Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Franz Kafka

America o Il disperso

di Franz Kafka

editore: Feltrinelli

America è uno dei tre grandi romanzi rimasti incompiuti e pubblicati postumi dall'amico di Kafka, Max Brod, che dall'autore av
9,00

Il processo

di Franz Kafka

editore: Quodlibet

pagine: 351

"Il processo è forse il romanzo più famoso di Kafka, che un lettore può leggere e rileggere, senza smettere mai di scoprirlo,
15,00

Il processo

di Franz Kafka

editore: Demetra

pagine: 288

4,65

Lettere a Milena

di Franz Kafka

editore: Giuntina

pagine: 433

La cronaca di un intenso amore
20,00

Quaderni in ottavo

di Franz Kafka

editore: Feltrinelli

pagine: 158

«
8,50

Un altro scrivere. Lettere 1904-1924

editore: Beat

pagine: 447

Kafka e Max Brod si conobbero, non ancora ventenni, nel 1902
11,00

Lettere a Milena

di Franz Kafka

editore: Mondadori

pagine: 291

«Un fuoco vivo come non ne ho mai visti»: così è per Franz Kafka la giovane traduttrice ceca Milena Jesenská Pollak, conosciut
11,00

Meditazione

di Franz Kafka

editore: Passigli

pagine: 71

Vicino all'istmo di Panama, ad Aspinwall, è appena morto lo storico guardiano del faro, e va trovato subito un sostituto dispo
8,00

Un medico di campagna

di Franz Kafka

editore: Passigli

pagine: 103

Dopo "Descrizione di una battaglia" (1904-1905) e "Meditazione" (1904-1912), già apparsi in questa collana, proponiamo qui un
10,00

Il processo

di Franz Kafka

editore: Newton compton

pagine: 183

A Josef K., un giovane impiegato di banca che conduce una tranquilla vita borghese, viene notificato di essere in arresto per una colpa misteriosa. Il giovane cerca di difendersi, ma non riesce neppure a sapere di che cosa precisamente venga accusato. Lenta ma inarrestabile, la macchina processuale invaderà a poco a poco tutta la sua esistenza finché, solo e abbandonato da tutti, Josef K. accetterà di soccombere. Scritto nel 1925, capolavoro della letteratura europea, "Il processo" è forse il romanzo di Kafka che meglio descrive l'angosciosa condizione dell'uomo in una società divenuta ormai troppo complessa, vissuta come un meccanismo implacabile e fine a se stesso, minacciosa e indifferente a qualsiasi autentico valore. Introduzione di Giancarlo De Cataldo.
4,90

Lettera al padre

di Franz Kafka

editore: Garzanti Libri

pagine: 68

"Carissimo padre, recentemente mi hai chiesto per quale motivo sostengo di avere paura di te. Come al solito, non ho saputo darti una risposta..." Con queste parole si apre la lettera che Franz Kafka scrisse a suo padre, Hermann Kafka, nel novembre del 1919. L'affidò alla madre Julie, nella speranza che queste pagine, così sentite, profonde e strazianti, potessero donare nuova vita a una relazione consumata da anni di incomprensioni, liti e pesanti silenzi: un rapporto contraddittorio, che condizionò pesantemente la formazione e l'opera letteraria del giovane Kafka, tra ammirazione e repulsione, paura e amore, rispetto e disprezzo. Ma a nulla valse quest'ultimo, disperato tentativo: la madre Julie, forse consapevole dell'inutilità del gesto del figlio, restituì la lettera, che non fu mai letta, al mittente. Fu pubblicata, postuma, nel 1952, non più documento personale ma parte dell'opera letteraria di uno dei più grandi scrittori della modernità.
6,00

La metamorfosi

di Franz Kafka

editore: Mondadori

pagine: 266

Nell'autunno del 1912, a Praga, tra 17 novembre e il 7 dicembre, Franz Kafka scrisse "La metamorfosi", l'incubo sotterraneo e letterale di Gregor Samsa, un commesso viaggiatore che si sveglia un mattino dopo sogni agitati e si ritrova mutato in un enorme insetto. La speranza di recuperare la condizione perduta, i tentativi di adattarsi al nuovo stato, i comportamenti familiari e sociali, l'oppressione della situazione, lo svanire del tempo sono gli ingredienti con i quali l'autore elabora la trama dell'uomo contemporaneo, un essere condannato al silenzio, alla solitudine e all'insignificanza.
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.