Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Orlev Uri

Il nonno che aggiustava i sogni

di Uri Orlev

editore: Feltrinelli

pagine: 160

Michael si trasferisce con i genitori in Israele, la terra d'origine del padre, per poter assistere il nonno anziano
9,00

L'isola in via degli uccelli

di Uri Orlev

editore: Salani

pagine: 185

La seconda guerra mondiale infuria per l'Europa e in Polonia la vita, già difficile per tutti, è per gli ebrei pressoché insop
9,00

Il nonno che aggiustava i sogni

di Uri Orlev

editore: Feltrinelli

pagine: 125

Michael si trasferisce con i genitori in Israele, la terra d'origine del padre, per poter assistere il nonno anziano
10,00

Gioco di sabbia

di Uri Orlev

editore: Salani

pagine: 82

Questa è la storia di come un ragazzo ebreo attraversa l'Olocausto e diventa scrittore. Ma non è un racconto di disperazione, malgrado le atrocità e le morti di cui Uri purtroppo è stato testimone, né di sentimentalismi. Orlev ha vissuto come un bambino qualsiasi, con il coraggio e la straordinaria forza vitale dell'infanzia, come il protagonista di un'avventura, eroe invincibile di un racconto. Età di lettura: da 10 anni.
8,00

Poesie scritte a tredici anni a Bergen-Belsen (1944). Testo ebraico a fronte

di Uri Orlev

editore: Giuntina

pagine: 122

"Scrissi la prima poesia quando ancora ci trovavamo nel nostro nascondiglio, nella parte polacca di Varsavia. È rimasta là. Quando il campo (di concentramento) fu ridotto, cosi come il numero dei bambini, ripresi a comporre poesie. Scrivevo la prima stesura su un'asse che avevo staccato dal mio tavolaccio e la ricopiavo sul taccuino solo quando mi soddisfaceva completamente". Rinchiuso a Bergen-Belsen, il giovanissimo ebreo polacco Jurek Orlowski affidò alla poesia le proprie angosce di tredicenne colpito dalla barbarie nazista. Nel 2005 lo stesso autore, divenuto nel frattempo Uri Orlev, ha tradotto queste liriche in ebraico. È una testimonianza pura, reale, la voce autentica di un bambino nella Shoah.
12,00

La ricerca della terra felice

di Orlev Uri

editore: Salani

pagine: 243

Questa è la storia di Eliusha, cinque anni, che all'inizio della Seconda guerra mondiale si trasferisce con la sua famiglia da
15,00

La bestia d'ombra

di Orlev Uri

editore: Salani

pagine: 77

Non bisogna lasciarsi ingannare da quella che sembra una fiaba, se emana tanta luce e tanta ombra
6,80

La corona del drago

di Orlev Uri

editore: Salani

pagine: 196

Una storia sulla complessità di problemi come il pacifismo, la guerra e il fascino che esercitano il male e il peccato
13,00

Soldatini di piombo

di Uri Orlev

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 358

Yurek e Kazik sono due fratellini ebrei a cui la persecuzione nazista sta portando via tutto, anche le persone più care. Ma non il gioco, il loro gioco preferito. Mentre tutto cambia e la solitudine avanza, i soldatini di piombo li aiutano a rimanere disperatamente attaccati alla loro infanzia. Una vicenda tesa e commovente, raccontata per episodi e immagini, seguendo lo sguardo sincero e nonostante tutto ottimista di due bambini. Postfazione di Antonio Faeti. Età di lettura: da 12 anni.
7,90

Siamina. L'incredibile amicizia tra un gatto e un cane vagabondi

di Uri Orlev

editore: Salani

pagine: 57

Un'elegante gatta siamese scappa di casa e si perde in una città sconosciuta. Quella stessa notte un cagnetto arruffato fugge dal canile municipale e vaga in cerca di riparo. Dopo una tempesta di neve che imbianca ogni cosa, i due si incontrano davanti al cassonetto del quartiere, nel regno dei gatti randagi. E l'impensabile accade. Età di lettura: da 10 anni.
10,00

L'isola in via degli uccelli

di Uri Orlev

editore: Salani

pagine: 185

La seconda guerra mondiale infuria per l'Europa e in Polonia la vita, già difficile per tutti, è per gli ebrei pressoché insop
12,00

Corri ragazzo, corri

di Uri Orlev

editore: Salani

pagine: 201

Una fuga senza fine e senza la nozione di un fine chiaro, certo, riposante. Solo per salvarsi la vita a tratti, per prendere respiro. Un bambino di otto anni, fuggito dal ghetto di Varsavia - dove ha visto sua madre sparire in un attimo come per una malefica magia - passa da un gruppo di ragazzi alla macchia, a case di contadini protettivi o malvagi e delatori, a soldati tedeschi spietati o umani; dorme sugli alberi, nelle tombe e, a forza di nasconderlo, arriva a dimenticare di essere ebreo. "Ti ordino di sopravvivere" gli aveva detto il padre prima di venire ucciso. E, per avere la forza di seguire quell'ordine, il ragazzo è costretto a cancellare il ricordo del suo passato, della madre e del paese della sua infanzia, come i continui addii del presente. Dimenticando, Yoram concentra tutta la sua energia nel momento in cui vive, povero, affamato, senza protezione, a un certo punto perfino senza un braccio, che il chirurgo si è rifiutato di curare, riconoscendolo ebreo. Ma la corsa prosegue, e "il bambino biondo senza un braccio" rimane in mente come un'inesausta sfida alla morte. In Israele, dove oggi vive e insegna, Yoram Friedman ha raccontato la sua storia - perché questa è una storia vera - che Uri Orlev ha ascoltato dalla sua voce e scritto con commozione e intensa partecipazione. Età di lettura: da 11 anni.
13,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.