Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Origene

Opere di Origene. Testo greco antico a fronte

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 608

Pochissime scoperte di testi patristici possono competere col ritrovamento di 29 omelie di Origene (185-254) sui Salmi nel 201
100,00

I principi

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 644

Il "Perì archôn" di Origene (185-254) è la prima opera giunta a noi in cui viene proposta una presentazione d'insieme del mist
110,00

Opere di Origene. Testo latino a fronte. Vol. 14/2: Commento alla Lettera ai romani.

Commento alla Lettera ai romani

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 614

Nell'ambito della vasta produzione esegetica di Origene, il Commento alla Lettera ai Romani (composto tra il 243 e il 249 d
110,00

Opere di Origene

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 590

Un commento alle Scritture, in prima edizione italiana, corredato da introduzioni e note di approfondimento
100,00

Commento al Padre Nostro

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 120

La preghiera cristiana per eccellenza, nell'ormai classico commento del grande scrittore alessandrino
6,00

Opere di Origene. Vol. 11/3: Commento a Matteo 3.

Commento a Matteo 3

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 302

Da uno degli autori più fecondi dei primi secoli cristiani, un'opera di grande originalità e ricchezza
76,00

Opere di Origene. Testo latino a fronte. Vol. 14/1: Commento alla Lettera ai romani.

Commento alla Lettera ai romani

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 400

Nell'ambito della vasta produzione esegetica di Origene, il Commento alla Lettera ai Romani (composto tra il 243 e il 249 d
95,00

Sul Cantico dei cantici. Testo greco e latino a fronte

editore: Bompiani

pagine: 1565

Il volume raccoglie assieme il "Commento al Cantico dei Cantici" di Origene di Alessandria e le quindici "Omelie sul Cantico dei Cantici" di Gregorio di Nissa. Il "Cantico dei Cantici" è un poema tradizionalmente attribuito al re Salomone in cui è celebrato l'amore di uno sposo e di una sposa. Soprattutto grazie alla spiegazione allegorica che Origene e Gregorio di Nissa propongono di questo scritto le Chiese di Oriente e di Occidente hanno interpretato, per quasi duemila anni, l'amore in esso cantato come l'amore sponsale di Cristo/Logos e dell'anima, o della Chiesa. Queste due opere, in cui sono custoditi i princìpi della mistica cristiana, offrono attraverso un linguaggio teologico, filosofico e poetico una visione della relazione fra l'anima e Dio che è fra le più profonde della storia del pensiero.
50,00

Commento al Vangelo di Giovanni

Testo greco a fronte

di Origene

editore: Bompiani

pagine: 1831

Della vastissima produzione che ci è pervenuta del teologo alessandrino (Alessandria d'Egitto, 185 - Tiro, 254 d
40,00

Opere di Origene. Vol. 11/2: Commento a Matteo 2.

Commento a Matteo 2

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 368

La composizione del Commentario a Matteo si colloca nel periodo compreso tra il 244 e il 249, nell'ultima stagione della vita
85,00

Opere di Origene

di Origene

editore: Città Nuova

pagine: 128

Il trattato "Sulla Pasqua" si colloca intorno al 235-248 d.C., in un'epoca nella quale era in atto una controversia liturgico-teologica sull'interpretazione della Pasqua cristiana: per alcuni l'accento è sulla Passione di Cristo; per altri sulla Resurrezione. Nel testo Origene spiega il significato della parola Pasqua come passaggio, "schierandosi" a favore della seconda interpretazione, e offre un commento allegorico-spirituale dei versetti pasquali di Es 12. Il volume presenta un'ampia introduzione al testo.
34,00

Omelie sui Giudici

di Origene

editore: ESD-Edizioni Studio Domenicano

pagine: 256

Il libro biblico dei Giudici narra la storia di Israele successiva all'ingresso nella Terra promessa. È una storia santa: i dati della narrazione storica sono congiunti all'interpretazione religiosa. Questa sostituisce volentieri il ruolo delle cause seconde di ordine umano con l'azione immediata di Dio. Il nostro predicatore, Origene, insiste sul fatto che si tratta di una successione storica non solo provvidenzialmente guidata, ma soprattutto orientata a svelare la presenza di Gesù Cristo. Così nella Omelia II,1 afferma: "Abbiamo stabilito di riferire a nostro Signore Gesù Cristo ciò che si leggeva di Gesù, figlio di Nave". E Gedeone, che è l'eroe principale delle ultime due Omelie, è presentato come immagine che anticipa alcuni aspetti della vita di Gesù Cristo: così Gedeone, che spreme il vello in un catino, riempiendolo d'acqua, anticipa Cristo che lava i piedi dei suoi discepoli (VIII,5); e Gedeone, che intima agli uomini timorosi e pavidi di andarsene e che ordina agli altri di scendere nell'acqua del fiume per metterli alla prova, è ombra di Cristo che dice: "Chi non prende la sua croce e non viene dietro di me non è degno di me" (IX,1).
28,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento