Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Lussana Fiamma

Cinema educatore. L'Istituto Luce dal fascismo alla liberazione (1924-1945)

di Fiamma Lussana

editore: Carocci

pagine: 309

Confrontando il patrimonio dell'Archivio storico Luce con documenti di prima mano e con fonti archivistiche tradizionali, il v
31,00

L'Italia del divorzio. La battaglia fra Stato, Chiesa e gente comune (1946-1975)

di Fiamma Lussana

editore: Carocci

pagine: 227

Famiglia e indissolubilità del matrimonio sono al centro del dibattito che inizia, all'indomani della Seconda guerra mondiale, nell'Assemblea Costituente. Si riaccende in quella sede il duro scontro sul divorzio che già nell'Italia postunitaria, fuori e dentro il Parlamento, aveva contrapposto progressisti e conservatori. L'urto sul divorzio è il drammatico specchio delle contraddizioni della politica e del bisogno di cambiamento della società italiana. Dopo la proposta di legge presentata dal socialista Fortuna a metà degli anni Sessanta, la contesa fra divorzisti e antidivorzisti è destinata a dividere il paese diventando un'aspra disputa fra oscurantismo e modernità. Basandosi su fonti archivistiche inedite, come le migliaia di lettere e cartoline dei "fuorilegge del matrimonio" inviate a Loris Fortuna per sostenere il suo progetto di legge, la crociata del divorzio viene qui indagata assumendo per la prima volta anche l'angolo visuale della gente comune. Quella del divorzio è infatti una battaglia esplosiva che si innesta su una sofferenza sociale diffusa: oltre ai maggiori partiti politici e ai vertici della Chiesa, impegnati, ciascuno a suo modo, a difendere la propria egemonia, entrano in campo con forza inaspettata anche le persone.
22,00

L'Italia dalla Grande Guerra alla Liberazione (1915-1945)

di Fiamma Lussana

editore: Carocci

pagine: 304

Il testo è un excursus dell'Italia tra le due guerre e passa in rassegna i principali avvenimenti che segnarono il nostro paese in quel periodo storico: dalla Grande guerra che, a dispetto di chi l'aveva immaginata breve, sarà una "lunga guerra di usura" da cui l'Italia uscirà, anche se vincitrice, fortemente ferita e delusa, alle laceranti contraddizioni politiche, economiche, sociali dell'immediato primo dopoguerra, in cui si consuma la crisi dello Stato liberale italiano e che porteranno alla nascita del fascismo; dal delitto Matteotti, che apre la prima grave crisi politica del regime, ai Patti Lateranensi, un grande successo politico che ha spianato la strada alle elezioni politiche plebiscitarie del marzo 1929; dall'alleanza con la Germania nazista nella Seconda guerra mondiale alla Resistenza, che inaugura una stagione politica nuova e apre il cammino per il ritorno alla democrazia.
21,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento