Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Alessandro Corallo

Haiti non muore. Il terremoto, Skype e le adozioni internazionali

di Alessandro Corallo

editore: Emi

pagine: 144

"I primi pensieri sono per i bambini... Non sappiamo se sono vivi né se il centro che abbiamo costruito per loro è crollato. Impossibile stare con le mani in mano, senza una risposta." Alla notizia del terremoto di Haiti del 12 gennaio 2010, un redattore di Striscia la notizia si mobilita immediatamente. La tragedia lo tocca da vicino, a motivo della sua decennale frequentazione di quel paese pieno di incanti e di miserie. È solo grazie a Skype che nei primi giorni riesce a comunicare con gli amici haitiani. Due mesi dopo sarà sui luoghi per partecipare al completamento di un nuovo progetto: cento bambini abbandonati nella capitale distrutta vengono accolti nel centro di accoglienza realizzato dall.Anpil nella città di Port-de-Paix. Nella sua appassionata cronaca del dopo terremoto, l.Autore ci apre gli occhi anche sulla problematica delle adozioni. E testimonia la costante ed efficace dedizione di volontari e missionari.
10,00

Matt e Splatch

Nel regno di Sottoterra

di Corallo Alessandro

editore: Falzea

pagine: 364

Matthew dodici anni, si è trasferito da poco nella cittadina di Villevil, nel Wyoming, nord ovest degli Stati Uniti d'America
15,00

Ad Haiti si nasce ultimi. La vera storia di Théophile e di altri bambini

di Alessandro Corallo

editore: Emi

pagine: 160

Il racconto inizia nelle periferie di questo paese martoriato, tra i più poveri dell'America Latina. I sentimenti e l'impegno dell'Autore si intrecciano con la dura vita quotidiana dell'isola. Ad Haiti ci sono davvero le spiagge incantate dei depliant pubblicitari, ma anche discariche a cielo aperto, miseria, fame, malnutrizione, e malattie come dissenteria, tubercolosi, polmonite, morbillo continuano a seminare morte tra la gente. Su mille nati, il 12% non raggiunge i cinque anni di età. A causa dell'incandescente clima politico e delle violenze che attraversavano il paese, il Ministero degli Esteri italiano consigliava di recarsi ad Haiti solo per ragioni improrogabili. I volontari ne hanno sempre avute a centinaia.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.