Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Alberto Bertoni

Poesia italiana dal Novecento a oggi

di Alberto Bertoni

editore: Marietti

pagine: 236

Rivolto soprattutto agli studenti universitari e a chi desidera farsi un'idea della poesia contemporanea, il volume ripercorre
20,00

Poesie 1980-2014

di Alberto Bertoni

editore: Aragno

12,00

Scritti da un ducato in fiamme. Delfini, D'Arzio e il Novecento

di Alberto Bertoni

editore: Corsiero editore

pagine: 155

Il titolo di questo libro richiama la raccolta di novelle con cui Carlo Emilio Gadda vinse il premio Viareggio nel 1953. Là era "per allegoria, il ducato di Milano, una zona virtuale, lontana nel tempo e nella storia, nostalgica, viscontea; ovvero il periodo del duce"; qui, similmente, è il Ducato estense nei suoi prolungamenti novecenteschi, Modena e Reggio Emilia, e i due maggiori scrittori di quelle città: Antonio Delfìni e Silvio D'Arzo. Per diverse ragioni accomunati da un destino di outsider e di "sbrancati", questi narratori hanno dialogato con le avanguardie storiche novecentesche e con la miglior tradizione letteraria anglosassone, nutrendo, come pochi altri, il loro milieu emiliano e provinciale di elementi europei. La giustapposizione di questi due profili letterari avviene sullo sfondo di una tradizione emiliana che l'autore tratteggia evocandone le propaggini che si estendono fino ai nostri giorni, nelle pagine di scrittori come Pier Vittorio Tondelli, Ugo Cornia, Francesco Guccini, Ermanno Cavazzoni e Daniele Benati. Alberto Bertoni ha rifuso in questo libro saggi scritti nell'arco di alcuni decenni: una lunga frequentazione critica delle pagine di Antonio Delfini e di quelle di Silvio D'Arzo, arricchita dalla passione delle comuni radici e della consanguineità di storie e di geografie: così, in controluce, si riconoscono in alcune di queste pagine affioramenti autobiografici delfiniani e darziani e dell'autore stesso.
17,50

La poesia contemporanea

di Alberto Bertoni

editore: Il mulino

pagine: 238

Una coinvolgente lettura critica di alcuni poeti del Novecento, dal Pasolini delle "Poesie a Casarsa" al Giudici di "Salutz", passando per Morante, Sanguineti, Merini, Bertolucci, Fortini, per finire con le voci più giovani: un canone ideale per quanti vogliono conoscere la poesia italiana del nostro tempo. Il panorama delineato sembra dare ragione al Leopardi che, per esempio nella "Ginestra", ci invita a credere a una storia fatta di partecipazioni umane e di resistenze singole affondate nella coscienza del proprio presente.
14,00

Bilancio consolidato: temi avanzati

di Alberto Bertoni

editore: Egea

pagine: 302

Il volume analizza specifici temi riguardanti la redazione del bilancio consolidato di notevole rilevanza pratica, ma di non facile soluzione: le variazioni delle percentuali di partecipazione nelle società consolidate, determinate principalmente da acquisti e cessioni di partecipazioni; i riflessi nel bilancio consolidato delle operazioni straordinarie di fusione, scissione, conferimento e cessione d'azienda, realizzate nell'ambito del gruppo o con società esterne al gruppo; il consolidamento delle partecipazioni indirette e, infine, il consolidamento delle partecipazioni reciproche. Gli argomenti vengono sviluppati nella prospettiva del duplice sistema contabile di riferimento: i principi contabili internazionali IAS/IFRS e la normativa e i principi contabili nazionali, entrambi utilizzati per la redazione dei conti consolidati, sebbene in ambiti diversi, sempre con un approccio che consenta al lettore di acquisire la logica utile ad affrontare e risolvere i problemi, anche i più complessi. Il libro è destinato a professionisti, studiosi e studenti interessati ai temi avanzati di bilancio sempre più frequenti nell'epoca dell'integrazione e della globalizzazione.
35,00

La poesia. Come si legge e come si scrive

di Alberto Bertoni

editore: Il mulino

pagine: 223

Il rapporto tra chi legge e chi scrive poesia, oggi in Italia, è circa di uno a mille. Naturalmente non è possibile insegnare a diventare poeti. Tuttavia, questo libro intende dimostrare - con esempi tratti dagli autori più grandi della tradizione occidentale, da Dante a Leopardi, da Petrarca a Ungaretti, da Baudelaire a Pessoa, da Celan a Brodskij - che un'autentica, possibile e anzi auspicabile educazione alla poesia può darsi solo se, dai primi tentativi di creazione in proprio, si impara a muovere verso l'acquisizione di una capacità vera di lettura del testo poetico. E leggere la poesia, per poi magari prendere a scriverla in prima persona secondo la competenza nel frattempo acquisita, equivale a possedere tutte le tecniche che innervano il suo "fare", le necessarie nozioni storiche, ma anche una rinnovata disponibilità all'ascolto.
12,00

Ho visto perdere Varenne

di Alberto Bertoni

editore: Manni

pagine: 104

L'autore di questo libro preferisce una poetica delle cose, che privilegia gli oggetti e le percezioni più riservate, che celebra i piaceri della vita e ne indaga anche il dolore. Tra i suoi argomenti ci sono i cavalli, l'Emilia, le osterie e le donne, trattati con il semplice gusto, tutto padano, della narrazione. Ma c'è anche la malattia, la delusione politica, gli abbandoni d'amore. Attraverso una sensualità vigile e vorace, l'autore racconta il male di vivere che tuttavia non riesce ad annullare il suo vitalismo.
10,00
12,00

Partiture Critiche

di Bertoni Alberto

editore: Pacini

24,27
20,90

Gilberto Zorio

Ediz. italiana e inglese

editore: Charta

pagine: 107

L'arte è un percorso "che non ha direzione
44,00

Dai simbolisti al Novecento. Le origini del verso libero italiano

di Alberto Bertoni

editore: Il mulino

pagine: 400

Il libro prende in esame la fase originaria del verso libero nella poesia italiana a cavallo degli ultimi due secoli. Da una parte, dunque, l'autore si concentra sul contributo anche teorico del movimento simbolista francese alla liberazione formale della nostra poesia, grazie alla mediazione di autori di sicura vocazione europea quali Pascoli e D'Annunzio, Lucini e Marinetti; dall'altra parte, egli pone l'accento su alcuni fenomeni tutti propri della tradizione italiana, tra la naturale duttilità dell'endecasillabo e la tensione polifonica del libretto di melodramma. Così all'approfondimento teorico della questione del verso libero si aggiungono diverse analisi tecniche, da cui affiora la natura non solo metrica, ma storica ed espressiva, del tema trattato.
24,79

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.