Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Giacomo Marramao

Benjamin e la scuola di Francoforte

di Giacomo Marramao

editore: Mimesis

pagine: 118

"Walter Benjamin è uno dei pensatori più originali e più drammatici della storia del Novecento"
10,00

Il destino della filosofia. Dialogo con Francesc Arroyo

editore: Castelvecchi

pagine: 80

Qual è il ruolo della filosofia davanti alle sfide del nostro tempo? Come può interpretare i conflitti sociali, politici, cult
11,50

Per un nuovo Rinascimento

di Giacomo Marramao

editore: Castelvecchi

pagine: 45

"Nel mondo globale il futuro non è più affidato a fondamenti e certezze, ma a un sentimento di instabilità analogo a quello ch
6,00
16,00

Kairos. Apologia del tempo debito

di Giacomo Marramao

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 140

In una celebre allegoria, Lisippo raffigura il Kairós - il dio del tempo debito - come un fanciullo alato che si posa su una s
16,00

L'esperimento del mondo. Mistica e filosofia nell'arte di Fabio Mauri

di Giacomo Marramao

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 123

«Non si può essere incolti al punto di amare solo cose di alta qualità»
15,00

Contro il potere. Filosofia e scrittura

di Giacomo Marramao

editore: Bompiani

pagine: 151

Un esperimento insolito e originale forma l'oggetto di questo libro di Giacomo Marramao: la messa a fuoco dei punti d'intersezione tra le genealogie filosofiche e le diagnosi radicali del Potere, del Comando e della Legge fornite, in tempi e contesti diversi, da due grandi scrittori mitteleuropei come Elias Canetti (attraverso un confronto costante con l'opera di Kafka) e Herta Müller (lungo l'asse che collega la figura del Lager alle esperienze di sorveglianza, isolamento e derelizione esistenziale presenti nelle stesse democrazie). Per afferrare il senso delle trasformazioni del potere occorre andare alle radici: all'arche o al principio che l'ha originato come fattore transculturale e trans-storico comune a tutte le società umane. Il potere non può essere soppresso: ogni tentativo di 'superarlo' - sopprimendo questa o quella forma del suo esercizio - non ha finora fatto che potenziarlo. Il potere deve essere, invece, sradicato, sovvertito nella sua logica costitutiva: la logica dell'identità, innervata nell'illimitatezza del desiderio e nella doppia scena paranoica della paura e della morte dell'altro. Tracciare una linea di frattura e di opposizione al potere significa, nel cuore del nostro presente globale, spostare il focus sui soggetti e sulla loro potenza di metamorfosi/rigenerazione. Ma ciò è possibile solo staccandosi dal rumore dell'attualità e riprendendo il filo interrotto di opere solitarie ed estreme.
10,00

Potere e secolarizzazione. Le categorie del tempo

di Giacomo Marramao

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 292

Con questo libro fondativo, da cui ha preso avvio la sua riflessione ventennale intorno all'«impensato» dell'idea di secolariz
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento