Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Maurice Blanchot

Passi falsi

di Maurice Blanchot

editore: Il Saggiatore

pagine: 392

«Non aver niente da esprimere dev'esser preso nel senso più semplice
29,00

Il libro a venire

di Maurice Blanchot

editore: Il Saggiatore

pagine: 285

Proust e Artaud, Musil e Hesse, Joubert e Rousseau: questi alcuni degli autori scandagliati nel "Libro a venire"
27,00

Lo spazio letterario

di Maurice Blanchot

editore: Il Saggiatore

pagine: 303

«Chi scava il verso incontra l'assenza degli dèi»: così Maurice Blanchot dà voce a chi ha avuto il privilegio e insieme la sve
29,00

La conversazione infinita. Scritti sull'«insensato gioco di scrivere»

di Maurice Blanchot

editore: Einaudi

pagine: 587

"La conversazione infinita" è senza dubbio il libro chiave di Maurice Blanchot e uno dei libri più inquieti, singolari e stimolanti di critica letteraria del secondo Novecento. Anche qui, come negli altri libri dell'autore, la riflessione muove da testi, autori, studi, problemi proposti volta a volta dall'attualità. Questi incontri appartengono spesso alla produzione letteraria, a volte sono "recensioni" a libri di sintesi interpretativa trascese in un rapporto libero; ma sempre in una prospettiva generale di pensiero. In confronto agli altri lavori di Blanchot, questo appare dunque più filosofico; più frammentato e insieme più compatto. I singoli testi si susseguono in una fitta polifonia che riprende e sospende, nel tessuto discontinuo delle occasioni critiche, una serie di interrogativi sempre più essenziali. La complessità del discorso viene evidenziata nei capitoli di raccordo stesi in forma di dialogo, dove la polarizzazione della ricerca, nell'alternanza di due voci disincarnate, obbedisce a una funzione organizzativa, all'esigenza di regolare i tempi e i livelli di approfondimento. Tra le parti più intense del volume quella introduttiva in forma di dialogo, coi temi apparentemente misteriosi della "fatica", della "benevolenza", dell'"evento"; le pagine sul significato dell'Ebraismo, quelle sui terroristi; su Orfeo, Don Giovanni, Tristano; sul "quotidiano"; sul narrare; sulla critica; e la ricapitolazione finale su "L'assenza di libro".
34,00

La questione degli intellettuali. Abbozzo di una riflessione

di Blanchot Maurice

editore: Mimesis

pagine: 64

Attraverso una carrellata di personaggi come Nietzsche, Valéry, Barrès, Sartre, Foucault e Lyotard l'autore affronta una delle
10,00

L'eterna ripetizione-Après coup

di Maurice Blanchot

editore: Cronopio

pagine: 90

11,00

L'amicizia

di Maurice Blanchot

editore: Marietti

pagine: 348

In questa raccolta di saggi Maurice Blanchot dà prova di uno straordinario lavoro di critica ma anche di scrittura, che unisce
26,00
11,00

Nostra compagna clandestina. Scritti politici (1958-1993)

di Maurice Blanchot

editore: Cronopio

pagine: 263

Questo volume raccoglie vari testi, quasi tutti inediti in italiano, scritti da Maurice Blanchot tra il 1958 e il 1993 per riviste e quotidiani, oltre che in forma di lettera aperta o come parte di manifesti e di dichiarazioni collettive. Organizzati cronologicamente e tematicamente, questi testi permettono di cogliere alcune fondamentali linee di forza dei pensiero politico maturo di Blanchot così come si sono costituite nel confronto con gli eventi storici e alla prova del reale. Rigore di analisi e senso acuto della responsabilità traspaiono da pagine in cui già è presente, come allo stato puro, molto di ciò che Badiou, Deleuze, Foucault, Nancy e altri tenteranno poi di concettualizzare.
19,00

Lautréamont e Sade

di Maurice Blanchot

editore: Se

pagine: 216

Il saggista francese Maurice Blanchot coglie il legame profondo che unisce due figure, Sade e Lautréamont, apparentemente molt
18,00

La comunità inconfessabile

di Maurice Blanchot

editore: Se

pagine: 112

10,33

L'eterna ripetizione-Après coup

di Maurice Blanchot

editore: Cronopio

pagine: 90

8,26

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.