Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Denis Diderot

Opere filosofiche, romanzi e racconti. Testo francese a fronte

di Denis Diderot

editore: Bompiani

pagine: 3264

Denis Diderot (1713-1784) è un pensatore che ha conosciuto un controverso destino di oblio o di sottovalutazione della portata
80,00

Il nipote di Rameau

di Denis Diderot

editore: Edizioni clandestine

pagine: 111

"Il nipote di Rameau" è un dialogo satirico nel quale Diderot discute su questioni di etica ed estetica
7,50

Il sogno di D'Alembert-Il sogno di una rosa

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 179

«A memoria di rosa, non si è mai visto morire un giardiniere»
10,00

Il nipote di Rameau. Testo francese a fronte

di Diderot denis

editore: Marsilio

pagine: 269

Che faccia bello o cattivo tempo il filosofo, che ha l'abitudine di passeggiare alle cinque di pomeriggio seguendo i suoi pens
18,00

Arte, bello e interpretazione della natura

di Diderot Denis

editore: Mimesis

pagine: 198

Tra le menti più brillanti del secolo dei lumi, coautore della grande "Enciclopedia", Diderot ha riflettuto profondamente sui
16,00

Supplemento al viaggio di Bouganville

di Denis Diderot

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 132

Nell'aprile 1768 aveva soggiornato a Tahiti un barone francese, Louis-Antoine de Bougainville, capitano di vascello della Marina regia e protagonista del primo periplo del mondo compiuto da un francese. Su questo soggiorno nell'isola polinesiana il colto e spegiudicato capitano, allievo del matematico e filosofo illuminista d'Alembert, scrisse le pagine più suggestive di quel "Viaggio intorno al mondo" apparso nel 1771 a Parigi e ricco di importanti conoscenze di carattere cartografico su quelle terre lontane e misteriose. Al fascino di quelle pagine non si sottrasse Denis Diderot (1713-1784), il quale, nonostante fino ad allora si fosse dimostrato critico sulle meraviglie dello stato di natura, dedicò una recensione al Viaggio del capitano francese, per poi, nel 1772, terminare il "Supplemento al Viaggio di Bougainville", oggi riproposto nella cura e nella traduzione di Antonio A. Santucci, studioso gramsciano prematuramente scomparso nel 2004. Il libro - di notevole interesse per lo studio dell'immagine europea del mondo non occidentale - è costruito sotto forma di dialogo e presenta alcune delle problematiche più care a Diderot. "L'importanza storica dei viaggi in periodo illuministico, l'interesse scientifico per le nuove scoperte geografiche, il problema già affacciatosi con Montaigne di una molteplicità di culture non scandite nel tempo, ma coesistenti nello spazio... Postfazione di Donatello Santarone.
14,00

Sulla libertà della stampa

di Denis Diderot

editore: La vita felice

pagine: 256

Quanto allo scritto Sulla libertà della stampa, alla Lettera, oltre alla testimonianza storica, oltre alla possibilità che offre di esaminare le fondamenta di problemi ancora attuali, rimangono in più innumerevoli, affascinanti osservazioni...
13,50

Siamo tutti libertini

Lettere a Sophie Volland. 1759-1762

di Diderot Denis

editore: Archinto

pagine: 185

Nella conversazione tutto si collega; solo che talvolta è assai difficile ritrovare gli anelli impercettibili che hanno congiu
15,00

Il paradosso sull'attore

di Denis Diderot

editore: Pgreco

pagine: 149

"Non esiste opera di Diderot più letta, più commentata, più contestata e più sicura di sopravvivere
12,00

Il nipote di Rameau

di Denis Diderot

editore: Quodlibet

pagine: 163

Questo personaggio mezzo matto di Rameau è un musicista fallito, nipote del grande musicista Philippe Rameau; ed è fallito un po' in tutto, col problema ogni giorno di trovare un invito a pranzo, se no non si mangia. Aspirerebbe a fare il buffone di corte, se questo ruolo ancora esistesse; ma anche in qui è un fallimento, e fa solo il cortigiano minore tra gli altri cortigiani che mangiano alla tavola delle ricche famiglie di una Parigi settecentesca, piccola e pettegola. L'incontro tra Rameau e Diderot è immaginato nel 1761, in un caffè di giocatori di scacchi; dove si sviluppa un dialogo in cui Rameau espone la sua filosofia universale, che tutto alla fine nel mondo si riduce a sterco, trovar da mangiare e andare di corpo, su questo piano l'umanità è tutta uguale, e anche le grandi imprese, gli eroismi, le grandi opere sono modi di risolvere lo stesso problema dell'andare (possibilmente ogni giorno) di corpo.
12,50

I gioielli indiscreti

Ediz. integrale

di Diderot Denis

editore: Newton compton

pagine: 235

I gioielli indiscreti (scritto, secondo la leggenda, per una scommessa tra l'autore e Madame de Vandeul) è il primo romanzo di
6,00

I gioielli indiscreti

di Denis Diderot

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 325

Per intrattenere l'annoiato sultano Mangogul, la favorita Mirzoza suggerisce di convocare il saggio Cucufa. Il mago consegna a Mangogul un anello che ha il potere di indurre qualunque donna a confessare le proprie avventure amorose. Non si esprimeranno con la bocca bensì "con la parte più sincera che si trovi in loro, e quella che ne sa di più circa quanto tu desideri conoscere". In un'atmosfera orientaleggiante, ma con chiari riferimenti alla realtà contemporanea, Diderot costruisce un romanzo licenzioso, di un erotismo esplicito e senza ipocrisie ma anche un'implacabile e divertente satira sulla società francese nell'epoca dei Lumi e dell'assolutismo di Luigi XV.
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.