Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Erwin Panofsky

Il vaso di Pandora. I mutamenti di un simbolo

editore: Abscondita

pagine: 190

"Non c'è mito più noto di quello di Pandora, ma forse nemmeno più equivocato
22,00

La vita e l'opera di Albrecht Dürer

di Erwin Panofsky

editore: Abscondita

pagine: 545

«Fu in Germania che, nel Quattrocento, l'invenzione della stampa, dell'incisione e della xilografia fornì al singolo la possib
45,00

La «Melencolia I» di Dürer. Una ricerca storica sulle fonti e i tipi figurativi

editore: Quodlibet

pagine: 308

Quando uscì, nel 1923, La «Melencolia I» di Dürer di Erwin Panofsky e Fritz Saxl rappresentò una svolta decisiva negli studi u
24,00

L'iconografia della Camera di San Paolo del Correggio

di Erwin Panofsky

editore: Abscondita

pagine: 144

«È difficile compendiare in modo sistematico l'insieme dei contenuti espressi dalla Camera di San Paolo
21,00

Architettura gotica e filosofia scolastica

di Panofsky Erwin

editore: Abscondita

pagine: 148

In 'Architettura gotica e filosofia scolastica', Erwin Panofsky (1892-1968) stabilisce in modo chiaro dove, quando e perché va
20,00

La vita e l'opera di Albrecht Dürer

di Erwin Panofsky

editore: Abscondita

pagine: 545

"Fu in Germania che, nel Quattrocento, l'invenzione della stampa, dell'incisione e della xilografia fornì al singolo la possibilità di diffondere le proprie idee in tutto il mondo. Proprio mediante le arti grafiche la Germania assurse al ruolo di grande potenza nel campo artistico, grazie principalmente all'attività di un artista che, benché famoso come pittore, divenne una figura internazionale solo per le sue doti di incisore e xilografo: Albrecht Dürer. Le sue stampe per più di un secolo costituirono il canone della perfezione grafica e servirono da modelli per infinite altre stampe, come pure per dipinti, sculture, smalti, arazzi, placche e porcellane, non solo in Germania, ma anche in Italia, in Francia, nei Paesi Bassi, in Russia, in Spagna e, indirettamente, persino in Persia. L'immagine di Dürer, come quella di quasi tutti i grandi, è cambiata secondo l'epoca e la mentalità in cui si è riflessa, ma sebbene le qualità distintive della sua innegabile grandezza furono variamente definite, questa grandezza fu riconosciuta subito e mai messa in dubbio".
45,00

La prospettiva come «forma simbolica»

di Panofsky Erwin

editore: Abscondita

pagine: 173

Attraverso la trasposizione dell'oggettività artistica nel campo del fenomenico, la concezione prospettica sbarra ogni accesso
21,00

La scultura funeraria dall'Antico Egitto a Bernini

di Panofsky Erwin

editore: Einaudi

La scultura funeraria è l'ultima grande opera pubblicata da Erwin Panofsky
40,00

Tre saggi sullo stile

Il barocco, il cinema e la Rolls-Royce

di Panofsky Erwin

editore: Abscondita

pagine: 163

I saggi qui raccolti riguardano lo stile, la sua natura e la sua collocazione geografica e storica
19,50

Architettura gotica e filosofia scolastica

di Erwin Panofsky

editore: Abscondita

pagine: 148

"In 'Architettura gotica e filosofia scolastica', Erwin Panofsky (1892-1968) stabilisce in modo chiaro dove, quando e perché va posta la frattura tra l'architettura romanica e quella gotica: in Francia, la cattedrale di Saint-Denis; al tempo dell'abate Suger (1137-1151); per il nuovo modo di pensare elaborato dai filosofi scolastici (Pietro Abelardo, Alberto Magno, Tommaso d'Aquino) e applicato da alcuni architetti gotici. A tali conclusioni l'autore giunge attraverso una vasta esperienza culturale: nel suo pensiero confluiscono non solo motivi derivati dalla tradizione degli storici dell'arte tedeschi, austriaci e francesi, ma anche la speculazione estetico-filosofica occidentale espressa nell'Ottocento e all'inizio del secolo successivo, nonché alcuni risultati raggiunti dai movimenti d'avanguardia nel campo delle arti visive e dell'architettura." (F. Starace)
19,00

Rinascimento e rinascenze nell'arte occidentale

di Erwin Panofsky

editore: Feltrinelli

pagine: 388

Nati per un ciclo di lezioni all'Università di Uppsala nel 1952, organizzati in forma di libro nel 1957, riveduti per una nuova edizione nel 1964, questi quattro saggi, o quattro capitoli, trattano: il problema storiografico e ideologico del Rinascimento; gli aspetti che ebbero attraverso i secoli le varie "premesse" o "anticipazioni" dello spirito rinascimentale; la pittura italiana trecentesca e la sua influenza determinante nel resto d'Europa; le componenti fondamentali della cultura filosofica, letteraria e figurativa del Quattrocento italiano.
23,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.