Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Massimo Fagioli

La psichiatria come psicoterapia

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 300

Scritte sotto dettatura, nell'estate del 2004, su una spiaggia assolata di Rodi, queste 70 pagine di Massimo Fagioli, secondo
20,00

Istinto di morte e conoscenza

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 345

La vitalità è la reazione biologica, alla 24ª settimana di gravidanza, di un sé libidico del feto che, avendo rapporto con l'o
24,00

Conoscenza dell'istinto di morte. Lezioni 2012

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 247

"Come nasce, come viene lo stimolo della luce, la reazione della sostanza cerebrale è
24,00

Materia energia pensiero. Lezioni 2011

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 720

"La luce che giunge sulla retina inizia la realtà della vita umana. Nel silenzio, la forza del cuore che batte fa la reazione del corpo che, con la pulsione di annullamento del mondo crea, nello stesso istante, la vitalità che è movimento. Inizia il tempo della vita."
24,00

Religione ragione e libertà. Lezioni 2009

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 250

24,00

Bambino donna e trasformazione dell'uomo

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 352

La creatività è tale quando non è astratta e totalizzante, quando non c'è scissione tra corpo e mente, quando il fare è conseguenza del vedere, sapere, rifiutare l'amorfo, l'inanimato, il ripetitivo, lo stupido, il violento. Però è come se il silenzio che circonda lo scrittore avesse la sua risonanza lontana nel silenzio che il neonato crea nella sparizione totale della realtà che lo circonda. Realtà inesistente che protegge la mente e la mano che segna le parole sul foglio trasformando i suoni in segni, in un misterioso ritorno al contrasto primario tra luce e buio ripetuto ogni volta che accostando colori diversi si distinguono gli uni dagli altri realizzando la propria immagine.
24,00

Il pensiero nuovo. Lezioni 2004

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 217

È necessario, per pensare e sapere la realtà del pensiero senza coscienza, rifiutare il metodo razionale che ha fatto la conoscenza della realtà materiale. È necessario scoprire e realizzare l'identità irrazionale che è soltanto dell'essere umano.
24,00

La marionetta e il burattino

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 322

Secondo dei quattro volumi fondanti la teoria della nascita di Massimo Fagioli, "La marionetta e il burattino" ha molti significati. Significato di sviluppo delle scoperte di "Istinto di morte e conoscenza", significato di coerenza nella ricerca sulla realtà del pensiero senza coscienza, significato di coraggio, costanza e lavoro per il processo di conoscenza. Lo sviluppo delle scoperte sta nell'ampiezza della visione dei problemi che, oltre a centrarsi su dinamiche specifiche di rapporto interumano, si svolge rifiutando tutta la "metodologia" freudiana che oppone al disumano del malato psichico un disumano più regressivo fino all'annullamento più totale. La coerenza del discorso sta nello svolgimento degli accenni che, contenuti nell'ambito dei due pilastri del primo volume (la dinamica fondante la pazzia umana e la nascita dell'Io dell'uomo), trovano la loro concretezza teorica soprattutto nel capitolo che demolisce il concetto e la dinamica dell'identificazione e nel capitolo che chiarisce la reale dimensione del desiderio nel rapporto interumano. Il significato di coraggio, costanza, lavoro per il processo di conoscenza, si vede nel momento in cui si consideri il contesto storico nel quale il libro è stato scritto, ovvero nel contesto dell'operazione culturale di isolamento ed eliminazione cui il primo volume era stato sottoposto.
24,00

Left 2008

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 322

In questi articoli scritti e pubblicati nel 2008 sul settimanale "Left", Fagioli prende spunto da due film usciti a fine 2007, "La giusta distanza" e "Signorinaeffe", per parlare del rapporto della sinistra con la donna. Il discorso teorico diventa proposta politica all'allora presidente della camera Fausto Bertinotti: rifondare la sinistra a partire dall'alleanza tra gli immigrati e le donne che possono realizzare la loro identità umana non essendo costrette a fare figli per alimentare le necessità dell'economia. Il rapporto con l'immagine di donna si approfondisce e si sviluppa legandosi all'elaborazione del fallimento del '68 che non ha saputo ribellarsi, perché non aveva un irrazionale che pensasse e vedesse l'identità della donna. Il 2008 è anche l'anno della grande sconfitta (fallimento?) della sinistra radicale, che non ha più rappresentanza in parlamento. E Fagioli cerca di comprendere e spiegare qual è stato il motivo della sconfitta. Sullo sfondo l'immagine, la storia e l'identità dell'analisi collettiva, che non è fallita e che si configura di volta in volta in un immagine di donna.
24,00

Left 2007

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 272

"Cosa ha significato il 2006? Il mio modo di scrivere è diverso, dicono, forse, ogni volta. Il movimento del tempo segnato, nel pensiero, dalla linea... E movimento è una parola senza immagine... C'è un movimento della mente che cambia l'espressione del pensiero." Dopo Left 2006, Massimo Fagioli riunisce ancora una volta una serie di articoli pubblicati sul settimanale, 49 in tutto, nel 2007.
24,00

Madri di biciclette

di Fagioli Massimo

editore: Società Editrice Fiorentina

pagine: 160

Ha quattro ruote e un motore, il mostro di Trafficopoli
12,00

Fantasia di sparizione. Lezioni 2007

di Massimo Fagioli

editore: L'Asino d'oro

pagine: 222

Massimo Fagioli si è laureato all'Università di Roma in Medicina avendo intrapreso tali studi con lo scopo esplicito di interessarsi di realtà psichica. Specializzatosi in Neuropsichiatria fece la prima esperienza manicomiale a Venezia venendo in contatto con malati di mente cronicizzati nelle loro sindromi. Passò poi all'ospedale psichiatrico di Padova dove organizzò esperienze di psichiatria attiva con gruppi di malati, vivendo il ruolo di psichiatra nell'ambito di continue riunioni con tutti i componenti della struttura ospedaliera. Volendo approfondire la sua osservazione dei malati si dedicò in Svizzera, nella clinica di Binswanger a Kreuzlingen, ad una esperienza di comunità terapeutica convivendo notte e giorno con i malati senza mediazioni. Questa pubblicazione raccoglie le lezioni tenute nel 2007 all'Università di Chieti.
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento