Libri di Maurizio Dianese

La strage degli innocenti. Perché Piazza Fontana è senza colpevoli

La strage degli innocenti. Perché Piazza Fontana è senza colpevoli

editore: Feltrinelli

pagine: 253

Alla fine degli anni Sessanta, nel triangolo fra Padova, Treviso e Venezia abitano alcuni degli uomini più feroci del terroris
17,00
Mose. La retata storica

Mose. La retata storica

editore: nuovadimensione

pagine: 192

Dal 4 giugno 2014 Mose non è più sinonimo di dighe mobili che salvano Venezia dall'acqua alta ma il nome-simbolo del malaffare e della corruzione. Proprio alle 4 del mattino del 4 giugno 2014 scatta il blitz della guardia di finanza che ammanetta 34 persone. Fra gli arrestati il nome che fa il giro del mondo è quello del sindaco, Giorgio Orsoni con l'accusa di finanziamento illecito ai partiti. È un terremoto per la vita della città che si scopre ferita a morte dallo scandalo. Ma non è finita qui: anche in Regione Veneto succede il finimondo perché la procura veneziana chiede l'arresto di Giancarlo Galan, deputato, ex ministro della Repubblica e per quindici anni governatore del Veneto. Nella "retata storica" del 4 giugno cadono anche l'assessore alle infrastrutture Renato Chisso e i vertici del Consorzio Venezia Nuova e l'inchiesta si allarga a macchia d'olio coinvolgendo ministri e portaborse, magistrati e "spioni", grandi aziende e cooperative rosse, politici di Destra e di Sinistra. Il libro di Monica Andolfatto, Gianluca Amadori e Maurizio Dianese racconta nei dettagli e in presa diretta l'inchiesta sul Mose con documenti esclusivi, verbali di interrogatorio e memorie di imputati eccellenti.
14,00
Malatempora

Malatempora

di Maurizio Dianese

editore: Aliberti

pagine: 208

17,00
Codice 955. L'inchiesta impossibile sull'omicidio Biagi

Codice 955. L'inchiesta impossibile sull'omicidio Biagi

di Maurizio Dianese

editore: nuovadimensione

pagine: 207

955: un numero telefonico "parlante". Poche cifre che porteranno a scoprire i killer di Marco Biagi, assassinato dalle Brigate Rosse il 19 marzo 2002. Questa la traccia che percorre il team di 40 poliziotti messo in piedi subito dopo l'omicidio di Bologna. A capo del pool investigativo un poliziotto che assomiglia a un cyborg; un agente che vive solo di notte; un altro che parla solo con il computer e il terzo che sotto il tavolo tiene due misteriose valigie. Dopo un anno di lavoro finalmente la svolta. Un numero di cellulare, SIM CARD 955, disattivato da un anno, conduce a un altro cellulare. In un susseguirsi di colpi di scena Maurizio Dianese ci conduce per mano in un labirinto di numeri e persone dove non è facile trovare l'uscita.
12,00
Petrolkiller. In appendice: i documenti segreti delle aziende chimiche

Petrolkiller. In appendice: i documenti segreti delle aziende chimiche

editore: Feltrinelli

pagine: 224

Il 2 novembre 2001 il Tribunale di Venezia ha pronunciato una sentenza di assoluzione per i ventotto imputati del processo sul Petrolchimico di Porto Marghera. Sul banco degli imputati c'erano i grandi gruppi della chimica italiana (Montedison, Enichem) accusati della morte per tumore di 157 operai e di altri 103 casi di malati, che erano addetti alla lavorazione del cloruro di vinile monomero (CVN) e del polivinile di cloruro (PVC) per la produzione di plastiche. Escono sconfitti gli operai e i cittadini che attendevano un verdetto che condannasse la volontaria utilizzazione da parte delle classi dirigenti di sostanze pericolose ed inquinanti. Ma i ricorsi in appello non si faranno attendere perché non si dimentichi un giudizio vergognoso.
7,50
La strage. Piazza Fontana. Verità e memoria

La strage. Piazza Fontana. Verità e memoria

editore: Feltrinelli

pagine: 224

Della strage di piazza Fontana sono tutti innocenti. Quel delitto orrendo, a lungo avvolto nel mistero, è ancora oggi ufficialmente impunito. Come avvenne davvero la "strage" per antonomasia, quella che più ha segnato la vita e l'anima di questo paese? Qual è la verità, che oggi è ben più chiara, se non ancora nelle aule dei tribunali certo nella coscienza della nostra democrazia? Un racconto che fruga nel cupo, torbido gorgo degli anni della strategia della tensione sbalzando in primo piano ritratti, personaggi, percorsi ed episodi che ci riportano alla realtà autentica dell'eversione nera e dei suoi legami con lo stato e il potere politico.
6,71