Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Elie Wiesel

Maestri e leggende del Talmud

di Elie Wiesel

editore: Giuntina

pagine: 300

Per affrontare un'opera complessa e profonda come il Talmud si rende necessaria una guida sapiente che conosca bene la strada,
20,00

Il mondo sapeva. La Shoah e il nuovo millennio. Ediz. italiana e francese

di Elie Wiesel

editore: Giuntina

pagine: 76

Nell'ottobre del 1999, nell'aula magna dell'Università di Friburgo, Elie Wiesel pronuncia un discorso incentrato sul rapporto
8,00

Le porte della foresta

di Wiesel Elie

editore: Giuntina

pagine: 253

Gregor, il protagonista di questo romanzo, deve affrontare quattro prove, una per stagione, come quattro sono le stagioni dell
16,50

L'alba

di Elie Wiesel

editore: Guanda

pagine: 85

Palestina, una calda sera d'autunno, un anno imprecisato tra la fine della Seconda guerra mondiale e il riconoscimento dello stato d'Israele. La resistenza ebraica lotta in Terra Santa contro il mandato britannico. Gli inglesi impiccheranno all'alba il prigioniero David ben Moshe, e i clandestini ebrei hanno deciso che, nello stesso momento, risponderanno giustiziando a loro volta un ostaggio, il capitano John Dawson. L'ingrato compito tocca al giovanissimo Elisha, emigrato in Palestina dopo aver vissuto l'inferno dei lager nazisti e dopo aver perso la sua famiglia. Durante la lunga notte che precede l'esecuzione, la mente del ragazzo è visitata dai ricordi: Elisha vede suo padre, sua madre, il suo maestro e il bambino che lui era. Le loro ombre sono lì, nel nascondiglio della resistenza, non per condannare l'atto che sta per compiere, ma perché il dramma di Elisha è il dramma di un'intera civiltà e di tutto un popolo. Un popolo che, per sopravvivere, dovrà imparare l'odio e la guerra. Narrato in uno stile scarno, di grande potere allusivo e metaforico, il tragico passaggio dal ruolo di vittima a quello di carnefice si dilata fino ai confini di una più ampia riflessione: sul destino dell'uomo, sul come e sul quanto la presenza di Dio possa influire su tale destino.
12,00

Il mendicante di Gerusalemme

di Elie Wiesel

editore: Terra Santa

pagine: 208

Giugno 1967, Muro Occidentale di Gerusalemme. All'indomani della Guerra dei sei giorni, Wiesel vede sfilare migliaia di uomini e donne, "in uno strano raccoglimento". E confusi tra quei volti prendono vita i personaggi di questo romanzo, composto di getto in quell'anno, come un impetuoso flusso di coscienza nel quale si mescolano la realtà e la finzione, la memoria e il desiderio. "I pazzi muti e i mendicanti sognatori, i maestri e i loro discepoli, i cantori e i loro alleati, i giusti e i loro nemici, gli ubriachi e i cantastorie, i bambini morti e immortali, sì, tutti i personaggi di tutti i miei libri mi avevano seguito per fare atto di presenza e testimoniare al mio posto, attraverso di me!". In un ritmo incalzante, si intrecciano le memorie della diaspora, la tragedia della Shoah, i combattimenti per Gerusalemme. Sullo sfondo la grande tradizione spirituale ebraica e una Gerusalemme crepuscolare, il cui tramonto "brusco, selvaggio, stringe il cuore per poi calmarlo".
15,90

A cuore aperto

di Wiesel Elie

editore: Bompiani

pagine: 103

Dei forti dolori al petto, la diagnosi inaspettata: "E il cuore"
11,00

La città della fortuna

di Wiesel Elie

editore: Giuntina

pagine: 200

Perché Michael, sopravvissuto miracolosamente agli orrori della guerra, ha attraversato la cortina di ferro per rivedere la su
15,00

Le due facce dell'innocente

di Elie Wiesel

editore: Garzanti

pagine: 135

Yedidyah è un giovane giornalista che lavora a New York nella redazione di un quotidiano
17,60

Rashi. Il grande commentatore

di Elie Wiesel

editore: Giuntina

pagine: 89

"Sin dall'infanzia, Rashi mi ha sempre accompagnato con le sue intuizioni e il suo fascino. Sin dalle mie prime lezioni di Bibbia nel cheder, mi sono rivolto a lui per afferrare il significato di un verso o di una parola che sembravano oscuri. E il mio primo riferimento. Il mio primo sostegno. Il primo amico il cui aiuto è inestimabile, per non dire indispensabile, se desideriamo approfondire un pensiero attraverso passaggi sotterranei sconosciuti, fino alle sue origini remote. Un suo velato suggerimento è come un sorriso, tutto s'illumina e diventa più chiaro." (l'autore)
10,00

Il giorno

di Wiesel Elie

editore: Guanda

pagine: 110

A New York, in un'afosa domenica di luglio, un uomo viene investito da un taxi e rimane gravemente ferito
12,00

L'ebreo errante

di Wiesel Elie

editore: Giuntina

pagine: 195

Ma, nel momento del cheshbon hanefesh, facendo il bilancio della mia vita, devo riconoscere che i miei veri maestri, per guida
15,00

Dove si arrende la notte. Un ebreo e un cristiano in dialogo dopo Auschwitz

editore: Rubbettino

pagine: VIII-156

Un confronto serrato che mette in discussione la fede ebraica e quella cristiana di fronte all'immane tragedia dell'Olocausto
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.