Libri di Pischedda Bruno

La competizione editoriale. Marchi e collane di vasto pubblico nell'Italia contemporanea (1860-2020)

La competizione editoriale. Marchi e collane di vasto pubblico nell'Italia contemporanea (1860-2020)

di Bruno Pischedda

editore: Carocci

pagine: 544

Un secolo e mezzo di imprese legate al libro: formule societarie, organigrammi, consistenza economica; e un secolo e mezzo di
44,00
Satta, il capolavoro infinito. Memoria e misteri nel «Giorno del giudizio»

Satta, il capolavoro infinito. Memoria e misteri nel «Giorno del giudizio»

di Bruno Pischedda

editore: Carocci

pagine: 188

Il 25 luglio 1970, alle sei del pomeriggio, il giurista Salvatore Satta sale le scale della sua villetta a Fregene e avvia la
20,00
Dieci nel Novecento. Il romanzo italiano di largo pubblico dal Liberty alla fine del secolo

Dieci nel Novecento. Il romanzo italiano di largo pubblico dal Liberty alla fine del secolo

di Bruno Pischedda

editore: Carocci

pagine: 266

Guido Da Verona e Camilleri, Pitigrilli e Guareschi, Annie Vivanti, Liala, Brunella Gasperini, Giorgio Scerbanenco, Stefano Be
24,00
Eco: guida al Nome della rosa

Eco: guida al Nome della rosa

di Pischedda Bruno

editore: Carocci

pagine: 127

È il 1980 quando "Il nome della rosa" esce in libreria e si impone all'attenzione di tutto il mondo
12,00
Com'è grande la città

Com'è grande la città

di Pischedda Bruno

editore: Shake

pagine: 252

Da piccolo, per gioco, trafuga le ossa dei morti, cerca di far deragliare i treni, ruba tutto quel che gli capita a tiro, si s
17,00
Mettere giudizio. 25 occasioni di critica militante

Mettere giudizio. 25 occasioni di critica militante

di Bruno Pischedda

editore: Diabasis

pagine: 240

Incline per storia personale, letteraria, a studiare, più che i singoli risultati di eccellenza, i processi collettivi che li hanno generati (ciò che chiama sociologia della letteratura), e a non operare distinguo fra una letteratura bassa e una alta, ma a leggere insieme Fortini e Tamaro, Fenoglio e la giallistica del dopoguerra, Bruno Pischedda compone pezzi d'occasione (giudizi sommari) e letture più "fini" (giudizi di merito), giudizi d'intrattenimento o con ambizioni storiografiche (giudizi a procedere), lungo un ventennio di letture: dal 1985 al 2004. Il lettore di Pischedda ritroverà qui un tratto costante della sua opera: l'indagine sulla modernità, non eroica, non esclusiva, ma di massa, in cui tutti siamo immersi.
16,00
Il feuilleton umoristico di Salvatore Farina
17,99
Carùga blues

Carùga blues

di Bruno Pischedda

editore: Casagrande

pagine: 247

Un romanzo che racconta le lacerazioni della società italiana nel passaggio verso una modernità di massa mal digerita, colma di contraddizioni e di assurdo, eppure ricca di creatività. Carùga-Carugati è il protagonista di un grande amore incompiuto, Clara è la bellissima che non tramonta e che vent'anni dopo torna a farsi viva. Si troveranno finalmente? Salderanno il loro debito giovanile? Attorno a loro riemergono le figure del vecchio socialista deluso, del cieco che finisce nei tombini della metropolitana, dell'ex idraulico che apre una gelateria e si fa leghista, e ancora troviamo il benpensante che frequenta le bische, l'anarchico dandy, la siciliana immigrata che scrive romanzi porno, i preti, le beghine di paese.
16,00