Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Fortunato Mario

Tutti i nostri errori. Trent'anni di racconti in un romanzo controvoglia

di Mario Fortunato

editore: Bompiani

pagine: 320

Tutti i nostri errori raccoglie venti racconti che Mario Fortunato ha scritto e riscritto nel corso degli ultimi trent'anni
17,00

Per Cioran

di Mario Andrea Rigoni

editore: La scuola di Pitagora

pagine: 44

È noto che la diffusione della conoscenza di Cioran in Italia è dovuta all'iniziativa di Mario Andrea Rigoni, che nel 1980 (eg
4,00

Noi tre

di Fortunato Mario

editore: Bompiani

pagine: 178

Noi tre è la storia di Pier Vittorio Tondelli, di Filippo Betto e dell'autore di questo romanzo - tre ragazzi che volevano ess
17,00

L'arte di perdere peso

di Fortunato Mario

editore: Bompiani

pagine: 219

Quando L'arte di perdere peso uscì alla fine del secolo scorso, un po' dovunque in Europa fu accolto come l'ultimo esempio di
11,00

L'Italia degli altri

di Mario Fortunato

editore: Neri Pozza

pagine: 259

"In "Etichette", apparso per la prima volta nel 1930, Evelyn Waugh delinea, tra il serio e il faceto, una sorta di casistica del viaggiatore nordeuropeo che, nel corso dei secoli, si è avventurato dalle nostre parti. Si comincia col superstite del Grand Tour: un giovanotto bennato e facoltoso, come Goethe, Alexis de Tocqueville e Stendhal, che sfida sempre qualcuno a duello, ha parecchie avventure erotiche e alla fine torna a casa, pronto per incarichi legislativi. Si passa poi al viaggiatore borghese, che dà avvio all'orrendo traffico di chincaglierie e oggetti dozzinali da portare a casa come souvenir e trova più economico e conveniente vivere all'estero. E si finisce col viaggiatore novecentesco, che parla con la povera gente nelle osterie lungo la via e vede nella diversità dei tipi la struttura e l'unità dell'Impero romano. Viaggiatori diversi, ma tutti con la medesima convinzione di trovarsi in un paese dalla smodata quantità di bellezza, cosi eccessiva e straripante da sperperarsi e perdersi. La parola "bellezza" è il leitmotiv di tutti i Grand Tour che, dalla fine del Settecento, hanno esplorato, interpretato, e in definitiva creato, l'identità italiana, quell'altro da sé che lo straniero decide a un certo punto di far proprio. "La bellezza circostante" ha scritto una volta Brodskij, "è tale che quasi subito si è presi da una voglia assolutamente incoerente, animalesca, di tenerle testa, di mettersi alla pari".
15,00

Allegra Street

di Fortunato Mario

editore: Bompiani

pagine: 247

Salve
16,50

Quelli che ami non muoiono

di Fortunato Mario

editore: Bompiani

pagine: 409

Borges che conosce le persone attraverso le loro mani
12,00

I giorni innocenti della guerra

di Fortunato Mario

editore: Bompiani

pagine: 213

Centro Italia, alla vigilia del secondo conflitto mondiale
8,20

Luoghi naturali

di Fortunato Mario

editore: Bompiani

Attraverso nove racconti, Mario Fortunato affronta - in questo primo libro che lo rivelò alla fine degli anni Ottanta - i temi
10,00

Certi pomeriggi non passano mai

di Mario Fortunato

editore: Nottetempo

pagine: 47

"Scritta da chi è puntuale fino alla mania, che cosa vuol dire questa frase: "Passerò nel primo pomeriggio"? Qual è il primo pomeriggio, quando comincia, quando finisce?" Un uomo aspetta in casa la persona che ama, ma questa non arriva. Eppure si tratta di una persona puntuale, precisa. I minuti passano, passano le ore. Nell'attesa si disegnano le linee di una passione travolgente e inconsueta. Ma intanto nessuno si fa vivo. Che cosa è accaduto? Se Roland Barthes, nei suoi Frammenti di un discorso amoroso, ha fissato nella figura dell'attesa la fatale identità dell'innamorato, in "Certi pomeriggi non passano mai" Mario Fortunato ne restituisce il racconto vivo e vissuto - quel miscuglio di azioni, pensieri e parole che fa di ogni amante l'essere piú irragionevole ma anche piú lucido, che sia dato conoscere.
3,00

Immigrato

editore: Bompiani

pagine: 130

Trascritta da Mario Fortunato, la storia vera di Salah Methnani è il lungo viaggio di un ragazzo di Tunisi attraverso un'Itali
6,80

Tradurre per il doppiaggio

La trasposizione linguistica nell'audiovisivo: teoria e pratica di un'arte imperfetta

editore: Hoepli

pagine: 161

Dalla nascita del cinema sonoro l'industria cinematografica si è posta il problema delle barriere linguistiche che rendevano i
24,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.