Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Giacomo Alberione

Per i nostri cari defunti

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 360

Nel volume - suddiviso in due capitoli - vengono affrontati i temi legati al mese dei defunti, tra i quali: Che cos'è il Purgatorio, La carità ai defunti utile anche ai vivi, Maria Regina del Suffragio, Condizioni per l'acquisto delle Sante Indulgenze, Le opere buone, Giro quotidiano in Purgatorio uniti al Sacro Cuore di Gesù, Suffragi e vita cristiana.
26,00

I Novissimi. Meditati davanti al Santissimo Sacramento

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 320

Le riflessioni di Don Giacomo Alberione, fondatore della Famiglia Paolina, sul tema classico dei Novissimi: la Morte, il Giudizio particolare, il Purgatorio, il Paradiso, l'Inferno, il Giudizio universale.
20,00

Brevi meditazioni. Per ogni giorno dell'anno

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 752

Queste Brevi Meditazioni di don Alberione sono uno dei frutti più succosi di quel fertilissimo anno di grazia che fu il 1948: anno benedetto dal pontificio "decretum laudis" di Pio XII, che approvava ufficialmente la fondazione e le costituzioni delle Pie Discepole, ma anche anno consacrato da due morti "sacrificali": quella di don Timoteo Giaccardo e quella di Fr. Andrea Borello. Il contenuto di questa raccolta è costituito dal "depositum fidei" del Credo, dei Comandamenti, della Liturgia e della spiritualità cristiana, consegnata dalla tradizione: il tutto filtrato ed elaborato da un'anima squisitamente evangelica ed assetata di perfezione. L'esposizione è tuttavia debitrice dei numerosi manuali teologici ad ascetici usuali a un Direttore di spirito quale fu don Alberione: egli sapeva far tesoro di tutto ciò che sperimentava e leggeva, integrando nel suo quadro mentale ogni apporto, ogni esperienza propria ed altrui, con una capacità di sintesi che gli consentiva di riassumere intere trattazioni in formule essenziali di estrema concisione.
28,00

Viviamo in Cristo Gesù. «Si vis perfectus esse». «Mihi vivere Christus est»

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 272

Esercizi Spirituali, animati dal Fondatore e destinati a religiosi paolini, rispettivamente juniores chierici (luglio 1931) e sacerdoti (novena di Pentecoste 1938). Il primo testo, "Si vis perfectus esse", consta di sedici meditazioni e sviluppa i temi concernenti la consacrazione religiosa in ottica di vita apostolica, con forte accentuazione delle realtà definitive, "i novissimi". Il "Mihi vivere Christus est" contiene le meditazioni dettate da Don Alberione ai sacerdoti della Società San Paolo in Alba, nella novena di Pentecoste del 1938. Questa serie di meditazioni risulta sobria ed essenziale nelle tematiche, più curata nel dettato, più concreta e pratica ai fini di un indirizzo spirituale adatto a persone impegnate nell'apostolato specifico della Congregazione.
18,00

Maggiorino Vigolungo. Aspirante all'Apostolato Buona Stampa

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 144

Il 27 luglio 1918 si concludeva la breve parabola di vita del quattordicenne Maggiorino, passato come una meteora luminosa nel cielo della nascente Famiglia Paolina. Don Alberione ne scrisse, a caldo, una commossa biografia, che viene ora riproposta secondo la versione originale edita nel 1919. Essa merita questa pubblicazione, poiché costituisce il più semplice e convincente esempio di pedagogia alberioniana, la dimostrazione vissuta del suo metodo e dei suoi frutti. In un discorso del 1961, Don Alberione ebbe a sottolineare che Maggiorino Vigolungo è "l'aspirante modello di una vocazione nuova, vocazione che richiede intelligenza e visione larga delle necessità della Chiesa e una apertura che abbracci tutte le forme moderne degli apostolati, particolarmente stampa, cinema, radio, televisione". L'esempio di questo giovane doveva essere proposto non solo quale modello per i molti ragazzi che accostavano la nascente congregazione ma anche quale modello dei giovanissimi: "Vigolungo Maggiorino può essere considerato il Savio Domenico della Famiglia Paolina" amava ripetere. Un libro che sgorga dal cuore di un Fondatore di trentacinque anni, nelle cui pagine risplende il proposito che segnò la vita di Maggiorino Vigolungo: "Voglio farmi santo, veramente santo, sul serio santo".
16,00

Maria regina degli apostoli

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 320

Maria fu una presenza viva e significativa durante tutta l'esistenza di Don Alberione, fin dalla prima infanzia. Il presente volume, che uscì in prima edizione nel 1948, è particolarmente importante in quanto contiene la trattazione più sviluppata e organica della riflessione di Don Alberione su Maria Regina degli Apostoli e sulla tipica pietà mariana della Famiglia Paolina. In esso, l'autore ribadisce la sua visione di Maria "apostola", esponendo diffusamente i molteplici "apostolati" compiuti da Maria, quali espressioni concrete della sua missione. Per Don Alberione la Madre di Gesù merita il titolo di "Regina degli Apostoli" poiché ella ha esercitato tutti gli apostolati che erano possibili a una donna del suo tempo: l'apostolato dell'esempio, della parola, della preghiera, della sofferenza, dell'azione.
22,00

L'apostolo Paolo ispiratore e modello

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 350

Il volume offre una raccolta di quanto è uscito dalla penna e dal cuore del beato Giacomo Alberione, il più grande ammiratore di San Paolo dell'ultimo secolo. Tra la fine del 1800 e i primi del 1900, il giovane Alberione, percependo l'attualità dell'invito di Cristo "Venite tutti a me" (Mt 11,28) e osservando la fuga delle masse dalla Chiesa, immagina una nuova evangelizzazione, accanto a quella che tradizionalmente faceva perno sulla parrocchia. Per dare alla Chiesa del suo tempo una forma di evangelizzazione nuova e una figura di nuovo apostolo, nella sua creatività innovativa egli assume San Paolo a modello. Riproponendo la grande passione per Cristo e per l'annuncio del Vangelo di San Paolo e del beato Aberione, questa raccolta di scritti mette in luce l'originalità di una proposta spirituale e apostolica che, lasciando in secondo piano la tradizionale via dell'"imitazione di Cristo" pone al centro quella della conformazione a Lui, nella consapevolezza che il Risorto è vivo e operante nel cuore di ogni credente. L'obiettivo di Alberione è chiaro: riproporre a chiare lettere quanto Paolo raccomandava ai credenti della prima ora.
24,00

Preghiere. Orazioni composte dal fondatore della Famiglia Paolina

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 366

"L'orazione prima di tutto, sopra tutto, vita di tutto": questo il motto che ispirò la vita e le opere di Don Alberione, fondatore e beato. Sin dall'inizio delle sue fondazioni, si era proposto di "dare un'anima" ai freddi canoni giuridici e alle strutture apostoliche, con la composizione di orazioni, la cui recita "a poco a poco facesse entrare nell'animo lo spirito della congregazione". Il primo formulario, risalente al 1922, fu seguito da una ventina di edizioni, sempre curate e successivamente aggiornate dallo stesso Fondatore, fino alla vigilia della morte. Il presente volume propone una rassegna critica, e per quanto possibile completa, di tutte le formule di preghiera da lui redatte. Il testo si articola in una ventina di sezioni, in tre parti e una appendice, divise secondo le tematiche dei contenuti, che spaziano dalla pietà sacramentale alla supplica per le esigenze dell'apostolato specifico. E tutto per fomentare la vita teologale dei singoli e lo spirito apostolico delle comunità.
24,00

Anima e corpo per il vangelo. Opuscoli (1953-1957)

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 304

II volume raccoglie sette opuscoli di don Alberione, destinati ai membri delle congregazioni da lui fondate. Si tratta di scritti risalenti ai primi anni '50 quando l'autore, ormai settantenne, inizia a tirare le fila delle sue fondazioni e fa un primo "bilancio" dei tanti doni e responsabilità ricevuti da Dio. In questi opuscoli, più che in altri scritti, risaltano con evidenza due tratti. Il primo è quello della concretezza, maturata soprattutto nel lunghissimo e vario ministero. Il secondo è quello della preoccupazione formativa che sgorga dalla coscienza di essere padre e formatore di tanti figli e discepoli, bisognosi di una guida attenta alla loro crescita «finché non fosse pienamente formato il Cristo in essi» (cfr. Gal 4,19).
20,00

Per un rinnovamento spirituale. Predicazione alle comunità paoline in Roma (1952-1954)

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 608

I testi riportati in questo volume risalgono a un periodo tra i più fecondi della vita di Don Alberione (1884-1971): il biennio 1952-1954. Dall'immediato dopoguerra fino all'aprile del 1960, l'impegno costante del Fondatore della Famiglia Paolina fu quello di dare sistemazione organica e formulazione definita al suo pensiero, soprattutto quello concernente la fisionomia spirituale delle sue fondazioni. In questo periodo egli detta alle comunità memorabili meditazioni sui temi centrali della sua spiritualità e missione. Qui vengono raccolti circa 140 interventi: omelie liturgiche, meditazioni, ore di adorazione commentate, ritiri, riflessioni sui misteri del Rosario o sulle stazioni della Via Crucis? Don Alberione si esprime seguendo il metodo irrinunciabile della "integralità", suo dono carismatico ispirato al trinomio Verità-Via-Vita e applicato alla triplice dimensione della realtà cristiana: Dottrina-Morale-Culto. Da queste pagine traspare una proposta "integrale" e "tridimensionale" che illumina la qualità della vita cristiana e lo slancio dell'impegno di fede.
33,00

«Leggete le SS. Scritture». Esse vi parlano di Gesù Cristo

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 352

Leggete le SS. Scritture (LS) è un libro di catechesi biblica, nato da un ciclo di istruzioni che costituivano il tessuto meditativo di dieci "ore di adorazione", animate da Don Alberione nel tempio di San Paolo in Alba. Il contenuto di quelle dieci istruzioni venne successivamente distribuito in trenta capitoli e arricchito da molti esempi e letture, così da servire come libro di meditazione quotidiana. Leggete le SS. Scritture è l'opera di Don Alberione che più esplicitamente mira a valorizzare quello che fu l'ideale di tutta la sua vita e l'obiettivo centrale del suo carisma apostolico: la parola di Dio, rendendo familiare la lettura della Bibbia. Giacomo Alberione nacque a San Lorenzo di Fossano (Cuneo), il 4 aprile 1884. Il 25 ottobre 1896 entrò nel seminario di Bra. Venne ordinato sacerdote il 29 giugno 1907 e, il 9 aprile 1908, conseguì la laurea in Teologia. Il 20 agosto 1914, ad Alba, pose il primo germe della futura Congregazione. Il 5 ottobre 1921 fu costituita la Pia Società San Paolo, che il 12 marzo 1927 divenne società religiosa clericale di diritto diocesano. Il giorno successivo don Giacomo Alberione emise la professione religiosa, assumendo il nome di Giuseppe. Tra il 1915 e il 1960 fondò quattro Congregazioni femminili e diversi Istituti secolari.
20,00

Un rosario «speciale». Perché Cristo sia vivo in voi

di Giacomo Alberione

editore: San paolo edizioni

pagine: 48

"Bisogna attaccarsi alla corona come a una fune che è tenuta in mano da Maria e risalire su, verso il cielo". La spiritualità di don Giacomo Alberione nell'anno della sua beatificazione, proposta attraverso la preghiera del Rosario.
2,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.