Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Carlo Sini

Lo specchio di Dioniso. Quando un corpo può dirsi umano?

editore: Jaca Book

pagine: 106

Il nostro è il secolo della biologia, perché la biologia, come potrebbe dire Husserl, è la scienza delle decisioni ultime ed è
16,00

La vita dei filosofi

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 151

Anche la conoscenza, disse Nietzsche, ha una vita e una storia
18,00

Il gioco della verità. Semiotica ed ermeneutica

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 445

Nel "Gioco della verità" si delineano la forma e gli effetti di una svolta entro la cornice intrecciata di "Semiotica ed ermen
40,00

Trittico

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 72

La vita, il sapere della vita e, tra vita e conoscenza, il discorso quotidiano
12,00

Filosofia teoretica

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 128

Cosa può oggi e oggi anzi deve la filosofia teoretica? In quanto etica del pensiero e sua possibilità trasformativa, deve rior
12,00

Picasso. Della guerra e della pace

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 157

Sul tema della Guerra e della Pace sono messe a confronto le opere di un pittore che ha percorso il XX secolo, Pablo Picasso,
50,00

Il comico e la vita

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 77

Il fenomeno della comicità ha aspetti molteplici che mal si prestano a una definizione unitaria
14,00

Lo spazio del segno. Semiotica ed ermeneutica

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 472

Le Opere di Carlo Sini sono un progetto editoriale di ampio respiro
35,00

Inizio

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 229

L'idea di un nuovo inizio per la filosofia è al centro del percorso di questo libro, contrassegnato da tre grandi aree tematiche. Anzitutto il confronto con la scienza a partire da quello che Husserl, al termine della vita, chiamò "un piccolo inizio". Poi l'analisi del potere invisibile delle cose e delle azioni, con il suo intreccio imprevedibile e gli effetti di ritorno sulle metamorfosi dei viventi, sui loro contesti di senso e sui nostri pensieri. Infine il grande tema dei discorsi come luogo primario del processo di ominizzazione e del cammino plurimillenario della cultura, caratterizzata oggi dall'esigenza di una "nuova alleanza" tra sapere filosofico, impresa scientifica e figure culturali operanti in varie forme sul pianeta. Questo chiarimento delle figure del sapere e dello stesso procedere della filosofia in base alla dinamica dei discorsi mira a cancellare quel dualismo cartesiano mente-corpo che ancora domina sottilmente l'organizzazione ideologica della grande impresa della conoscenza. La costruzione della oggettività scientifica in cammino trova qui il suo definitivo chiarimento di senso, grazie all'originale interpretazione del carattere strumentale del lavoro umano e della sua natura originariamente tecnica.
15,00

L'alfabeto e l'Occidente. Vol. 3/1: La scrittura e i saperi.

La scrittura e i saperi

di Sini Carlo

editore: Jaca Book

pagine: 473

Il terzo volume delle Opere di Sini (La scrittura e i saperi) è interamente dedicato al nodo che stringe le forme, i supporti
35,00

Enzo Paci. Il filosofo e la vita

di Carlo Sini

editore: Feltrinelli

pagine: 141

Come si definisce l'eredità nel campo del pensiero e della filosofia? Qual è il lascito ideale di uno dei più importanti filosofi italiani del secolo scorso come Enzo Paci? Il rapporto tra maestro e allievo rivive nel ricordo dell'erede Carlo Sini, per il quale Enzo Paci (1911-1976) è stato uno dei più significativi e originali filosofi italiani della seconda metà del Novecento. Allievo di Antonio Banfi, ha insegnato nelle Università di Pavia e di Milano. Già nei primi anni quaranta si segnalò, con Luigi Pareyson e Nicola Abbagnano, come protagonista dell'esistenzialismo italiano. Seguì la fase del "relazionismo" con la fondazione della rivista "aut aut" nella quale la filosofia dialogava a tutto campo con l'arte, la letteratura, l'architettura, la scienza, l'economia. Fu allora che Paci ripropose la fenomenologia husserliana come filosofia guida del nostro tempo, coniugandola negli anni sessanta con il marxismo umanistico, in collaborazione con Jean-Paul Sartre e Maurice Merleau-Ponty. In questa fase, culminata con la pubblicazione del capolavoro di Paci ("Funzione delle scienze e significato dell'uomo", del 1963), si colloca la collaborazione di Carlo Sini, allievo e assistente di Paci alla Statale di Milano e poi suo successore dal 1976. Sini in questo libro ripercorre, sul filo della memoria, il suo rapporto con il maestro e con l'eredità culturale e umana che ne è derivata.
14,00

Del viver bene

di Carlo Sini

editore: Jaca Book

pagine: 171

La favola delle api di Mandeville è il punto di partenza del percorso del libro, un percorso che affronta i problemi posti dalla rivoluzione industriale, dal capitalismo moderno e dalla economia del mercato globalizzato. L'indagine va alle radici della formazione dell'individuo sociale, disegnandone la genealogia attraverso le strutture del sacrificio, del dono e dello scambio, in base alla relazione tra denaro, sapere e scrittura e alla conseguente, fatale, mercificazione dei rapporti umani. Il senso del "viver bene" (il buen vivir degli Indios) pone altresì una domanda urgente su possibili economie e politiche alternative o correttive rispetto all'oggi prevalente via del neoliberismo capitalistico: una correzione di rotta che si proponga la salvaguardia della biodiversità e delle differenti tradizioni culturali del pianeta, e soprattutto e in generale l'affermazione dei diritti della vita "della nostra matre Terra, la quale ne sustenta et governa".
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.