Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di M. Gigante

Una coscienza europea. Zeno e la tradizione moderna

di Claudio Gigante

editore: Carocci

pagine: 232

Svevo scrisse di non avere composto in tutta la sua vita «che un romanzo solo»
23,00

Il suono dell'assenza. Variazioni sul dolore

di Elena Gigante

editore: Moretti & vitali

pagine: 163

«Se soffri, adopera il tuo dolore [
16,00

Miti cristiani e forme del politico nella letteratura del Rinascimento

di Claudio Gigante

editore: Cesati

pagine: 151

Dedicati al rapporto tra letteratura, religione e potere politico, i capitoli di questo libro affrontano, prendendo spunto dal
16,00

Il Rinascimento. Un'introduzione al Cinquecento letterario italiano

editore: Salerno

pagine: 382

Incluso nel campo d'interesse di varie discipline, oggetto di molteplici letture, il Rinascimento è un concetto di larga diffusione, ma al tempo stesso di difficile definizione. Questo volume focalizza il Rinascimento come un "movimento culturale" affermatosi in Italia sul finire del secolo XV, in conseguenza di una serie di profondi mutamenti di carattere storico, politico, culturale, con un arco cronologico circoscritto tra il 1494, anno della discesa di Carlo VIII in Italia, e il 1595, anno della morte di Torquato Tasso. Guerre d'Italia e Riforma protestante; diffusione del libro a stampa e tramonto del primato del latino; definizione del sistema letterario del classicismo e assunzione della "Poetica" di Aristotele come base per una teoria della poesia: nel segno della crisi e dei grandi cambiamenti, gli intellettuali italiani elaborano una serie di modelli formali e concettuali che avviano l'Europa verso una svolta epocale. Nell'attraversamento di anni carichi di tensione, due o tre generazioni di letterati italiani approfondiscono il rapporto con gli antichi, in vista dell'elaborazione di nuovi classici, dalle "Prose della volgar lingua" al "Principe", dal "Cortegiano" al "Furioso": classici che, in modo indiretto e insieme molto eloquente intendevano offrire modelli moderni per la letteratura e per la storia.
19,00

Romeo & Julienne. Scrittori e personaggi tra fornelli e web

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 103

Spietate e pronte a tutto: cosa accadrebbe se Alice e la Regina di Cuori si sfidassero a colpi di foodblog? Da quale isola Ulisse posterebbe recensioni su TripAdvisor, mentre Penelope aspetta il suo ritorno? Cosa twitterebbe l'innamorato @romeo_mont sotto il balcone della sua Julienne? Immaginate i personaggi che amate passare le giornate tra cucina e social network. Nulla di strano, visto quanto golosi erano i loro gloriosi autori. Antonella Gigante insieme a Francesca Mastrovito ci fanno scoprire il lato 'social-foodie' di personaggi cult, la vena culinaria degli scrittori (sapevate che Rodari era figlio di un fornaio e Shakespeare di un assaggiatore di birra? Che Polifemo è il primo "piccolo" produttore di formaggio della letteratura?) e ricette a tema letterario. Una divertente e colta carrellata tra fornelli, laptop e macchine da scrivere, da seguire anche su www.romeoejulienne.com, blog di libri, cucina e colpi di fulmine, pieno di idee per il prossimo pomeriggio di lettura o il piatto con cui vi cimenterete.
9,90

Pedagogia

editore: Alpha test

pagine: 127

Il volume presenta in sintesi la storia della pedagogia, attraverso l'esposizione del pensiero dei principali pedagogisti dall'antichità ai giorni nostri. È un utile strumento di studio e di ripasso per interrogazioni, e verifiche e per i primi esami universitari. La trattazione è arricchita da numerosi quesiti a risposta multipla per l'autovalutazione dell'apprendimento, nonché da glossari e cronologie. Argomenti trattati: dalla pedagogia greca a quella cristiana, in età umanistica e della Riforma dalla pedagogia illuministica, romantica e positivista a quella del dissenso e dell'attivismo psicopedagogia europea e americana.
9,60

La grande menzogna. Tutto quello che non vi hanno mai raccontato sulla prima guerra mondiale

editore: Dissensi

pagine: 162

Lo sapevate che mentre i cappellani militari italiani - a cui venne proibito di utilizzare la parola "pace" - benedivano le armi che servivano ad uccidere o intonavano Te Deum di ringraziamento per le stragi perpetrate nei confronti dei nemici, plotoni di prostitute venivano inviate dagli Stati maggiori al fronte per tenere alto il morale della truppa? Che nonostante la martellante propaganda e l'esaltazione dell'eroismo dei soldati, suicidi, automutilazioni, disturbi mentali di ogni tipo e alcolismo erano tra i fenomeni più diffusi tra i militari in trincea? Che le mazze ferrate erano tra gli strumenti in dotazione agli eserciti per finire come bestie al macello i soldati agonizzanti, specie dopo aver usato contro di loro i gas asfissianti? Che i fanti che esitavano a lanciarsi all'assalto del nemico venivano trucidati dai carabinieri appostati alle loro spalle? Che per essere fucilati bastava anche solo tornare in ritardo dopo una licenza, oppure venire sorpresi a riferire o scrivere una frase ingiuriosa contro un superiore? E che ai prigionieri di guerra italiani, considerati vili, imboscati e disertori, il nostro governo, unico tra i Paesi belligeranti, non inviò alcun aiuto che ne alleviasse le terribili condizioni di detenzione?
13,90

Il ritratto

di Elisabetta Gigante

editore: Mondadori Electa

pagine: 333

Ritratti individuali, di gruppo, autoritratti, ritratti doppi, ritratti persino di animali: sono infinite le varianti di un genere artistico diffuso in ogni epoca e in ogni cultura e non ancora estintosi nel mondo contemporaneo. Non solo strumento di propaganda e di potere, il ritratto ha rappresentato anche un oggetto di documentazione, senza contare il suo importante ruolo nell'arte religiosa, in quella funeraria e nel collezionismo. Dai miti sull'origine ai molteplici usi e funzioni, passando per i diversi tipi e i soggetti, l'autrice ci svela i significati di ogni tipologia di ritratto, proponendo, accanto agli immancabili classici, un'iconografia piuttosto inconsueta e di grande suggestione.
22,00

Paraventi sacri. Il «Ventennio» della Chiesa cattolica dietro il ritratto dei suoi protagonisti

di Gigante Valerio

editore: Di Girolamo

pagine: 160

Una galleria di brevi ritratti, biografie rigorosamente "non autorizzate", che tentano di ricostruire vicende e percorsi di un
13,50

Tasso

di Gigante Claudio

editore: Salerno

pagine: 448

Un viaggio interpretativo attraverso la miriade di opere tassiane
23,50

Codice McCartney

La verità sulla morte di Paul

editore: Rizzoli

pagine: 249

PID: un acronimo fitto di mistero che in tre lettere condensa una delle storie più discusse degli ultimi cinquantanni
17,90

Settembrini e l'antico

di Marcello Gigante

editore: Guida

pagine: 176

20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.