Libri di Giuliano Pinto

Firenze medievale e dintorni

Firenze medievale e dintorni

di Giuliano Pinto

editore: Viella

pagine: 224

La storia della Firenze medievale e rinascimentale è da tempo al centro dell'interesse della storiografia internazionale, non solo per l'eccezionale fioritura della letteratura e delle arti, della cultura e del pensiero, in tutte le sue declinazioni, ma anche per lo straordinario sviluppo economico, per la partecipazione politica ampia, per le sperimentazioni in campo fiscale e finanziario. Il volume pone l'accento sulla mobilità sociale, sul radicamento della cultura mercantile e sulla proiezione esterna degli uomini d'affari, sulla forza di attrazione sulle élite dei centri minori, e ancora su aspetti delle strutture materiali e della vita privata.
25,00
Il lavoro, la povertà, l'assistenza. Ricerche sulla società medievale

Il lavoro, la povertà, l'assistenza. Ricerche sulla società medievale

di Pinto Giuliano

editore: Viella

pagine: 240

Nel basso Medioevo una parte importante della popolazione urbana era costituita da manodopera dipendente, impegnata nelle mani
22,00
Economie urbane ed etica economica nell'Italia medievale

Economie urbane ed etica economica nell'Italia medievale

editore: Laterza

Nel medioevo l'Italia conobbe un eccezionale sviluppo produttivo e guadagnò una posizione di felice centralità negli scambi co
20,00
La popolazione italiana dal Medioevo a oggi

La popolazione italiana dal Medioevo a oggi

editore: Laterza

pagine: 342

Il volume disegna le alterne vicende della popolazione italiana nel lungo periodo che va dall'Alto Medioevo fino ai giorni nostri. A fronte di una quantità innumerevole di articoli e saggi riguardanti la storia demografica di singole aree, o dell'Italia nel suo complesso per periodi limitati, o, ancora, relativi a particolari problematiche (effetti delle epidemie, declino della fecondità, ecc.), questa si presenta come opera di sintesi globale. Particolare attenzione è posta nell'evidenziare le specificità regionali e subregionali dei comportamenti demografici, nonché le specificità (e le analogie) italiane rispetto al contesto europeo.
24,79