Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Francesca Mazzucato

Strani i percorsi che sceglie il desiderio

di Francesca Mazzucato

editore: Castelvecchi

pagine: 156

Le guerre sembrano finite, ma è solo un'illusione
16,50

Kaddish profano per il corpo perduto

di Francesca Mazzucato

editore: Azimut (Roma)

pagine: 194

Budapest è una musica tzigana, una messinscena, un fondale da teatro. Budapest è una città lisergica e cangiante, è splendore e grumi di rabbia. Budapest brilla, ipnotizza e trabocca di incontri, di visi, di storie. Soprattutto quelle. Lei è una donna realizzata, benestante, occidentale, colta, che ha vissuto con furia, passione e fretta. Troppa fretta. A Budapest ci è andata per caso con un suo ex amante rimastole amico negli anni. È partita in un agosto troppo caldo per restare in città. A Budapest le accade qualcosa. A Budapest lei si ferma. Si ferma sul serio, capisce, si arrabbia, a Budapest fa i conti con cose che aveva lasciato in sospeso, e soprattutto col suo corpo. È obesa, lei è una donna obesa di mezza età. La vita le sta scorrendo come sabbia fra le dita, il tempo si accorcia. Lo capisce lì, lo dice, lo ripete, lo urla. Il suo corpo adesso pretende di essere visto, la mistificazione è finita. Il riflesso sulle vetrine la imbarazza, il riflesso è quello di un corpo spento, ingombrante, un corpo "perduto", grasso, diverso, infelice. Ha 42 anni e per tanto tempo ha portato maschere e offerto con abilità la sua carne. Si è sentita protetta da quei chili, da quella pancia, da quel seno enorme che ha usato per sedurre e catturare uomini. Uno dietro l'altro, l'aiutavano il tempo di una brutta notte in un motel.
12,50

Generazione McDonald's

di Francesca Mazzucato

editore: Marlin (Cava de' Tirreni)

pagine: 190

In attesa di iscriversi al'università e decidere quale indirizzo dare al proprio futuro, un giovane studente, Marcello, figlio di genitori piuttosto eccentrici, risponde a un'offerta di lavoro della McDonald's per compiere una diversa esperienza di vita in un ambiente scintillante di luci ma non privo di zone d'ombra, che finora aveva conosciuto solo dall'esterno. Viene così a contatto con le abitudini e le regole che governano queste catene di fast food e con coloro che vi operano, acquisendo maggiore consapevolezza di sé, delle proprie capacità e delle proprie aspirazioni. Nel corso di questa esperienza ha modo di chiarire a se stesso il rapporto con i genitori e con gli amici e, soprattutto, il legame ambiguo con Cate, un'ex compagna di scuola, ragazza determinata e affascinante, della quale è timidamente innamorato... A dar sapore alla trama ci sono elementi forti e assoluti, che riescono subito a catturare il lettore per la loro universalità: l'amicizia, l'amore, la ricerca della felicità, il tradimento, l'abbandono, la sconfitta, la difficoltà di accettare se stessi.
13,50

L'anarchiste

di Francesca Mazzucato

editore: Aliberti

15,00

Hot line

Storie di un'ossessione

di Mazzucato Francesca

editore: Einaudi

pagine: 77

Lorena ha scelto una professione scomoda: quella di telefonista erotica
7,75

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.