Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Fang Fang

Wuhan. Diari da una città chiusa

di Fang Fang

editore: Rizzoli

pagine: 408

Dal 25 gennaio al 24 marzo 2020, Fang Fang ha raccontato online, aggirando le barriere costruite dalla censura, la vita a Wuha
14,00

Come un seme sepolto dal tempo

di Fang Fang

editore: Rizzoli

pagine: 384

Tra Ding Zitao e il suo passato corre un fiume della provincia cinese del Sichuan orientale
20,00

Wuhan. Diari da una città chiusa

di Fang Fang

editore: Rizzoli

pagine: 400

Dal 25 gennaio al 24 marzo 2020, sessanta giorni, sessanta capitoli pubblicati online
15,90

La luna nell'acqua. Metafore oniriche tra la letteratura cinese ed europea

di Flavia Xi Fang

editore: Alboversorio

pagine: 112

Se nella letteratura buddhista la luna nell'acqua e le immagini nello specchio sono metafore ricorrenti per indicare le illusi
12,50

Il sole del crepuscolo

di Fang Fang

editore: Garzanti

pagine: 229

Se la Nonna cerca di ammazzarti, è già una brutta storia
14,98

I grandi giardini cinesi. Storia, concezione, tecniche

di Xiaofeng Fang

editore: Jaca Book

pagine: 252

I giardini cinesi sono sovente considerati delle astrazioni intellettuali, troppo esclusivi per essere compresi da chi normalmente si occupa di giardini. Troppo cerebrali per scalfire la sensibilità occidentale. Tuttavia essi costituiscono un insieme di brillanti soluzioni per quasi tutti i principali problemi riguardanti i giardini: vi sono regole formali, ma che a volte possono essere disattese; vi sono varietà di stili, ma essi possono essere adattati e diversamente combinabili a seconda delle necessità. Anche se molti di questi giardini infatti sembrano cristallizzati in un passato eccessivamente lontano, essi sono in realtà in continua evoluzione e rinnovamento. Per non continuare a guardare ad essi come a dei "pezzi da museo" occorre quindi cambiare atteggiamento e liberarsi da alcuni preconcetti riguardo a ciò che un giardino dovrebbe essere. A cogliere la loro modernità può aiutare la consapevolezza che proprio il giardino cinese ha profondamente influenzato le avanguardie nel campo della progettazione di giardini: Charles Jenks e Maggie Keswick Jenks, così come I.M. Pei, risentono della sua influenza e cercano nelle loro opere di declinarne le caratteristiche in modo da trovare un equilibrio tra la filosofia sottesa al giardino cinese e l'estetica occidentale. Partendo dunque da questa convinzione, il volume presenta una immersione totale in questa affascinante arte.
75,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.