Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Andrea Vitali

Dato il mortal sospiro

editore: Cinquesensi

pagine: 84

I Vitali sono due
16,50

Nome d'arte Doris Brilli. I casi del maresciallo Ernesto Maccadò

di Andrea Vitali

editore: Garzanti

pagine: 259

La notte del 6 maggio 1928, i carabinieri di Porta Ticinese a Milano fermano due persone per schiamazzi notturni e rissa
13,00

Bella zio. Il romanzo di formazione di Beppe Bergomi

di Andrea Vitali

editore: Piemme

pagine: 288

A 16 anni Beppe Bergomi, con quei folti baffi, sembrava già un adulto: lo chiamavano "zio" e tale è rimasto nella memoria dei
9,90

Documenti, prego

di Andrea Vitali

editore: Einaudi

pagine: 111

È notte
13,00

Viva più che mai

di Andrea Vitali

editore: Garzanti

pagine: 548

Il soprannome che hanno dato a Ernesto, «Dubbio», parla da solo
13,00

Sotto un cielo sempre azzurro

di Andrea Vitali

editore: Garzanti

pagine: 176

La fortuna di Mattia si chiama Zaccaria
16,60

Gli ultimi passi del sindacone

di Andrea Vitali

editore: Garzanti

pagine: 239

Attilio Fumagalli è un uomo pingue, anzi di più, soffre di obesità androide, nel senso che il grasso ce l'ha tutto attorno all
12,00

Certe fortune. I casi del maresciallo Ernesto Maccadò

di Andrea Vitali

editore: Garzanti

pagine: 420

Alle prime ore del 5 luglio 1928, come concordato, Gustavo Morcamazza, sensale di bestiame, si presenta a casa Piattola
19,00

Arie balcaniche

editore: Cinquesensi

pagine: 78

Ci sono due anime narrative in Andrea Vitali. Una più nota e largamente apprezzata, che lo annovera fra quel genere di scrittori che prestano il loro immaginario letterario al proprio piccolo mondo quotidiano, riconoscendo alla forza del Genius Loci un valore universale. [...] Una molto diversa e più recente che gli sta svelando un'altra parte di sé. [...] Anima più complessa, indefinita, criptica, che a differenza dell'altra sembra lavorare per simboli, per archetipi, per percorsi alogici, abbracciando l'etereo, la surrealtà,il misterioso. [...] Questo senso d'indistinto, inconscio procedere del narrato libera la mano di Giancarlo Vitali in un'affannata e spesso sorprendente ricerca di volti e di espressioni interiori, quasi apparizioni dei nostri fantasmi, talvolta irridenti, talvolta semplicemente attoniti, talvolta imprevedibilmente sinistri. Volti che poi si raccolgono in gruppi umani sospinti e sbandati dal loro stesso andare verso nessuna vera meta, piuttosto verso una deriva, un oblio o un girone infernale che già il potere, qualsiasi esso sia, ha in serbo per loro.
18,00

A cantare fu il cane

di Andrea Vitali

editore: Garzanti

pagine: 421

La quiete della notte tra il 16 e il 17 luglio 1937 viene turbata a Bellano da un grido di donna
13,00

Una finestra vistalago

di Andrea Vitali

editore: Garzanti

pagine: 359

Di Arrigoni Giuseppe ce ne sono tanti a Bellano, un paese sul lago di Como
5,00

Gli ultimi passi del sindacone

di Andrea Vitali

editore: Garzanti

pagine: 239

Attilio Fumagalli è un uomo pingue, anzi di più, soffre di obesità androide, nel senso che il grasso ce l'ha tutto attorno all
18,60

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.