Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Guido Petter

Lo psicologo nella scuola. Ciò che fa, ciò che potrebbe fare

di Petter Guido

editore: Giunti Editore

pagine: 256

Questo libro fa anzitutto una breve storia della penetrazione della psicologia nella scuola (soprattutto per la presentazione
22,00

I giorni dell'ombra. Diario di una stagione di violenza italiana

di Guido Petter

editore: L'ornitorinco

pagine: 199

La storia di anni difficili raccontati da un involontario protagonista. Guido Petter, ex partigiano, professore all'Università di Padova, maestro di molte generazioni di psicologi italiani, tra il 1977 e il 1979 vede il terrorismo irrompere nella sua vita. Prima la provocazione, poi le minacce, infine la violenza, l'aggressione. Petter tiene un diario, in cui racconta cosa succede nell'Università, i rapporti con gli studenti e la politica, il clima incandescente, e di come lui cerca di continuare la sua vita, a casa e al lavoro. Un diario che riga dopo riga diventa il racconto della stagione buia di un intero Paese.
20,00

Il bambino impara a pensare. Introduzione alla ricerca sullo sviluppo cognitivo

di Guido Petter

editore: Giunti Editore

pagine: 288

Questo manuale può, innanzitutto, essere letto da coloro che sono interessati al tema dello sviluppo cognitivo nel periodo che va dai quattro ai dodici anni, un periodo durante il quale il bambino frequenta la scuola dell'infanzia e quella elementare. Esso costituirebbe allora un utile complemento a qualche trattato di psicologia dello sviluppo, nel senso che permetterebbe di conoscere più da vicino e in modo sufficientemente analitico alcune delle ricerche che sono state dedicate allo sviluppo del linguaggio, all'acquisizione delle nozioni spaziali, temporali, logiche, causali elementari, alla rappresentazione che un bambino giunge a darsi di certi aspetti del mondo fisico e di quello umano, al disegno figurativo spontaneo, alle forme più semplici di metaconoscenza, all'acquisizione della capacità di comprendere il contenuto della mente altrui.
22,00

Ragione, fantasia, creatività nel bambino e nell'adolescente

di Guido Petter

editore: Giunti Editore

pagine: 192

Ragione e fantasia costituiscono le due componenti fondamentali della nostra attività cognitiva
18,00

Insegnare la psicologia

di Guido Petter

editore: Giunti Editore

pagine: 256

Si può insegnare la psicologia in vari modi. Uno è quello tradizionale della lezione. Esso, tuttavia, come viene chiarito nella pima parte del volume, può risultare davvero efficace solo se ogni tema viene presentato partendo da situazioni atte a suscitare un immediato coinvolgimento, e viene poi svolto procedendo "per problemi", con adeguata discussione e piccole esperienze in classe. Per i grandi temi (la percezione, l'intelligenza, il linguaggio) è dunque importante predisporre appositi percorsi, ovvero "unità tematiche problemiche", di cui vengono riportati vari esempi. Questo insegnamento "problemico" può poi venire integrato con esperienze sul campo che gli allievi possono compiere replicando fuori dalla propria scuola alcune delle ricerche descritte nella seconda parte del volume, sulla base di indicazioni dettagliate circa gli obiettivi e le modalità di esecuzione. Un docente di psicologia o uno psicologo possono trovarsi a parlare di psicologia anche a un pubblico di genitori o di insegnanti. Ai problemi che si pongono in queste due situazioni, e ai modi più efficaci per affrontarli, è dedicata la terza parte. Il volume è dunque destinato, oltre che ai docenti di psicologia, anche a quegli studenti che si preparano a divenire psicologi e a tutti coloro che già esercitano questa professione.
18,00

Per una verde vecchiaia. La terza età e il «mestiere di nonno»

di Guido Petter

editore: Giunti Editore

pagine: 192

Vi sono persone che mantengono, anche nella terza età, una varietà di interessi, una mente efficiente e aperta alle novità, un comportamento attivo e socialmente impegnato, hanno cioè una verde vecchiaia. Altre tendono, invece, a rifiutare nuove esperienze, a isolarsi, andando incontro a un rapido decadimento fisico e mentale, a una vecchiaia grigia. Da che cosa dipende questo diverso esito? Solo da fattori genetici o anche dal fatto di dare spazio, nell'età adulta, a comportamenti che possono ritardare il declino, permettendo di restare curiosi, creativi, socialmente attivi anche in tarda età? L'autore prende appunto in esame ciò che si può fare per rallentare e per compensare tale declino tramite una serie di attività che rinnovino quotidianamente la gioia di vivere e il senso di restare utili agli altri. Considera poi in modo più approfondito quelle attività che nel loro insieme configurano l'impegnativo ma gratificante "mestiere di nonno".
9,50

Amicizia e innamoramento nell'adolescenza

di Petter Guido

editore: Giunti Editore

pagine: 288

Un nuovo volume della collana di Psicologia, in cui l'autore, Guido Petter, spiega quanto siano importanti per gli adolescenti
9,50

Ci chiamavano banditi

di Petter Guido

editore: Giunti Junior

pagine: 160

Per chi vuole conoscere uno scorcio di storia contemporanea attraverso una testimonianza reale, tradotta in letteratura, ecco
9,90

Sempione '45. Il salvataggio della galleria

di Petter Guido

editore: Interlinea

pagine: 134

Un'avvincente avventura che racconta una storia vera della Resistenza: un libro per ragazzi che interessa anche gli adulti
10,00

Il bambino va a scuola

di Petter Guido

editore: Il mulino

pagine: 131

Con l'ingresso nella scuola materna e poi in quella elementare i bambini escono per la prima volta dal mondo protetto e sicuro
11,00 8,80

La narrativa a scuola. Il lavoro sul testo e l'incontro con l'autore

di Guido Petter

editore: Erickson

pagine: 128

Nell'esperienza scolastica di uno studente, la narrativa riveste un ruolo rilevante, essendo in grado di promuovere lo sviluppo di un interesse stabile per la lettura e della competenza linguistica nelle sue diverse forme (arricchimento lessicale, acquisizione di strutture grammaticali e sintattiche, consapevolezza rispetto agli stili narrativi), garantire un equilibrato sviluppo della razionalità e della fantasia, stimolare il graduale dispiegarsi dei vari aspetti della personalità (intellettivo, affettivo, emotivo, morale, sociale), favorire la formazione dell'"idea di sé" e fornire conoscenze nei vari campi del sapere, così da costituire anche un luogo d'incontro di varie discipline. I contributi della narrativa allo sviluppo psicologico e culturale risultano però più efficaci se non ci si limita a leggere un testo, ma si guidano gli alunni a "lavorare" su di esso con modalità, tra le quali l'incontro con l'autore, educativamente lecite, cioè che non deprimono il piacere di leggere ma anzi lo rendono più forte. Nato dall'esperienza personale dell'autore, psicologo e narratore, il volume fornisce spunti e indicazioni utili a chiunque desideri guidare gli studenti nelle diverse attività che la lettura di un testo narrativo rende possibili.
18,00

Io e gli altri. Identità, relazioni, valori

di Guido Petter

editore: Erickson

pagine: 126

Il volume persegue gli obiettivi della scuola primaria nelle aree etica e psicologica, cioè l'acquisizione e l'esercizio dei valori del reciproco rispetto, della partecipazione, della collaborazione, dell'impegno competente e responsabile, della cooperazione e della solidarietà, e di competenze emotive per la costruzione di un'immagine realistica ma positiva di sé. È un libro-quaderno interattivo: un libro perché contiene molte parti stampate (storie, descrizioni di possibili comportamenti, elenchi di qualità personali, etc.) che gli allievi possono leggere, discutere e valutare; un quaderno perché gli alunni sono invitati a scrivere, per completare o inventare storie, per esprimere valutazioni o per motivare scelte. Interamente strutturato in schede, fornisce ampie opportunità di raccordi disciplinari (italiano, matematica) e di discussione in gruppo. Particolare pregio dell'opera è quello di evitare ogni forma di indottrinamento moralistico, promuovendo una consapevolezza autentica, che nasce e cresce attraverso il confronto fra opinioni diverse e la riflessione individuale e collettiva, e una capacità critica che permette agli alunni di comprendere perché un certo comportamento sia preferibile ad altri, perché sia da considerarsi "un valore", e di decidere in autonomia se farlo proprio.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.