Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Kaniuk Yoram

Adamo risorto

di Yoram Kaniuk

editore: Giuntina

pagine: 400

"Adamo risorto" è considerato un libro rivoluzionario, un'opera che ha cambiato il modo in cui la Shoah poteva essere rapprese
20,00

Pierre. In ricordo del mio amato cane

di Yoram Kaniuk

editore: Giuntina

pagine: 96

«Ci sono forse uomini, bambini, pesci, uccelli o cactus capaci di capire il dolore che ci afferra quando il cane amato muore?
10,00

Himmo re di Gerusalemme

di Yoram Kaniuk

editore: Giuntina

pagine: 155

Mentre fuori infuria la battaglia, nella quiete del monastero adibito a ospedale i soldati feriti affrontano il proprio destin
17,00

Sazio di giorni

di Kaniuk Yoram

editore: Giuntina

pagine: 90

Orlov, pittore fallito e incompreso, dipinge i morti su commissione
12,00

Il cane che sapeva cantare

di Kaniuk Yoram

editore: Salani

pagine: 188

Talia, una ragazzina innamorata degli animali, trova per le strade di Tel Aviv un cane in fin di vita che porta i segni delle
13,00

1948

di Yoram Kaniuk

editore: Giuntina

pagine: 180

"Non sono sicuro di cosa ricordo per davvero, perché non mi fido della memoria. La memoria è furba e non possiede un'unica ed esclusiva verità. E poi che cosa conta sul serio? Una bugia che viene dalla ricerca della verità può essere più vera della verità. Tu pensi e un attimo dopo ricordi solo quello che vuoi. Avevo diciassette anni e mezzo, ero un bravo ragazzo di Tel Aviv finito in mezzo a un bagno di sangue. Sto cercando di pescare me stesso da dentro quel che mi pare siano ricordi". "1948" non è soltanto la cronaca della nascita di uno Stato, ma è un romanzo sulla crudeltà della guerra, sull'incoscienza della gioventù, sui paradossi della storia e su quella labile eppure fondamentale ancora di salvezza dell'uomo chiamata memoria.
15,00

Un arabo buono

di Yoram Kaniuk

editore: Giuntina

pagine: 225

Yosef, il protagonista del romanzo, è arabo da parte di padre ed ebreo da parte di madre. Nel suo desiderio di appartenenza e nella sua anima sensibile d'artista si rispecchiano la storia e le ambizioni di due popoli irrequieti: un'eredità eccessiva e non sostenibile. In una lunga confessione, Yosef scandaglia la storia della sua famiglia ripercorrendo con commozione gli amori e i rapporti di amicizia che si sono intessuti nel tempo e che hanno dato vita a quel frutto ibrido e sofferente che egli sente di essere. Sullo sfondo, scorre inarrestabile e paradossale la storia d'Europa e del Medio Oriente, e a Yosef non servirà dipingere il deserto di rosso né portare la pioggia al Caffé Kassit per modificare il corso degli eventi. Yoram Kaniuk scava in profondità nelle radici della lotta tra due popoli per la stessa terra, e le contraddizioni, narrate senza filtri ideologici, danno al romanzo un timbro di favola stravagante e commovente che rispecchia la dissacrante filosofia e l'originalità dell'autore.
15,00

Post mortem

di Kaniuk Yoram

editore: Einaudi

pagine: 317

Il mondo di "Post mortem" è quello degli ebrei di Tel Aviv, e in particolare quello degli immigrati in fuga dalla Germania fra
9,50

Il comandante dell'Exodus

di Kaniuk Yoram

editore: Einaudi

pagine: 237

Yoram Kaniuk racconta la storia di Yossi Harel, il comandante dell'Exodus, una delle quattro navi che, tra il 1945 e il 1948,
14,46

Adamo risorto

di Kaniuk Yoram

editore: Einaudi

pagine: 423

Siamo ad Arad, in Israele, una città nel cuore del deserto del Negev
12,39

Tigerhill

di Kaniuk Yoram

editore: Einaudi

Una mattina una giovane donna si sveglia con il presentimento che il sogno appena fatto contenga qualche realtà
13,43

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.