Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di F. G. Menga

Etica intergenerazionale

di Ferdinando Menga

editore: Morcelliana

pagine: 288

Pensare e praticare una responsabilità orientata a beneficio delle generazioni future è diventato ormai un compito che occupa
22,00

L'emergenza del futuro. I destini del pianeta e le responsabilità del presente

di Ferdinando G. Menga

editore: Donzelli

pagine: 160

Cosa accomuna la vicenda planetaria della pandemia che stiamo attraversando e i numerosi eventi di protesta che, da qualche an
17,00

Lo scandalo del futuro. Per una giustizia intergenerazionale

di Ferdinando G. Menga

editore: Storia e Letteratura

pagine: 160

Le generazioni di oggi hanno dei doveri nei confronti di quelle future? Esiste di fatto un'etica intergenerazionale? Il volume
15,00

Sportivamente D'Annunzio. Il vate tra sport, giornalismo e letteratura

di Giammarco Menga

editore: Croce Libreria

pagine: 120

L'indagine condotta all'interno di questo saggio verte sull'intreccio tra letteratura e giornalismo in Gabriele d'Annunzio tramite il confronto e l'analisi di alcune delle sue principali opere letterarie con gli articoli scritti in qualità di giornalista sui maggiori quotidiani italiani del tempo. Prefazione di Giordano Bruno Guerri. Postfazione di Italo Cucci. In coda al testo una galleria fotografica contenente materiale inedito.
18,00

L'appuntamento mancato. Il giovane Heidegger e i sentieri interrotti della democrazia

di Menga Ferdinando G.

editore: Quodlibet

pagine: 218

Si può parlare della questione filosofico-politica in Heidegger prescindendo dal suo coinvolgimento con il nazismo? Questo vol
22,00

La passione del ritardo. Dentro il confronto di Heidegger con Nietzsche

di Ferdinando Menga

editore: Franco Angeli

pagine: 272

Attraverso una critica interna del nutrito corpus degli scritti heideggeriani sul filosofo della "Volontà di potenza", l'analisi dell'autore ne mette in discussione la pretesa teoretica ultima. Il "superamento" heideggeriano della metafisica, di cui Nietzsche sarebbe il "compimento", e il concomitante disdegno del regime obliquo della rappresentazione si fondano sulla tesi dell'accessibilità immediata dell'originario, che implica la sua intrinseca semplicità e la sua debordante pienezza. È su questo presupposto, nonché la hybris ontologica alla base della sua esorbitante pretesa, che il libro intende decostruire muovendo dalla finitezza del pensiero umano, la quale interdice costitutivamente ogni forma di accesso diretto all'origine.
32,00

Teoria dei sistemi ad eventi discreti

editore: UTET Università

pagine: 400

27,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento