Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di C. G. Cortese

Psicologia delle organizzazioni

di C. G. Cortese

editore: Cortina raffaello

pagine: 359

Quali dinamiche, comportamenti e processi collettivi determinano l'agire dei singoli e dei gruppi nei contesti organizzativi?
34,00

L'emigrazione italiana in Francia dal 1876 al 1976. Uno sguardo d'insieme

di Antonio Cortese

editore: Tau

pagine: 64

In continuità con uno studio precedente dello stesso autore dal titolo «L'emigrazione italiana dal 1876 al 1976
10,00

Virgilio o la terra del tramonto

di Cortese Stefano

editore: Milena edizioni

pagine: 276

Napoli, anno 1156
15,00

Antico Egitto. Arte, storia e civiltà

editore: Giunti Editore

pagine: 240

La civiltà egizia, unica nel Mediterraneo, si è sviluppata per oltre tremila anni mantenendo sempre intatta la propria identit
24,00

La selezione del personale. Come scegliere il candidato migliore ai tempi del web

editore: Cortina raffaello

pagine: 230

Ogni organizzazione mira ad assumere i candidati migliori, così come ogni candidato aspira a esprimersi al meglio delle propri
22,00

Coordinamento Amministrativo. Dinamiche E Interpretazioni (il)

di Cortese Fulvio

editore: Angeli

pagine: 224

Il modo con cui le diverse amministrazioni si rapportano reciprocamente e condividono tempi, modalita` e contenuti della loro
30,00

Dialogo su anarchia e libertà nell'era digitale

editore: Eleuthera

pagine: 67

Dopo essere stati espulsi nello stesso giorno dalla Francia per la loro partecipazione al Maggio 1968, Castells e Ibànez riprendono il dialogo interrotto per capire come mai l'anarchismo, già protagonista di quel Maggio, sia nuovamente in sintonia con il rapido mutamento che segnala l'avvento della società dell'informazione. Un mutamento che gli attori politici tradizionali non riescono a interpretare proprio perché non si propongono di cambiare il mondo, ma al più di gestirlo. E non è questa la domanda sociale contemporanea, che oggi mutua dalla Rete le modalità di azione e comunicazione. Superata l'atomizzazione individualista propria del liberalismo, una fitta trama di reti interindividuali sta oggi plasmando dal basso l'ambito del politico, mettendo radicalmente in discussione il tradizionale ruolo di leader e partiti. Un sovvertimento dell'ordine politico, ci dicono i due autori, che rimanda direttamente all'anarchismo. Postfazione di Andrea Staid.
7,00

Quanti sono i domani passati

di Valentina Cortese

editore: Mondadori

pagine: 190

"Sono un'attrice vecchio stile, con la voce flautata. Nella vita, lo so, cerco di fare il clown, cerco di tenermi questa etichetta che mi hanno messo addosso della diva un po' evanescente, e che in fondo mi va bene, mi protegge e mi fa comodo." Così si descrive Valentina Cortese, un mito del teatro e del cinema di tutto il mondo. E la sua vita, raccontata in questo libro, sembra quasi una favola hollywoodiana, che inizia allo scoccare del nuovo anno in una Milano d'altri tempi, per passare alle rive dell'Adda imbiancato, fino a Torino, Roma, Cinecittà, Hollywood, e poi al palcoscenico del Piccolo Teatro. Una storia di grandi amori con uomini altrettanto grandi: Victor de Sabata, Giorgio Strehler; di incontri e amicizie straordinarie: da Fellini a Marilyn Monroe, da Truffaut ad Alda Merini. "Quando penso ai momenti della mia vita vedo il teatrino costruito da papà Giuseppe, vedo il sorriso di Paolo Grassi quando era già nella clinica di Londra malato di cuore, vedo il sorriso di Marcello Mastroianni quando gli avvolsi una sciarpona di cachemire gialla al collo mentre andava verso il Teatro Manzoni, vedo la mano di Victor che conduce il Tristano e Isotta, vedo ogni primo passo compiuto per entrare in scena. Ho cominciato che ero una bambina, gli anni sono passati e ancora adesso mi sento una bambina, una bambina a cui piace sfidare il domani."
18,00

Leader e follower nei gruppi di lavoro

editore: Giappichelli

pagine: XII-171

Tutti noi esercitiamo un'influenza sugli altri, nella vita quotidiana e nelle organizzazioni dove lavoriamo
17,00

Tempo Della Fine

di Cortese Enzo

editore: Franciscan printing press (ed.terra santa)

Su iniziativa e a cura dello studium biblicum franciscanum - facolta` di scienze bibliche e archeologia di gerusalemme, esce i
22,50

Il primo Zanichelli di inglese

editore: Zanichelli

pagine: 1032

L'opera mette in primo piano le esigenze della scuola, facilita l'apprendimento, la comprensione dei testi e la scrittura
21,50

Scritti giornalistici. «Il Giornale» 1944-1957

di Guido Cortese

editore: Rubbettino

pagine: 425

Con Guido Cortese la stagione del liberalismo italiano ha conosciuto una delle sue fioriture più belle. Bella, di quella bellezza che si accende in una circostanza sola: quando c'è perfetta rispondenza tra l'opera di un uomo e i suoi ideali. E là dove questi ideali muovano dall'afflato di un convincimento religioso (in Cortese la libertà individuale prendeva calore di fede), allora non c'è rotondità diplomatica che tenga. Da qui questi scritti giornalistici che ancora oggi si lasciano ammirare per la gagliardia degli argomenti opposti sia alle insidie della clerocrazia nera sia alle prepotenze del totalitarismo rosso. Nondimeno, sgombrato il campo dalle frenesie totalitarie, Cortese fu sempre fraterno con il grido di giustizia che sollevava il petto degli umili e dei poveri. Nella sua sensibilità di "liberale coerente", infatti, rimaneva bensì vero che la giustizia senza la libertà avrebbe inaugurato la tirannia; ma non era meno vero che senza la giustizia la libertà si sarebbe rattrappita nel privilegio, perdendo con ciò stesso ogni luce di nobiltà. Ed è anche per questo che i suoi articoli non debbono cadere dalla nostra memoria.
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.