Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Mccoy Horace

They Shoot Horses, Don`t They?

di Mccoy Horace

editore: Profile books

11,00

Non si uccidono così anche i cavalli?

di Horace McCoy

editore: Sur

pagine: 129

Hollywood, anni Trenta
15,00

Sarei dovuto restare a casa

di Horace McCoy

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 195

Hollywood, durante la Grande Depressione. Ralph, Mona e Dorothy sono arrivati dalla provincia inseguendo il sogno di sfondare nel mondo del cinema. Naturalmente il percorso è molto più accidentato di quanto si aspettassero. Hollywood li schiaccia, come un dio Moloch che finisce sempre col divorare i suoi adoratori. Il sogno dorato si trasformerà presto in un incubo di compromessi degradanti, furti, prostituzione, suicidi. McCoy si conferma un maestro nel dipingere il fallimento e il senso di impotenza che attanagliano l'individuo quando tenta di resistere al meccanismo stritolante del capitalismo anni Trenta, il più feroce e devastante mai sperimentato dalla società occidentale. Postfazione di Giancarlo De Cataldo.
9,00

Un sudario non ha tasche

di Horace McCoy

editore: Terre di mezzo

pagine: 219

Sportivi e politici corrotti, un medico con la morte di due ragazze sulla coscienza, un'inquietante organizzazione razzista che ricorda molto da vicino il Ku Klux Klan. Mike Dolan è un giornalista tutto d'un pezzo, e ha un solo obiettivo: portare a galla il marcio della città di Colton. Costi quel che costi. Ben presto però si renderà conto che, pur di non pestare i piedi ai potenti di turno, il suo giornale non darà mai spazio alle storie scomode che lui continua a proporre. Ma Mike è un duro, così si mette in proprio e fonda il "Cosmopolite", una rivista spregiudicata che pubblica da subito una serie di articoli-denuncia che danno fastidio a molti "intoccabili" della città. E da quel momento la vita di Dolan non sarà più al sicuro. Pubblicato prima nel Regno Unito, poi in Francia e solo successivamente e con difficoltà negli Stati Uniti, questo romanzo presenta un ritratto dell'America che, come ricorda "Thriller Magazine" è "talmente radicale (nel male) che non avrebbe mai potuto trovare qualche pazzo disposto a fargli da editore". Un libro duro e attuale, un grande classico del noir.
14,00

Non si uccidono così anche i cavalli?

di Horace McCoy

editore: Terre di mezzo

pagine: 121

Anni 30: in piena Grande Depressione Robert e Gloria, entrambi a Hollywood in cerca di un ingaggio, per sbarcare il lunario si iscrivono a una maratona di ballo nei pressi della spiaggia di Malibu: in cambio di vitto e alloggio i partecipanti devono danzare per giorni e giorni senza mai fermarsi, fino allo sfinimento. In palio ci sono mille dollari e, soprattutto, la possibilità di farsi notare dai produttori e dai registi che bazzicano questi eventi. La maratona attira sbandati senza quattrini e giovani in cerca di successo, e ben presto si trasforma in una vera e propria lotta per la soprawivenza, dove non c'è spazio per i sentimenti né per la pietà umana e dove tutto, anche la sofferenza, è ridotto a spettacolo per gli occhi insaziabili del pubblico. Fino all'epilogo macchiato di sangue. Una storia nera e inquietante che ricorda fin troppo da vicino la nostra epoca malata di reality show.
12,00

Avrei dovuto restare a casa

di Horace McCoy

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 250

7,75

Un bacio e addio

di Mccoy Horace

editore: Einaudi

pagine: 338

L'autore, dopo una serie di esperienze che sembrano costituire il tipico corredo dello scrittore americano "on the road" alla
8,26

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.