Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Gregor von Rezzori

Tracce nella neve. Ritratti per un'autobiografia che non scriverò mai

di Gregor von Rezzori

editore: Guanda

pagine: 320

Cinque «ritratti per un'autobiografia»: la bruttissima e magica balia Cassandra, custode e protettrice dell'infanzia, la madre
19,00

Uno straniero nella terra di Lolita

di Gregor von Rezzori

editore: Guanda

pagine: 87

Nel 1958, su richiesta di Rowohlt, il suo editore tedesco, Gregor von Rezzori collabora alla traduzione di "Lolita "di Vladimi
13,00

Memorie di un antisemita

di Gregor von Rezzori

editore: Guanda

pagine: 301

Un adolescente «distratto e solitario» cresce nella lontana Bucovina, provincia orientale dell'Impero absburgico, terra di con
20,00

Caino. L'ultimo manoscritto

di Rezzori Gregor von

editore: Bompiani

pagine: 214

Pubblicato postumo in Germania nel 2001, Caino" è l'ultima opera di Gregor Von Rezzori e rappresenta una ipotetica "continuazi
13,00

L'ultima fermata

di Gregor von Rezzori

editore: Guanda

pagine: 249

La storia del ricco sessantacinquenne armeno-newyorkese che all'improvviso, spinto da un impulso oscuro, "pianta tutto" (busin
20,00

Un ermellino a Cernopol

di Gregor von Rezzori

editore: Guanda

pagine: 417

Sono ammantati di un fascino fiabesco i protagonisti di quell'enigma che è, per i bambini, la realtà degli adulti
13,00

Il cigno

di Gregor von Rezzori

editore: Guanda

pagine: 121

Nel tempo "sospeso" tra le due guerre mondiali, due adolescenti - l'io narrante e la sorella Tanja, di pochi anni più grande - tornano nella casa della loro infanzia, nella remota Bucovina, per assistere al funerale dello zio Sergej, morto suicida. Questo ritorno sarà per loro occasione di un amaro rendiconto, che sancirà irrevocabilmente la fine dell'incanto dell'infanzia e insieme la fine di un mondo che, in realtà già tramontato nel tempo immobile della loro fanciullezza, era stato tenuto artificialmente in vita dalle finzioni familiari e dallo stesso ingenuo romanticismo con cui fratello e sorella avevano mitizzato, rendendola appunto "letteraria", la vita loro e della loro composita famiglia.
14,00

Edipo a Stalingrado

di Rezzori Gregor von

editore: Guanda

pagine: 316

Berlino, fine anni Trenta
20,00

Uno straniero nel paese di Lolita

di Rezzori Gregor von

editore: Guanda

pagine: 87

Nel 1958, su richiesta del suo editore tedesco, Gregor von Rezzori collabora alla traduzione di "Lolita" di Vladimir Nabokov
12,00

Sulle mie tracce

di Rezzori Gregor von

editore: Guanda

pagine: 318

Per la prima volta, in questo libro, Rezzori racconta in maniera completa i suoi ricordi
19,50

Memorie di un antisemita

di Gregor von Rezzori

editore: Guanda

pagine: 301

La parabola di un uomo dall'adolescenza alla maturità, sullo sfondo delle trasformazioni di una terra di confine. Il protagonista, cresciuto nella lontana Bucovina, crogiolo di popoli e razze diverse, sperimenta sulla propria pelle la dissoluzione della Felix Austria. Austriaci, tedeschi, slavi, turchi, armeni, ebrei da cittadini di un impero si trovano a essere popoli diversi con crescenti aspirazioni indipendentistiche. Le sue vicende personali lo costringono a interrogarsi sui temi dell'identità, della trasformazione dell'io, tipici della letteratura mitteleuropea.
10,00

L'attesa è magnifica

di Gregor von Rezzori

editore: Guanda

pagine: 279

Sulla soglia degli ottant'anni, convalescente, Gregor von Rezzori affronta nella quiete del suo ritiro toscano un vorticoso "viaggio nei viaggi" in cui le esperienze, gli incontri che hanno segnato un'esistenza ricchissima e singolare si aggregano e disgregano intorno ad alcuni nuclei di riflessione fondamentali: il potere e le sue manifestazioni nella storia, la responsabilità dell'artista e dell'individuo di fronte a un reale sempre più falsificato dai media, la possibilità di condividere il proprio destino con altri esseri umani, e di accettarlo. Ma non si tratta di semplici ricordi, perché per questo straordinario interprete del Novecento le molteplici realtà di cui siamo spettatori o protagonisti non trascorrono con ordine sulla linea del tempo, ma si compenetrano e coabitano in noi in una perenne simultaneità, complessa da gestire quanto appassionante. Ne nasce un'opera, come scrive Andrea Landolfi nella postfazione, "provocatoria e per nulla incline a conformarsi allo spirito del tempo".
22,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.