Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Luigi Bettazzi

Il Mio concilio Vaticano II. Prima. Durante. Dopo

di Luigi Bettazzi

editore: Edb

pagine: 96

«Le crisi della Chiesa che qualcuno si ostina ad attribuire al Concilio sono invece da addebitare alla minore accoglienza che
10,00

Quale Chiesa? Quale papa?

di Bettazzi Luigi

editore: Emi

pagine: 128

Dalla Chiesa "società dei veri cristiani" alla Chiesa "comunione", molta strada è stata fatta
12,00

Oscar Romero beato. Martire della speranza

di Luigi Bettazzi

editore: Edizioni Anordest

pagine: 160

12,90

Viva il Papa, viva il popolo di Dio! Cicaleccio sul Concilio Vaticano II

di Bettazzi Luigi

editore: Edb

pagine: 88

Il primato e l'infallibilità del papa erano stati definiti l'ultimo giorno (18 luglio 1870) del concilio Vaticano I, poi immed
8,00

Il Concilio, i giovani e il popolo di Dio

di Bettazzi Luigi

editore: Edb

pagine: 104

Da testimone dell'evento, l'autore rivendica le novità pastorali del Vaticano II: una Parola di Dio che orienti davvero la vit
10,00

L'anima della sinistra. Umanesimo, passioni e storia nel carteggio fra un vescovo e il leader del PCI

editore: Eir

pagine: 111

Sono passati quasi trent'anni dallo scambio di lettere tra mons. Luigi Bettazzi, vescovo di Ivrea, ed Enrico Berlinguer, segretario del Pci. Trent'anni che sembrano un secolo. Oggi viviamo un tempo radicalmente mutato. Eppure le radici del confronto di allora, così ricco e intenso, hanno ancora linfa. Di fronte a una crisi che in tutta evidenza non è solo economica, si sente drammaticamente il bisogno di una politica carica di senso, di passione, di valori. La politica è poca cosa se non si fonda su un'idea di uomo. E quel dialogo tra un vescovo cattolico entusiasta del Concilio e il leader del più grande partito comunista dell'Occidente ebbe come orizzonte proprio la ricerca di un umanesimo condiviso. Alla distinzione di Papa Giovanni tra "errore" ed "errante", Berlinguer rispose separando l'analisi marxista dalla "filosofia materialistica e ateistica". Né Bettazzi né Berlinguer assunsero una posizione comoda. Le loro parole costituivano una sfida anche nei rispettivi campi. Per questo furono criticati e contestati. E per questo abbiamo deciso di ripubblicarne il carteggio e di discutere nuovamente le loro idee. Sull'individualismo e la società radicale, sulla modernità e la democrazia, sulla libertà e la solidarietà, sulle comuni battaglie per la giustizia che alla fine piegano anche le ideologie. Ci sono pensieri lunghi che ci riguardano. Del resto, senza questa storia originale la sinistra e la politica italiana sarebbero diverse, probabilmente più povere.
11,00

Vescovo e laico? Una spiegazione per gli amici

di Luigi Bettazzi

editore: Edb

"Un cristiano, membro cioè di un mondo religioso che si appella al soprannaturale, vive da laico quando si muove nell'ambiente naturale; non rinuncia all'aspetto soprannaturale né lo ridimensiona, ma lo vede con gli occhi di chi prescinde dal soprannaturale, per poter interloquire con ogni essere umano, di qualsiasi religione e cultura, e far accogliere con attenzione e rispetto anche le sue proposte, che possono derivare da visuali di carattere soprannaturale ma vengono presentate appunto nella loro dimensione laica" (dal capitolo 4). Al di là del significato corrente del vocabolo, che è abitualmente quello di "ostile alla religione", e anche del significato etimologico - dal greco laos, popolo di Dio - per mons. Bettazzi il termine "laico" acquisisce il senso pieno di "umano". Proprio come Gesù, che essendo "vero Dio" ha voluto essere anche "vero uomo", quale vescovo, col massimo impegno di evangelizzazione cristiana, egli sente di dover essere insieme "laico", ovvero "pienamente umano".
9,80

Non spegnere lo Spirito

Continuità e discontinuità del Concilio Vaticano II

di Bettazzi Luigi

editore: Queriniana

pagine: 64

4,50

In dialogo con i lontani. Memorie e riflessioni di un vescovo un po' laico

di Luigi Bettazzi

editore: Aliberti

pagine: 211

Dopo i sempre più frequenti episodi di integralismo religioso, la querelle sui rapporti tra le confessioni religiose e la laicità è uno dei temi più affrontati dalla pubblicistica e dall'editoria occidentale, in America come in Europa. Si discute del valore in sé della religiosità, dei suoi positivi contributi per la società civile, sia in riferimento alla politica sia alla bioetica e ai cosiddetti valori morali del cittadino. D'altro canto non si dimenticano le difficoltà intrinseche al rapporto delle religioni con le società, con gli stati, con la coscienza individuale del cittadino. È di indubbio interesse e curiosità che ne parli in Italia, in piena querelle fra "teodem", "neocon" e "atei devoti", monsignor Bettazzi, il più giovane vescovo italiano presente al Concilio Vaticano II e protagonista della maggioranza conciliare "progressista", coordinata dal cardinal Lercaro e da don Dossetti. Autore della famosa "Lettera a Berlinguer", con la quale auspicava a metà anni Settanta un rinnovato e fertile dialogo fra cattolici e laici, subito dopo la quale il Segretario del PCI proponeva pubblicamente il "compromesso storico", fu più volte, e senza motivi, definito "il vescovo rosso"; spiegava come anche un "episcopo", sempre rispettoso della dottrina e della tradizione, alla luce dei testi e dello spirito del Vaticano II, non cessi di essere pienamente cittadino, e perciò necessariamente laico, privo di ogni tentazione di "imperialismo" ideologico.
17,00

Anticlericali e clericali. Dal Risorgimento italiano alla nonviolenza

di Luigi Bettazzi

editore: Edb

pagine: 64

La stesura della vita di mons. Luigi Moreno, vescovo d'Ivrea dal 1838 al 1878, è per l'autore occasione di riflessione circa la posizione dei cattolici in politica all'epoca del Risorgimento. Essa oscillava tra due visioni contrapposte: da un lato il costituirsi del mondo civile e sociale del corpo dei cattolici che, a motivo del suo peso, avrebbe potuto imporre i propri intenti al resto della popolazione, dall'altro una prospettiva "laica", che chiedeva ai cristiani di vivere la vita sociale assieme agli altri, aggregandosi secondo valutazioni frutto delle analisi umane sull'organizzazione della convivenza civile.
7,30

Difendere il Concilio

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 170

Perché, nella coscienza comune del cattolico medio, il Concilio non è così tanto importante e, alla fine, si riduce a quel gen
14,00

La Chiesa oltre le rughe

di Bettazzi Luigi

editore: Edb

pagine: 88

Ci sono certamente molti modi per parlare della Chiesa
9,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.