Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Giancristiano Desiderio

Vita intellettuale e affettiva di Benedetto Croce

di Giancristiano Desiderio

editore: Aras Edizioni

pagine: 234

In un mondo internazionale dominato dalla vita estetica ed economica, dalle due "scienze mondane", il pensiero di Croce è anco
19,00

Croce e Einaudi. Teoria e pratica del liberalismo

di Giancristiano Desiderio

editore: Rubbettino

pagine: 98

Nella storia della cultura italiana vi sono vicende di uomini e di idee molto citate ma molto poco davvero conosciute
10,00

Essere e gioco da Platone a Pelé. Il senso del calcio e della condizione umana

di Giancristiano Desiderio

editore: Ultra

pagine: 288

Heidegger era un'ottima ala sinistra, Derrida era un buon centravanti, Camus giocava in porta (come Giovanni Paolo II) e un nu
16,90

Il divino pallone. Filosofia dei piedi da Platone a Totti

di Giancristiano Desiderio

editore: Vallecchi

pagine: 303

Heidegger era un'ottima ala sinistra, Derrida era un buon centravanti, Camus giocava in porta (come Giovanni Paolo II) e un numero non piccolo di filosofi ha utilizzato il calcio per fare filosofia: Sartre amava dire che il calcio è una metafora della vita, Wittgenstein giunse alla svolta del suo pensiero guardando una partita di calcio, Merleau-Ponty spiegava la fenomenologia parlando di calcio. Come mai? Il calcio si basa su un principio: il controllo di palla. Ma il principio non può essere finalizzato a se stesso. Per giocare bisogna necessariamente abbandonare la palla e metterla in gioco. Controllo e abbandono sono i due principi del calcio e della vita. La filosofia, come gioco della vita, si basa su regole calcistiche: per filosofare bisogna saper mettere la vita in gioco. E per questo motivo che nel Divino pallone si spiega l'idea di Platone con Pelé, la contraddizione del nonessere con Garrincha, la virtù e la bellezza con Platini, ma anche l'inverso: il genio di Maradona con la "logica poetica" di Vico, la visione di gioco di Falcão con il mito della Caverna, il cucchiaio di Totti con la metafisica di Aristotele. E tanto altro ancora. Il calcio, infatti, non è solo una metafora, ma un paradigma cognitivo che con la sua connaturata idea di pluralità dà scacco matto al fenomeno politico più drammatico della Modernità: il totalitarismo. Hitler e Stalin pretesero di controllare tutto e ci riuscirono. Pretesero di controllare anche il pallone. E persero.
15,00

Croce abruzzese. Le radici esistenziali dello storicismo assoluto

di Desiderio Giancristiano

editore: Le Lettere

pagine: 108

Benedetto Croce era davvero napoletano? Il filosofo disse di sé: "Sono liberale come mi sento napoletano"
9,50

Della barzelletta e altri problemi filosofici

di Desiderio Giancristiano

editore: Rubbettino

pagine: 58

In questo libro le barzellette su Totti, Prodi e Berlusconi diventano argomento filosofico e si mostra come alla base della co
7,00

Hegel in redazione. Istruzioni per l'uso (e l'abuso) della filosofia

di Desiderio Giancristiano

editore: Rubbettino

pagine: 159

Cosa ci fa Hegel nella redazione di un giornale? L'accostamento può sembrare strano, eppure a pensarci bene il filosofo tedesc
14,00

Platone e il calcio. Saggio sul pallone e la condizione umana

di Desiderio Giancristiano

editore: Limina

pagine: 106

Il gol di Pelé all'Italia nella finale mondiale del 1970 non è solo un gol ma l'apparire di un'idea platonica
13,50

Socrate in campo

Saggio sul gioco della vita

di Desiderio Giancristiano

editore: Limina

Il calcio si gioca in campo, la filosofia nell'agorà
13,50

Conversazioni sulla Destra

editore: Rubbettino

pagine: VIII-90

Qual è oggi l'essenza culturale e politica della Destra? Quali sono i suoi orizzonti e come è evoluta negli ultimi dieci anni?
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.