali di oggi. La capacità di penetrazione del cuore umano, che ha caratterizzato monaci antichi, ci aiuta a identificare le varie maschere dell'accidia e a dare un nome alle innumerevoli manifestazioni con cui questo male intacca l'esistenza umana; la loro sapienza spirituale offre una terapia per guarire e, attravero un paziente cammino di purificazione, a ridare alla propria vita interiore il gusto e la libertà dello Spirito. Il libro fa parte di una serie dedicata agli otto pensieri malvagi, tutti scritti da Adalberto Piovano.
12,00

Ingordigia

di Adalberto Piovano

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 136

Oggi siamo spettatori di un rapporto errato, e spesso stravolto, con il cibo; e attraverso di esso notiamo una relazione ambigua sia con il proprio corpo, sia con altre dimensioni della propria vita. Le forme in cui si manifesta questa patologia sono diverse: dal cibo come puro oggetto di consumo al cibo come realtà da combattere in quanto minaccia un'idolatria del corpo; al cibo, infine, come mezzo di distruzione del proprio corpo. Tutte queste forme evidenziano una difficoltà a relazionarsi con il proprio corpo e con l'interiorità del proprio essere. Gli antichi monaci mettevano in guardia da un subdolo pericolo, all'apparenza innocuo: quello della gola. L'ingordigia con cui ci si pone in relazione con il cibo è simbolo della pretesa di possedere in sé la vita. Solo un equilibrato discernimento dei propri bisogni (di cui il cibo è metafora) permette di giungere al dominio di sé e alla libertà interiore. La terapia del digiuno aiuta ad aprire la nostra vita ai bisogni più veri e a comprendere che la vera fame è, in fondo, una dimensione dello Spirito: è la fame di Dio.Il ibro fa parte di una serie dedicata agli otto pensieri malvagi, tutti scritti da Adalberto Piovano.
11,00

Lussuria

di Adalberto Piovano

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 144

"La lussuria è concepire un'idea di voracità, rammollimento del cuore, una fornace di calori, un'accompagnatrice di idoli, un'azione infeconda, una forma adombrata, una relazione immaginata, un letto di sogni, un rapporto senza sentimento, lusinga degli occhi, impudenza dello sguardo, disonore della preghiera, vergogna del cuore, guida dell'ignoranza"; così scriveva Evagrio Pontico, a cui Adalberto Piovano si rifà in questo terzo volume della serie sugli otto "Pensieri malvagi".
11,00

Monachesimo e mondo. Testimonianze di santità laica nella tradizione spirituale russa

di Adalberto Piovano

editore: Paoline editoriale libri

pagine: 290

"Non è monachesimo la tunica nera, la berretta, e neppure la vita in monastero anche se tutto questo cambierà, il monachesimo
34,00

La qualità della preghiera cristiana

editore: Glossa

pagine: 192

La preghiera è pratica ancora oggi diffusa tra i cristiani. A questa diffusione della preghiera sembra però non corrispondere un'adeguata consapevolezza delle sue caratteristiche. Quando infatti una preghiera è una 'buona' preghiera?Per rispondere adeguatamente alla domanda è importante mettersi alla scuola di buoni maestri dello Spirito che abbiano una ricca esperienza di preghiera e che si siano a lungo impegnati nello sforzo di comprenderla.
14,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.