Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Giordani Igino

Maria modello perfetto. Via di vita interiore

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 232

Di Maria non si dice mai abbastanza. Ella è, si può dire, il cuore del genere umano: il trapianto del divino nell'umano. Questo libro fruga nel mistero di tale fascino, scoprendolo nella vita di Maria: nel suo comportamento umile, ma sempre denso di significato, dove si apprende il contegno tipico dell'aggiornamento che l'umanità può avere, nei suoi slanci più profondi e nelle sue riflessioni più meditate, di fronte alla divinità. Maria ci mette a vivere nella casa di Dio, come esige Gesù. È una lettura che svela la poesia della Vergine. Con Lei, modello della femminilità pura, l'umanità riscopre il Paradiso in terra.
16,50

Il fratello

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 120

Una delle più importanti scoperte della vita interiore è che non esiste che un amore, e che questo amore unico, tanto nella verginità che nel matrimonio, dev'essere realizzato alla perfezione. Sono parole che Igino Giordani scriveva nel 1939 e che sembrerebbero anticipare un "commento" alla Gaudium ef spes (1965), oppure indicare le linee di una spiritualità cristiana per il Terzo Millennio. Giordani è così: uomo accanto agli uomini (marito e padre, politico e scrittore) e profeta (studioso e uomo dello spirito). In queste pagine, una sorta di piccolo dizionario costituito da brani tratti dalla sua vasta produzione letteraria, Giordani svetta come cristiano che ha saputo scoprire nella vita di famiglia tutta la profondità e la pienezza della santità. E con violenza evangelica insorge a contemplare l'unità della vocazione cristiana, che trova il suo modello nella Trinità e la sua più autentica espressione nella Famiglia di Nazaret.
13,00

La società cristiana

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 200

"Il Vangelo - il buon annunzio - scoppiò come una folgore sul mondo antico Socialmente produsse un fatto inaudito: la fusione della religione con la morale, la costituzione della città degli uomini a vestibolo della Città di Dio." Con queste parole si apre l'analisi di Igino Giordani sugli aspetti principali della rivoluzione portata dal Vangelo nei rapporti sociali e nella vita della società: la struttura giuridica ed economica dello Stato veniva sovvertita dal principio dell'amore evangelico. Si tratta di saggi, letti alla Radio Vaticana e pubblicati sull'Osservatore Romano, in quotidiani e riviste cattoliche.
16,00

Pionieri cristiani della democrazia

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 288

"Non è facile stendere una storia della democrazia cristiana, intesa come movimento. Si può stendere la storia della Democrazia Cristiana come partito. Senonché l'idea è anteriore al Partito, per il fatto stesso che è legata al cristianesimo. La democrazia cristiana è in sostanza lo sforzo di tradurre in una convivenza ordinata - in un ordine sociale e politico - i principi etici dell'evangelo" (dalla prefazione). Con queste parole Igino Giordani apre il suo saggio Pionieri cristiani della democrazia. Ma su quali principi si deve fondare una democrazia per potersi dire "cristiana"? Giordani li rintraccia nelle parole stesse del Vangelo: la dignità e la libertà della persona umana, l'amore come vincolo sociale, la solidarietà e l'uguaglianza, l'uso sociale della ricchezza, la dignità del lavoro, il rispetto dell'autorità, la relazione tra Stato e Chiesa. Un testo chiave per conoscere e comprendere gli ideali che hanno guidato l'appassionata avventura politica di Giordani. Un manifesto attualissimo ancora oggi in cui nel dibattito culturale italiano si torna a parlare dell'impegno dei cattolici in politica.
18,00

Speranza Folonari. Una madre cristiana

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 126

Ispirata da una profonda esperienza spirituale, questa biografia fu composta nel 1974 ma mai pubblicata
9,50

Disumanesimo

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 160

"Siamo usciti dal secondo conflitto mondiale, ma non dallo spirito di distruzione": così esordisce Igino Giordani nel prologo a Disumanesimo, scritto nel marzo del 1949. Malgrado la pace faticosamente riconquistata, infatti, Giordani denuncia profeticamente il pericolo di perdersi dietro alle utopie che pretendono di costruire il paradiso in terra, ma senza Dio, tentativo perciò destinato a naufragare nel più ignobile inferno. Richiamandosi all'agostiniana De civitate Dei, Disumanesimo rilegge la storia dell'umanità individuando tre "luoghi": La città di Satana - città dell'irrazionalità, luogo "bestiale", perché senza Dio -; La città dell'uomo in cui Giordani intravede uno spiraglio di superamento dell'odio e della barbarie -; La città di Dio - dove Dio torna al centro della storia e, per questo, l'uomo diviene la ragione e lo scopo di ogni azione civile e la politica è intesa come vocazione e servizio -.
14,00

«Erano i tempi di guerra...» Agli albori dell'ideale dell'umanità

editore: Città Nuova

pagine: 256

Trento, 1943: nella città - come in tutta Italia - infuria la Seconda Guerra mondiale
14,00

Una stella accesa nella notte. Pensieri su Maria

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 88

"Maria è il sole in cui Dio pose la sua stanza, candida come la neve nel Libano", "Maria è il silenzio: il silenzio per stare in ascolto della Trinità" e ancora "Dire quel nome, in ogni circostanza e ambiente è penetrare di colpo in un'atmosfera di divino, è accendere una stella nella notte": sono "sprazzi" di delicata poesia e di altissimo valore teologico che Igino Giordani ha sparso numerosissimi nei suoi scritti. Pensieri che invitano alla contemplazione, ma soprattutto all'imitazione di Maria, modello di santificazione, "stella che segnala la via per raggiungere la vita, Gesù". Il curatore del presente volume ha selezionato e raccolto alcune di queste frasi offrendole al lettore come preziosi spunti per la meditazione.
5,50

Caterina da Siena. Un cuore che incendia dell'amore di Dio

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 296

Diario di fuoco, 30 aprile 1963: "Oggi si celebra la vergine senese, colei che per prima m'incendiò dell'amore di Dio". Così scriveva Igino Giordani in una delle sue opere più personali e rappresentative, evidenziando il proprio legame speciale con la santa che seppe, incarnare lo spirito ardente di una li combattente per la fede in un'epoca di odio, veleni e miserie. Fu anche per questa ragione che Giordani scelse di rendere omaggio a Caterina da Siena con una biografia; è un ritratto di Caterina viva, che la segue nelle tappe del suo breve itinerario umano: la preparazione, la contemplazione, l'azione, la passione, la morte. Un ritratto dominato dal binomio "fuoco e sangue", cifra caratteristica della spiritualità della santa senese e che ne riassume la forza, l'intrepidezza, la carità, la grazia, l'umanità.
16,00

La repubblica dei marmocchi

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 240

14,50

L'inutilità della guerra

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 120

6,50

Diario di fuoco

di Igino Giordani

editore: Città Nuova

pagine: 16

«Un maestro fra gli scrittori italiani»: così Lagrange definisce Igino Giordani per l'alto vigore del pensiero e lo stile orig
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.