Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Daniele Benati

Silenzio in Emilia

di Daniele Benati

editore: Quodlibet

pagine: 252

Dopo che uno è morto continua a vagare in terra più o meno nei luoghi che abitava, senza sapere di essere morto, e con in testa le ossessioni che l'hanno perseguitato da vivo. Questo più o meno il panorama generale e piuttosto insolito del libro di Daniele Benati. Ma succede che le cose qualsiasi e banali, viste dall'aldilà, diventano visioni come quelle dantesche, e l'ordinario si rivela come la cosa più immaginifica che esista. Come in tutti gli altri suoi libri, quello che colpisce di Benati sono le intensità comiche delle sue frasi, sempre su uno humour violento e paranoico, come quello di certi personaggi nell'Amarcord di Fellini. "Questi racconti", ha scritto Gianni Celati, "ci portano in una dimensione ormai quasi scomparsa dalla narrativa in auge ai nostri tempi: non c'è più niente di soggettivo, qui è tutto un circolare di voci, una comunanza di sogni, visioni e apparizioni che formano un intelletto collettivo."
14,00

Baltica 9

Guida ai misteri d'oriente

editore: Laterza

pagine: 171

Noi il primo consiglio che diamo - anche in altre guide che abbiamo scritto è sempre quello di montare alla cieca sul primo tr
10,00

Annibale Carracci e il vero

di Daniele Benati

editore: Mondadori Electa

pagine: 96

15,00

Un altro che non ero io

di Daniele Benati

editore: Aliberti

pagine: 237

Dieci racconti a coppie e un'opera teatrale, sotto il segno di personaggi che partono per un viaggio, si perdono a metà e fini
15,00

Cani dell'inferno

di Benati Daniele

editore: Feltrinelli

pagine: 249

In una città americana, che potrebbe somigliare a quella di Blade Runner, c'è un ristorante McDonald's frequentato soltanto da
14,00
89,00

Collezionisti si nasce. La galleria di Matteo Campori a Modena

editore: Franco Cosimo Panini

pagine: 128

Il volume è il catalogo dell'esposizione di Rocca di Vignola (dicembre 1996 giugno 1997) e ricostruisce la quadreria di uno dei più interessanti collezionisti vissuto a Modena tra i due secoli. Non sono solo raccolte le opere (oggi proprietà del Museo Civico modenese) ma è ampiamente illustrata la figura di Campori e il suo stesso museo è riprodotto in un "percorso per immagini" che ha il sapore di una vera e propria visita ricostruita a partire da una serie fotografica d'epoca.
21,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.