Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Geminello Alvi

Io Virgilio

di Geminello Alvi

editore: Marsilio

pagine: 144

Sorretto dalla profonda convinzione «che l'esistenza riguardi il genere fantastico, mai quello realista», Geminello Alvi si de
16,00

La necessità degli apocalittici

di Geminello Alvi

editore: Marsilio

pagine: 464

«Quella dell'Apocalisse è realtà che sovverte tempo e spazio
30,00

Eccentrici

di Geminello Alvi

editore: Adelphi

pagine: 184

Occhialuti alchimisti rovinati dall'assenzio, lottatori che combattono contro le tigri a pugni nudi e si convertono poi all'ascetismo per soggiogare ben altre belve, temerari aeronauti che atterrano sul tetto dei grandi magazzini di Parigi, generali cosacchi buddhisti, digiunatrici poliglotte, trasvolatori infelici, inventori di cannoni eterici, pittori monocromi devoti a Santa Rita. Da Cary Grant a Lovecraft, da Salgari a Pancho Villa e a Buster Keaton, i quarantadue personaggi raccontati da Alvi sono stravaganti e folli, certo, ma soprattutto sono uomini e donne che fremono per l'ansia di inseguire la vita e vi si perdono, mostrandone l'infinita varietà e potenza.
13,00

Le seduzioni economiche di Faust

di Geminello Alvi

editore: Adelphi

pagine: 285

Dopo gli ultimi grandi teorici, da Keynes a Sraffa, la teoria economica sembra essersi irrigidita in un'Ortodossia che pochi vogliono mettere in questione. Da una parte si applicano tecniche di analisi sempre più sofisticate, dall'altra si dà per scontato che l'era delle grandi proposte teoriche sia chiusa per sempre. Ma la dottrina economica, se ha provato in questi anni, al livello empirico, di non riuscire a prevedere alcunché dei processi in corso, ha anche mostrato, al livello speculativo, di usare come elementi indiscutibili categorie che sono invece peculiari concrezioni storiche. C'è dunque del marcio nel regno degli economisti... Pubblicato per la prima volta nel 1989, questo libro di Alvi, per la sua incisività polemica, ha fatto molto discutere. Qui, infatti, non solo si svela la pochezza e l'inadeguatezza di una certa impostazione dominante del pensiero economico, che continua pervicacemente a proporsi come "un'imitazione fallita delle scienze naturali", ma si rivelano altre vie di quel pensiero che erano state abbandonate frettolosamente e oggi potrebbero tornare a essere preziose, si tratti della scuola storica tedesca o di Sombart, di Polanyi o di Veblen, di Simmel o di Sorokin, di Perroux o di Adriano Olivetti (del quale viene rivendicata, con argomenti nuovi, l'esperienza di Comunità). E la trattazione è sinuosa, aforistica, intrecciata con quei fatti della storia e della cultura che gli economisti ortodossi sembrano dilettarsi a ignorare.
25,00

La Confederazione italiana

Diario di vita tripartita

di Alvi Geminello

editore: Marsilio

pagine: 383

Da quando Giacomo Leopardi le dedicò il 'Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani', la 'natura' di questo po
22,00

Il capitalismo

Verso l'ideale cinese

di Alvi Geminello

editore: Marsilio

pagine: 335

Risultato del compromesso tra la prepotenza statale, la mania di spesa dei governanti e la vanità che spinge a consumare beni
21,00

Uomini del Novecento

di Geminello Alvi

editore: Adelphi

pagine: 182

Come schegge proiettate dall'esplosione di un secolo che si avvia facinorosamente alla fine sono le 42 microbiografie che compongono questo libro: Gandhi e Chaplin, Leonid Teljatnikov o Jacques Lusseyran, Montagu Norman o Rathenau e perfino Nuvolari.
12,00

Il secolo americano

di Alvi Geminello

editore: Adelphi

pagine: 574

Tra il 1916 e il 1933 l'Europa fu scossa da eventi terribili e grandiosi, dalla prima guerra mondiale alla Rivoluzione russa,
35,00

Le seduzioni economiche di Faust

di Alvi Geminello

editore: Adelphi

pagine: 285

14,46

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.