Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di C. Giardini

Che cosa resta dell'onore. Perché ne abbiamo ancora bisogno

di Francesca Giardini

editore: Il mulino

pagine: 140

Virtù, diritto, dovere, oppure rinuncia obbligata? Cosa è rimasto nella nostra cultura, nella nostra quotidianità di questo co
11,00

La tentazione della vendetta

di Francesca Giardini

editore: Il mulino

pagine: 140

La vendetta è presente nella vita quotidiana di tutti noi, nonostante la pessima fama di cui gode e il biasimo verso chi la pratica. Stigma sociale e sanzioni legali non sono però sufficienti a cancellare il desiderio di veder soffrire chi ci ha fatto soffrire. Ma cosa significa vendicarsi? Quali i costi e i benefici per il singolo e la società? Mentre illustra i meccanismi psicologici della vendetta, il libro spiega a quali bisogni risponde questo comportamento e come mai è così difficile evitarlo.
11,00

Vedrai che uno arriverà. Il ciclismo fra inferni e paradisi

editore: Absolutely Free

pagine: 135

Mancavano quattro giorni alla Roubaix. "Le strade su al Nord sono un disastro. Se il brutto tempo continua, sarà dura. Potrebbe non arrivare neanche un corridore". "Ma no, vedrai che uno arriverà". Il ciclismo raccontato attraverso i luoghi resi immortali dai campioni e dalle loro imprese: dalla foresta di Arenberg alle pietre di luna del Ventoux, dal Puy-de-Dôme con i suoi misteri al Gavia che ti cambia la vita; e poi il vento di sale del Poggio, la leggenda del Grammont, i tornanti dell'Alpe d'Huez; ma anche il Sestriere di Napoleone, di Giulio Cesare e di Chiappucci e il Mortirolo, la salita che fa paura soltanto a evocarla. Luoghi che sono entrati nel mito, portandosi dietro i loro campioni: da Merckx a Bugno, da Poulidor a Gimondi, da Massignan a Pantani.
13,00

Teatro Valle occupato. La rivolta culturale dei beni comuni

editore: DeriveApprodi

pagine: 95

Dalle piazze spagnole a quelle arabe, da occupywallstreet alla primavera italiana dei referendum, mobilitazioni e tumulti superano la dimensione della protesta ed esprimono il bisogno di una reale alternativa sociale. Al Valle, il più antico Teatro di Roma, si respira lo stesso anelito. La sua occupazione, a opera di lavoratrici e lavoratori dello spettacolo, sperimenta un nuovo modello di produzione culturale nel tentativo di superare governance amministrativa e logica del profitto privato. La "Fondazione Teatro Valle Bene Comune" è infatti la prima istituzione di rilevanza europea a essere gestita secondo un principio di autogoverno. Un prototipo riproducibile in settori diversi: dai musei ai centri di ricerca, dalle scuole agli ospedali. Lo statuto della "Fondazione Teatro Valle", che trascrive in forma giuridica la rivendicazione di un "bene comune", presenta due elementi radicalmente innovativi: la gestione partecipata della cittadinanza e l'autogoverno delle lavoratrici e dei lavoratori dello spettacolo. Sui contenuti e la valenza di questo statuto, nel libro vengono chiamati a esprimersi, oltre agli occupanti, il giurista Ugo Mattei, la filosofa Federica Giardini e il drammaturgo Rafael Spregelburd.
5,00

L'America Latina nel XXI secolo

Nazioni, regionalismo e globalizzazione

di Giardini G. Luca

editore: Carocci

pagine: 155

L'America Latina che si affaccia al XXI secolo è un continente vario, ricco di storia, cultura e in piena sperimentazione poli
14,40

Relazioni

Differenza sessuale e fenomenologia

di Giardini Federica

editore: Luca sossella editore

pagine: 206

Essere e avere un sesso fa differenza? Dalla seconda metà del Novecento molte donne e alcuni uomini hanno risposto di si
12,00

Pesaro. Museo civico

editore: CALDERINI

pagine: 136

25,82

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento