Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Gregotti, Vittorio

Vittorio Gregotti. I racconti del progetto

di Vittorio Gregotti

editore: Skira

pagine: 154

Scopo di questo testo è quello di cercare di capire se sia possibile e utile riflettere sul percorso del progetto di architett

Lezioni veneziane

di Vittorio Gregotti

editore: Skira

pagine: 136

Nei suoi seminari tenuti presso lo IUAV, Vittorio Gregotti illustra come le riflessioni intorno alla relazione tra teoria e prassi possano ancora, nei nostri difficili anni, produrre un'architettura le cui qualità siano un contributo positivo alla vita collettiva e alla gerarchia dei suoi valori possibili e necessari: "Noi architetti usiamo probabilmente la parola teoria in modo nello stesso tempo abusivo e indispensabile. Abusivo perché il suo significato è assai distante dall'uso che ne fanno scienza e filosofia [...] Mettere in scena il pensiero sotto una forma dotata di intenzionalità sembra essere il compito dell'architettura quando si parla di teoria. Si potrebbe dire che, in qualche modo, le cose stesse dell'architettura sono in alcuni casi in primo piano la sua teoria, o almeno del frammento di verità del presente che esse intendono proporre."

Il territorio dell'architettura

di Gregotti Vittorio

editore: Feltrinelli

pagine: X-182

Di cosa è fatta la "cosa" dell'architettura? È la forma delle nostre materie ordinate allo scopo dell'abitare, del produrre e

96 ragioni critiche del progetto

di Gregotti Vittorio

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: XXV-519

Negli ultimi decenni l'architettura è stata protagonista di mutamenti profondi, che hanno trasformato il modo di intendere e p

Il possibile necessario

di Gregotti Vittorio

editore: Bompiani

pagine: 174

Un grande architetto si interroga sul futuro degli uomini in relazione alla sua arte

Il sublime al tempo del contemporaneo

di Gregotti Vittorio

editore: Einaudi

I fondamenti dei progetti di architettura di successo mediático hanno proposto negli ultimi trent'anni un rovesciamento dell'i

Incertezze e simulazioni

Architettura tra moderno e contemporaneo

di Gregotti Vittorio

editore: Skira

pagine: 48

In particolare la verità in architettura si produce a partire dal duplice rischio della relazione tra autonomia della ricerca

Architettura e postmetropoli

di Gregotti Vittorio

editore: Einaudi

pagine: 150

Il trionfo della città nel mondo contemporaneo è diventato un luogo comune: sia nei paesi ricchi che in quelli in via di svilu

L'architettura di Cézanne

di Vittorio Gregotti

editore: Skira

pagine: 48

La ricerca di Cézanne della verità in pittura sembra voler individuare un percorso capace di costruirsi attraverso una relazione profonda con la geologia della realtà: ogni sua pittura è la lenta realizzazione di un'architettura del quadro definita da tale necessità. Al di là delle analogie che possono essere proposte con i problemi affrontati nel primo decennio del ventesimo secolo dai protagonisti del moderno anche in architettura, l'atteggiamento di Cézanne nei confronti della propria disciplina può essere un modello anche oggi nella condizione della attuale crisi della cultura architettonica, che sembra voler rispecchiare lo stato delle cose anziché costruire una distanza critica attiva rispetto a esse.

Tre forme di architettura mancata

di Gregotti Vittorio

editore: Einaudi

pagine: 122

L'architettura gode di sempre maggiore importanza nelle nostre società globalizzate, al punto che alcuni grandi architetti han

L'ultimo hutong

Lavorare in architettura nella nuova Cina

di Gregotti Vittorio

editore: Skira

pagine: 160

Dopo dieci anni di lavoro di architettura in Cina, Gregotti cerca, a partire da questa esperienza, di misurare che cosa, le di

Contro la fine dell'architettura

di Vittorio Gregotti

editore: Einaudi

pagine: 133

Il territorio delle discipline dell'architettura e la riflessione a esse connesse si è modificato e differenziato nel tempo, si sono trasformate le relazioni con la società, le condizioni tecniche del fare, le procedure e il ruolo stesso dell'architetto. I confini tra le diverse arti si sono fatti incerti e l'identità e i compiti dell'architettura si sono confusi. Tale confusione è stata vissuta da molti come una liberazione di forze creative; ma troppo facilmente si è fatto a meno di ogni distanza critica dalla realtà e anche di ogni fondamento del proprio fare. Tutto ciò ha determinato lo spostamento dell'architettura verso l'indistinta nuova disciplina dell'estetizzazione diffusa del mondo, facendo abusivamente coincidere le nozioni di arte e comunicazione e proponendo i mezzi stessi come fini: smarrendo, cioè, la necessità del senso, di ciò che solo ciascuna delle arti può dire. Questo libro ricerca le ragioni e le conseguenze di una confusione interdisciplinare che sottrae l'avventura dell'architettura alle proprie responsabilità.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento