Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Mempo Giardinelli

Sant'Uffizio della memoria

di Giardinelli Mempo

editore: Elliot

pagine: 562

Siamo all'inizio degli anni Ottanta, in Argentina è da poco terminata la dittatura militare
19,50

La rivoluzione in bicicletta

di Mempo Giardinelli

editore: Guanda

pagine: 260

Bartolomé Gaite, il protagonista di questo romanzo, è un personaggio realmente esistito, ex militare ormai in pensione, che ha passato la vita a tentare di organizzare nel suo Paese, il Paraguay, una rivoluzione contro i dittatori che si sono susseguiti al potere: grandi slanci puntualmente frenati dalla mancanza di mezzi e di organizzazione. Costretto a sopportare lo scherno dei vicini, a lottare per evitare lo sfratto, a sottrarsi ai rimproveri della moglie, sempre accompagnato dalla sua vecchia e fedele bicicletta, Gaite non perde mai la speranza. La rivoluzione è la sua ossessione e dal suo esilio argentino vive nell'attesa di un segnale, di un progetto credibile che possa restituirgli il ruolo e le speranze perdute.
8,50

Finale di romanzo in Patagonia

di Mempo Giardinelli

editore: Guanda

pagine: 222

Con l'entusiasmo di due ragazzi che saltano la scuola, uno scrittore argentino in cerca d'ispirazione per il finale del suo romanzo e un professore spagnolo partono a bordo di una vecchia Ford Fiesta per un viaggio troppo a lungo sognato: percorrere in quaranta giorni tutta l'Argentina, dalla settentrionale Resistencia, nel Chaco, all'estremo sud del continente, la Patagonia. E mentre scorrono le avventure dei due amici, le pagine si popolano di spazi aperti, di strade infinite, d'incontri casuali e sorprendenti, d'indimenticabili storie di vita vissuta. E il libro da racconto di viaggio diventa a poco a poco diario intimo, ricerca di sé in una Patagonia che ha perso i suoi contorni geografici per assumere quelli indefiniti di paesaggio dell'anima.
8,00

Visite fuori orario

di Mempo Giardinelli

editore: Guanda

pagine: 285

Un uomo giace in coma profondo in un ospedale di Buenos Aires. Flora, una delle sue figlie, gli rimane accanto per molte notti e gli parla nella speranza che possa ancora sentirla. Tra ricordi e rimproveri, con una sincerità che non si era mai permessa prima, la ragazza racconta i conflitti familiari, le contraddizioni di tutta la relazione padre-figlia, i rancori accumulati e l'adorazione che ancora prova per lui, anche se l'ha abbandonata quando era solo una ragazzina. Alla testimonianza di Flora, si aggiungono quelle delle sue sorelle, cresciute come lei a Città del Messico ma stabilitesi a New York, e perfino quella della madre, la ex moglie dell'uomo, ora sposata con un impresario americano. Flora legge di nascosto anche le lettere appassionate che un'antica amante aveva spedito al padre quando lui era un uomo nel pieno del fascino. Ma adesso quest'uomo è un corpo silenzioso, circondato dalle confidenze e dalle nostalgie di un coro di voci, che danno vita con le loro parole a un vivido affresco contemporaneo in cui convergono punti di vista diversi su un uomo amato e odiato e per questo profondamente umano, che agonizza nel silenzio di un ospedale, mentre il caos e la violenza sembrano regnare nel mondo.
16,00

La rivoluzione in bicicletta

di Mempo Giardinelli

editore: Guanda

pagine: 266

Bartolomé Gaite, il protagonista di questo romanzo, è un personaggio realmente esistito, ex militare ormai in pensione, che ha passato la vita a tentare di organizzare nel suo Paese, il Paraguay, una rivoluzione contro i dittatori che si sono susseguiti al potere: grandi slanci puntualmente frenati dalla mancanza di mezzi e di organizzazione. Costretto a sopportare lo scherno dei vicini, a lottare per evitare lo sfratto, a sottrarsi ai rimproveri della moglie, sempre accompagnato dalla sua vecchia e fedele bicicletta, Gaite non perde mai la speranza. La rivoluzione è la sua ossessione e dal suo esilio argentino vive nell'attesa di un segnale, di un progetto credibile che possa restituirgli il ruolo e le speranze perdute.
15,00

Finale di romanzo in Patagonia

di Mempo Giardinelli

editore: Guanda

pagine: 224

Se il finale di un nuovo romanzo non vuole saperne di venire in mente allo scrittore, l'unica soluzione è staccare la spina. Saltare su una vecchia auto con un amico fidato, pochi soldi in tasca e via, verso il luogo più letterario del Sudamerica. Avvicinarsi ai confini del mondo per scendere fino in fondo a se stessi. E, chilometro dopo chilometro, scorrono nelle pagine i problemi dell'Argentina, la variopinta gente che la popola, i grandi protagonisti della letteratura.
13,43

Il decimo inferno

di Mempo Giardinelli

editore: Guanda

pagine: 128

Alfredo e Griselda sono amanti. Lui è il ricco titolare di un'agenzia immobiliare, lei la moglie del suo migliore amico e socio in affari. Un giorno, quasi per gioco, dopo aver fatto l'amore, Alfredo propone a Griselda di uccidere il marito: basta un attimo e la calda atmosfera dei loro incontri si tinge delle tinte fosche della furia omicida. Dopo aver eliminato la loro vittima, i due si danno a una nuova vita, a un'esaltante avventura 'on the road' che seminerà di nuovo morte. Sotto i colpi degli amanti-assassini, cadranno vicini di casa, benzinai, garzoni, poliziotti, in un crescendo di violenza, una violenza a lungo repressa sotto i panni di una normale e pacifica vita borghese.
9,30

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.