Libri di Prosperi Adriano

Il seme dell'intolleranza. Ebrei, eretici, selvaggi: Granada 1492

Il seme dell'intolleranza. Ebrei, eretici, selvaggi: Granada 1492

di Adriano Prosperi

editore: Laterza

pagine: 200

L'anno 1492 segna tradizionalmente una cesura epocale importante: con la scoperta dell'America e l'avvio dell'unificazione del
16,00
Un rivoluzione passiva. Chiesa, intellettuali e religione nella storia d'Italia

Un rivoluzione passiva. Chiesa, intellettuali e religione nella storia d'Italia

di Adriano Prosperi

editore: Einaudi

pagine: 448

La Controriforma non fu un ritorno al passato, bensì un grande riassetto del sistema dei poteri
34,00
Un tempo senza storia. La distruzione del passato

Un tempo senza storia. La distruzione del passato

di Adriano Prosperi

editore: Einaudi

pagine: 121

Si moltiplicano i segnali d'allarme sulla perdita di memoria collettiva e di ignoranza della nostra storia
13,00
Tremare e umano. Una breve storia della paura

Tremare e umano. Una breve storia della paura

di Adriano Prosperi

editore: Solferino

pagine: 140

Avere paura è un grande destino umano
9,90
Eresie

Eresie

di Adriano Prosperi

editore: Quodlibet

pagine: 772

Si è discusso in passato se eretico sia colui che è giudicato tale dalla Chiesa (Benedetto Croce), o se invece non sia chi sce
32,00
Un volgo disperso. Contadini d'Italia nell'Ottocento

Un volgo disperso. Contadini d'Italia nell'Ottocento

di Adriano Prosperi

editore: Einaudi

pagine: 424

Chi erano i contadini delle campagne italiane dell'Ottocento? Quali furono le condizioni di vita di una classe subalterna tra
26,00
Un volgo disperso. Contadini d'Italia nell'Ottocento

Un volgo disperso. Contadini d'Italia nell'Ottocento

di Adriano Prosperi

editore: Einaudi

pagine: 324

Quali erano le condizioni di vita dei lavoratori della terra nelle campagne italiane dell'Ottocento? Pierre Bourdieu ha coniat
32,00
Lutero. Gli anni della fede e della libertà

Lutero. Gli anni della fede e della libertà

di Adriano Prosperi

editore: Mondadori

pagine: 580

La traccia lasciata da Martin Lutero e dalla sua Riforma nella cultura e nella società europea è così profonda che, senza i va
17,00
Identità. L'altra faccia della storia

Identità. L'altra faccia della storia

di Adriano Prosperi

editore: Laterza

pagine: 105

Che cosa rivela l'inarrestabile diffusione della retorica identitaria? Il fatto che nella nostra epoca, mentre le merci e gli
9,00
Lutero. Gli anni della fede e della libertà

Lutero. Gli anni della fede e della libertà

di Adriano Prosperi

editore: Mondadori

pagine: 580

La traccia lasciata da Martin Lutero e dalla sua Riforma nella cultura e nella società europea è così profonda che, senza i va
28,00
Giochi di pazienza. Un seminario sul «Beneficio di Cristo»

Giochi di pazienza. Un seminario sul «Beneficio di Cristo»

editore: Quodlibet

pagine: 304

È il resoconto di uno studio sul testo religioso più famoso e discusso del Cinquecento italiano: il Beneficio di Cristo
20,00
Identità. L'altra faccia della storia

Identità. L'altra faccia della storia

di Adriano Prosperi

editore: Laterza

pagine: 105

La 'barbarie' la troviamo a viso scoperto o celata sotto sinonimi. Tra questi sta conoscendo una fortuna crescente 'identità'. E accanto a 'identità', 'radici', ma anche 'etnicità', con gli antenati 'nazione' e 'nazionalità'. Parole che sono diventate abituali nel nostro linguaggio ma che possono diventare pietre perché, come tutto ciò che serve a distinguere e a prendere coscienza di una separazione, contengono un potenziale violento pronto a giustificare aggressioni civili e guerre. È dietro queste parole che vediamo alzarsi in piedi individui collettivi di cui si presuppone una naturalistica e inassimilabile diversità. Se, come scriveva Saul Bellow, l'identità di un essere umano è quella definita dal racconto della sua vita, per estensione l'identità di un popolo o di una società umana sarebbe la sua storia. Ma nessuna definizione, per quanto acuta ed elegante, può impedirci di avvertire dietro questa parola, apparentemente così semplice e innocua, l'eco sorda della risacca della storia e dei rapporti di forza che ha ripreso a fare intensamente il suo antico lavoro: scaraventa sulle rive più diverse popoli e individui, quando non li cancella inabissandoli nel fondo del mare.
14,00