Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Enzo Ciconte

Diego Tajani a Palermo

di Enzo Ciconte

editore: Rubbettino

pagine: 180

La vicenda di Diego Tajani - procuratore generale del re presso la Corte di appello di Palermo - è una finestra aperta sul rap
18,00

1992. L'anno che cambiò l'Italia. Da Mani Pulite alle stragi di mafia

di Enzo Ciconte

editore: Interlinea

pagine: 144

Trent'anni fa una serie di eventi cambiò l'Italia
14,00

Classi pericolose. Una storia sociale della povertà dall'età moderna a oggi

di Enzo Ciconte

editore: Laterza

pagine: 312

Le disuguaglianze economiche sono antiche quanto l'umanità e i poveri, purtroppo, sono sempre esistiti
20,00

L'assedio. Storia della criminalità a Roma da Porta Pia a Mafia capitale

di Enzo Ciconte

editore: Carocci

pagine: 296

Roma è sotto assedio
19,00

La grande mattanza. Storia della guerra al brigantaggio

di Enzo Ciconte

editore: Laterza

pagine: 286

Chi sono i banditi? Criminali comuni, assassini, ladri, disperati
12,00

Chi ha ucciso Emanuele Notarbartolo? Il primo omicidio politico-mafioso

di Enzo Ciconte

editore: Salerno Editrice

pagine: 236

Sicilia, 1° febbraio 1893, sera
14,00

La grande mattanza. Storia della guerra al brigantaggio

di Enzo Ciconte

editore: Laterza

pagine: 277

Chi sono i banditi? Criminali comuni, assassini, ladri, disperati
20,00

Dall'omertà ai social. Come cambia la comunicazione della mafia

di Enzo Ciconte

editore: Edizioni Santa Caterina

pagine: 180

Un libro sulla mafia che mancava, scritto da uno dei maggiori storici del fenomeno: perché per capire le mafie bisogna saper a
18,00

Mafie del mio stivale. Storia delle organizzazioni criminali italiane e straniere nel nostro Paese

di Enzo Ciconte

editore: Manni

pagine: 171

Cos'è la mafia, come e quando è nata, come si è sviluppata, come è cambiata, quali sono i suoi legami con il potere, con la po
14,00

Borbonici, patrioti e criminali. L'altra storia del Risorgimento

di Enzo Ciconte

editore: Salerno

pagine: 176

All'alba della costituzione del Regno d'Italia si consolidavano, nelle strutture portanti dello Stato e in una parte rilevante
12,00

Il ministro e le sue mogli. Francesco Crispi tra magistrati, domande della stampa, impunità

editore: Rubbettino

pagine: 135

Francesco Crispi sposa Rosalie Montmasson a Malta nel 1854. Lei lo sostiene, è intraprendente, decisa, coraggiosa, unica donna fra i Mille di Garibaldi. I due vivono insieme per oltre venticinque anni. L'unità d'Italia cambia la loro vita, Francesco diventa deputato e con Rosalie al seguito si sposta nelle diverse capitali del Regno: Torino, Firenze, Roma. Il tempo passa e lei sfiorisce. Il rapporto tra i due si fa burrascoso. Lui è sempre più distante e sostiene che le loro nozze non hanno mai avuto validità. Nel 1878 si unisce a Lina Barbagallo con un matrimonio celebrato in casa perché nessuno sapesse niente. Nonostante gli sforzi, però, la notizia trapela e la stampa lo accusa di bigamia ponendogli alcune domande sulla sua moralità e sull'uso pubblico del suo potere. Ben sei domande dalle colonne de "Il Piccolo", il quotidiano più accanito. I giornali rivendicano il diritto di intervenire sulla questione sottolineandone la valenza pubblica. Crispi replica che sono fatti privati e a quelle sei domande non risponde. Perde però la fiducia del re ed è costretto a dimettersi da ministro. La magistratura apre un'inchiesta che si conclude con un giudizio a suo favore. Un "processo breve", anzi brevissimo. Crispi è ancora forte, nonostante le dimissioni, e la magistratura, piegata alle esigenze politiche, è sensibile al potere dominante.
14,00

Riti criminali. I codici di affiliazione alla 'ndrangheta

di Ciconte Enzo

editore: Rubbettino

pagine: 145

I rituali d'affiliazione vengono spesso frettolosamente catalogati come residui arcaici e simboli di arretratezza
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.