Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Carlo Bordoni

L'eredità di Bauman. Dal postmoderno al pensiero liquido

di Carlo Bordoni

editore: Armando Editore

pagine: 143

Questo volume si propone di offrire un'analisi del pensiero di Bauman, dalla fase della postmodernità alla teorizzazione della
15,00

Il paradosso di Icaro. Ovvero la necessità della disobbedienza

di Carlo Bordoni

editore: Il Saggiatore

pagine: 352

L'uomo è la più tronfia, superba e tracotante delle creature
21,00

Fine del mondo liquido. Superare la modernità e vivere nell'interregno

di Carlo Bordoni

editore: Il Saggiatore

pagine: 156

Lo stato di crisi delle società occidentali sembra ormai irreversibile: nello spaesamento e nell'insicurezza del caos globale,
17,00

Uguaglianza. Crisi di un'utopia moderna

di Carlo Bordoni

editore: Castelvecchi

pagine: 96

La crisi economica ha riportato in primo piano le differenze sociali, riproponendo l'antica questione della disuguaglianza come occasione mancata della democrazia. Solitamente attribuita alle scelte sbagliate della politica economica e alla liberalizzazione della finanza, la disuguaglianza economica affonda senz'altro le sue radici nella crisi di banche e governi, ma anche nelle mutate relazioni sociali. La globalizzazione ha livellato le differenze tra le nazioni, avvicinando i Paesi emergenti a quelli più avanzati, ma aumentando le differenze interne. Da una parte si tende al riconoscimento delle diversità, dall'altra si diffonde la disuguaglianza, con effetti sociali devastanti. Il libro di Carlo Bordoni propone un'analisi delle implicazioni a breve, medio e lungo termine del fallimento della promessa di uguaglianza.
12,50

Stato di paura

di Carlo Bordoni

editore: Castelvecchi

pagine: 189

La paura è oggi uno dei tratti più inquietanti delle società globalizzate. Carlo Bordoni, in un serrato confronto con la visione baumaniana della "società liquida", analizza la fenomenologia e gli effetti del più antico sentimento del mondo sul tessuto connettivo della contemporaneità. La dissoluzione dell'ottimismo che aveva dominato gli ultimi anni del Novecento, sull'onda della più grave crisi economica, ha lasciato spazio a molteplici forme di paura: dell'invasione, dell'esclusione, dell'alterità; a vere e proprie forme di nostalgia per le società "solide" e, addirittura, per le società autoritarie, garanti della sicurezza e della stabilità seppure al prezzo della libertà. Con una Postfazione di Zygmunt Bauman.
17,50

Immaginare il futuro. La società di domani vista dagli intellettuali di oggi

di Carlo Bordoni

editore: Mimesis

pagine: 171

Questo libro vuole essere una "fotografia" del presente, della società agli inizi del terzo millennio, rispetto all'immagine del suo futuro. Una fotografia in prospettiva, un campo lungo, che parte dalle difficoltà, dalle incertezze, dallo stato di crisi del presente per guardare lontano. Per farlo abbiamo rivolto la stessa domanda - "Come immagini la società di domani?" - a un gruppo di intellettuali, filosofi, scienziati, sociologi, critici, storici, etologi, psicologi, politologi. Alcuni hanno accettato con entusiasmo, altri hanno ritenuto opportuno avvalersi della facoltà di non rispondere. La difficoltà a soffermarsi a riflettere sul futuro del mondo in cui viviamo tradisce il timore di guardare avanti, oltre i limiti fisici e mentali del proprio orizzonte. Perfettamente in linea con lo spirito odierno, permeato d'incertezze, che spinge ad aggrapparsi al presente, di cui si conoscono almeno i contorni e le problematiche.
16,00

Stato di crisi

editore: Einaudi

pagine: 198

Oggi la crisi è al centro del dibattito pubblico. Nel tentativo di analizzarne le cause e ipotizzarne le conseguenze sul lungo periodo, siamo portati a paragonarla alla Grande Depressione. Ma c'è una differenza cruciale che distingue il malessere attuale dalla crisi degli anni Trenta: non abbiamo più fiducia nella capacità dello Stato di risolvere la situazione e individuare una via d'uscita. Nel mondo sempre più globalizzato, agli Stati nazionali è stato sottratto gran parte del potere di agire. E, poiché molti dei problemi da fronteggiare nascono a livello sovranazionale, l'entità delle forze a disposizione degli stati-nazione non è sufficiente per venirne a capo. Questo divorzio tra potere e politica produce un nuovo tipo di paralisi: indebolisce l'attività d'intervento e riduce la fiducia collettiva nella capacità dei governi di mantenere le loro promesse. L'impotenza degli esecutivi accresce il cinismo e il sospetto dei cittadini, innescando una triplice crisi: della democrazia rappresentativa, della fiducia nella politica e della sovranità dello Stato.
18,00

La società insicura. Convivere con la paura nel mondo liquido

di Carlo Bordoni

editore: Aliberti

pagine: 207

Viviamo in un mondo globalizzato fondato sull'insicurezza, sempre più caratterizzato dalla paura e dall'incertezza, vissute con inconsapevole superficialità. La precarietà dell'esistenza è divenuta una modalità di vita accettabile. Le società "liquide" provano nostalgia per le società "solide", dove la sicurezza era garantita da governi autoritari. L'alternativa è un ritorno al passato? Contiene una conversazione con Zygmunt Bauman.
13,00

Dal sublime ai nuovi media. Arte, estetica, società

di Carlo Bordoni

editore: Felici

pagine: 304

Questo libro non vuole essere una storia dell'estetica non convenzionale, ma un excursus attraverso alcuni temi e problematiche fondamentali della disciplina, usando una metodologia trasversale, dove dare risalto ai riferimenti, ai collegamenti, alle grandi linee di sviluppo del pensiero. Un libro pensato per tutti coloro che hanno voglia di conoscere e d'imparare, ma che spesso si trovano ostacolati da parole incomprensibili, dentro le quali si perde il nucleo fondamentale del pensiero di un autore o la linea di sviluppo di una tendenza.
16,50
23,00

Società digitali. Mutamento culturale e nuovi media

di Bordoni Carlo

editore: Liguori

pagine: 240

Nel profondo mutamento culturale che coinvolge la crisi della scrittura, lo scenario che si prospetta nel nostro immediato fut
16,99

Stephen King. La paura e l'orrore nella narrativa di genere

di Carlo Bordoni

editore: Liguori

pagine: 248

Il suo mondo fantastico affonda le radici nei ricordi dell'infanzia e dell'adolescenza, nella musica, nel cinema, nella pulp fiction, nella cultura popolare del dopoguerra, nelle piccole cittadine del Maine, che divengono il teatro privilegiato della messinscena dell'orrore, ma anche di straordinarie storie picaresche che si rifanno alla grande tradizione americana del romanzo di formazione. Carlo Bordoni analizza in questo saggio l'opera complessiva di King, dai primi lavori degli anni Settanta ai titoli appena dati alle stampe. L'analisi di un fenomeno editoriale, di un successo personale costruito con determinazione, ma anche una costante ricerca dell'affermazione del piacere della scrittura come modus vivendi.
21,49

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.