Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Massimo Mila

Le opere «brutte» di Giuseppe Verdi

di Massimo Mila

editore: Manni

pagine: 220

Intendiamoci: le opere giovanili di Verdi si debbono certamente studiare. Ma non per sognare improbabili recuperi di capolavori. Bensì per rilevare in esse, accanto alle prime affermazioni del genio, tutte le cose che il Verdi maturo non fece più: l'oziosa coniugazione di radici melodiche puramente decorative; l'inerzia di accompagnamenti stereotipati; la strumentazione bandistica; le barocche volute di strumentini che si avvolgono in pettegoli arpeggi staccati intorno alla melodia vocale. Le opere giovanili sono una miniera, no, un cimitero di procedimenti abbandonati a poco a poco attraverso l'assidua autocritica del genio. Rendersene conto vuol dire pervenire alle ragioni della sua grandezza.
17,00

Breve storia della musica

di Massimo Mila

editore: Einaudi

pagine: 488

Per la sua agevole lettura la "Breve storia della musica", pubblicata per la prima volta nel 1946, si è conquistata un posto d
15,00

Cronache wagneriane

di Massimo Mila

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 300

In questo libro, Massimo Mila ripercorre la vita avventurosa e concitata di Wagner e il suo incredibile impatto sull'epoca, il
13,50

L'arte di Béla Bartók

di Massimo Mila

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 151

Brillante musicista e compositore dalla personalità complessa, Béla Bartók è stato uno degli sperimentatori più acuti e intriganti del Novecento. In questa lettura d'autore Massimo Mila ne ripercorre la vita e le suggestive soluzioni sonore: liberando Bartók dalla lettura riduttiva che lo considera soltanto nella sua veste di musicista "socialmente impegnato", l'autore coglie gli elementi fondamentali del suo percorso musicale, dal recupero del canto popolare ungherese all'indagine dei misteri dell'anima, fino alla continua ricerca di nuove melodie e inedite strutture ritmiche. Dalle pagine di Mila emergono l'attualità di Bartók e l'evoluzione del suo cammino creativo momento per momento, restituendoci così il fascino, le ansie e i dubbi di una figura che ha condotto la musica novecentesca verso strade rimaste fino ad allora inesplorate.
12,00

Verdi

di Mila Massimo

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Un viaggio alla scoperta del grande compositore che con la sua musica ha accompagnato la nascita della nazione italiana
16,00

Compagno Strawinsky

di Mila Massimo

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Quella di Massimo Mila per Igor Strawinsky è stata una passione precoce e duratura, in forte anticipo rispetto a una critica c
12,90

Mila alla Scala. Scritti 1955-1988

di Massimo Mila

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 565

Questo libro documenta l'incontro fra un grande teatro lirico (la Scala) e un grande critico musicale. Per più di un trentennio, dal 1955 fino a pochi giorni prima della morte, Massimo Mila diede conto sull'"Espresso" e poi sulla "Stampa" degli spettacoli della Scala, sia le opere della tradizione sia le prime esecuzioni di musica contemporanea alla Piccola Scala. Sfilano in queste pagine i protagonisti della scena musicale e teatrale del secondo Novecento, dalla Callas alla Schwarzkopf, da Karajan a Bohm a Bernstein, da Gavazzeni ad Abbado a Muti, da Eduardo de Filippo a Strehler a Ronconi. Soprattutto però, ogni articolo è un'occasione critica per penetrare nei capolavori dell'opera lirica.
15,00

Scritti Civili

di Mila Massimo

editore: Saggiatore

Massimo mila e` stato il piu` grande critico musicale italiano, ma anche un uomo libero, appassionato, in contatto con i piu`
22,00

Lettura del Don Giovanni di Mozart

di Mila Massimo

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 279

Il "Don Giovanni" di Mozart è un'opera capitale, non solo per la storia della musica: è diventata ormai parte costitutiva dell
13,00

Le sinfonie di Mozart

di Massimo Mila

editore: Einaudi

pagine: 238

A fronte delle aure corrusche e rosseggianti del mitico Sessantotto, Massimo Mila propone ai suoi studenti un corso apparentemente normale dedicato alle Sinfonie di Mozart. Dalle puerili ispirate al modello del Bach londinese alle italiane "senza Minuetto", alle parigine e mannheimeriane alle prime viennesi o salisburghesi, agli ultimi, scatenati capolavori poi catturati dal grande Repertorio sinfonico concertistico pre-romantico, romantico, post-romantico, neo-romantico ecc. La presentazione delle opere segue più linee di sviluppo e accumula più vedute "in soggettiva" del corpus mozartiano attivate con souplesse, ma effettivamente dialettiche, nella misura in cui è dialettizzato l'apprezzamento dei valori dei testi. L'interesse microscopico al dettaglio corrisponde a una sfida rivolta alla apparente fortissima somiglianza reciproca delle opere, sempre centrando la scoperta di un momento evolutivo, o rilevando il sintomo, spesso mascherato, di un travaglio. Mila accumula prove, sinfonia dopo sinfonia, del cimento della accondiscendenza e della libertà, quale si rappresenta nel puro testo musicale mozartiano via via che scorre nel tempo fitto e breve della sublime biografia artistica dell'autore. Costruita in tal modo, sensibilmente ma sottotraccia eroica, una icona di lotta per la libertà nei contesti della necessità, Mila consegna il suo Corso mozartiano, "normale ma non troppo", alla piccola turbolenta turba di allievi contemporanei.
21,00

L'altra faccia della mia persona. Storie di vette e alpinisti

di Massimo Mila

editore: Cda & Vivalda

pagine: 196

Nel centenario della nascita di Massimo Mila, torna l'attesa riedizione della "Storia dell'Alpinismo Italiano", scritta dal gr
19,00

Lettura del Flauto magico

di Massimo Mila

editore: Einaudi

pagine: 238

Mozart, con Verdi, Beethoven e Brahms, fu la passione dominante del grande musicologo Massimo Mila
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.