Libri di Michele Mari

Fantasmagonia

Fantasmagonia

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 176

Mostri, spiriti, ombre e possessioni demoniache
10,50
Le maestose rovine di Sferopoli

Le maestose rovine di Sferopoli

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 176

Ogni ossessione a Sferopoli è già stata catalogata, qualsiasi mito o superstizione trova conferma, i sogni sono moneta corrent
18,00
Leggenda privata

Leggenda privata

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 166

L'Accademia dei Ciechi ha deliberato: Michele Mari deve scrivere la sua autobiografia
11,00
Tutto il ferro della torre Eiffel

Tutto il ferro della torre Eiffel

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 304

Walter Benjamin, Céline, ma anche lo storico Marc Bloch, il filologo Erich Auerbach, l'editore Donoël, gli industriali Citroën
12,00
Filologia dell'anfibio. Diario militare

Filologia dell'anfibio. Diario militare

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 296

Come affrontare quell'esperienza, infima più che infernale, che è stato il C
12,00
Dalla cripta

Dalla cripta

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 141

Nel libro ci sono sonetti amorosi, omaggi alla tradizione poetica italiana (Dante, Foscolo, Leopardi), poesie oscene secondo i
12,50
La stiva e l'abisso

La stiva e l'abisso

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 267

La bonaccia fiacca i venti e un galeone spagnolo, immobile in mezzo all'oceano, diventa il palcoscenico di un dissonante conce
12,00
I demoni e la pasta sfoglia

I demoni e la pasta sfoglia

di Michele Mari

editore: Il saggiatore

pagine: 754

La letteratura è ossessione
28,00
Leggenda privata

Leggenda privata

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 171

L'Accademia dei Ciechi ha deliberato: Michele Mari deve scrivere la sua autobiografia
18,50
Roderick Duddle

Roderick Duddle

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 485

Figlio di una prostituta, Roderick cresce tra furfanti e ubriaconi all'Oca Rossa, fumosa locanda con annesso bordello. Quando la madre muore, il proprietario pensa bene di cacciarlo: quello che entrambi ignorano è che nel destino di Roderick è nascosta un'immensa fortuna, e quel medaglione che porta al collo ne è la prova. Il ragazzino si ritrova alle calcagna una folla di balordi, mentecatti, loschi uomini di legge e amministratori, assassini, suore non proprio convenzionali - ognuno deciso a impadronirsi in un modo o nell'altro di una parte del bottino. E così Roderick fugge, per terra e per mare, in un crescendo di imprevisti, omicidi, equivoci e false piste. "Roderick Duddle" è insieme summa e reinvenzione del percorso letterario di Michele Mari: guardando a Dickens e Stevenson, mai cosi amati, disegna una parabola sulla cupidigia e sulla stupidità dell'uomo, ma anche sulla sua capacità di stupirsi di fronte al meraviglioso.
14,00
Io venía pien d'angoscia a rimirarti

Io venía pien d'angoscia a rimirarti

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 150

Recanati, 1813. In un austero palazzo nobiliare, il giovane Orazio Carlo tiene un diario nel quale riporta le parole e le azioni del fratello maggiore, Tardegardo Giacomo. Ad attirare l'attenzione del ragazzo è il comportamento misterioso di Tardegardo, che si diletta di poesia e ha tranquille abitudini da erudito, ma è anche roso da una sconvolgente irrequietezza. Nel frattempo, in paese, alcuni episodi cruenti turbano la serenità degli abitanti. Si alternano così la rivisitazione della vita e delle opere di un giovane poeta e gli elementi di un romanzo nero, come delitti efferati, coincidenze lunari e antiche vicende di sangue. Riprendendo i modi della prosa italiana dell'Ottocento, il romanzo è l'esecuzione musicale di un apocrifo leopardiano, ed è al contempo un'originale variazione sul tema del doppio.
13,50
Sogni

Sogni

editore: Humboldt

pagine: 154

È un incontro felice, quasi spontaneo, quello tra un grande artista, Gianfranco Baruchello, e uno dei nostri scrittori più imp
30,00